Il mio sesso ha privato il mio nuovo marito_(0)

108Report
Il mio sesso ha privato il mio nuovo marito_(0)

Presto sarebbe tornato a casa dal lavoro ed era furioso. Era dovuto agli ormoni, alle ore di lavoro più lunghe e al fatto che non ci scopavamo da settimane. Ero follemente stretto e eccitato, e avevo cercato di farlo eccitare abbastanza da scopare quasi ogni singola notte, ma era al lavoro da così tanto tempo, era stanco e il sesso duro e lungo non era davvero possibile.

Un giorno non ce la facevo più. Sapevo cosa gli piaceva, però, e ho controllato l'ora. Avevo due ore prima che tornasse a casa. Se non avessi preparato la cena. Dimentica il cibo. Volevo la sua carne. Ho scelto il suo vestito preferito che gli piaceva su di me – quasi niente, pizzo rosso e nero.

Ero così eccitata che mi faceva male, il mio inguine era dolorante e pruriginoso e lo sentivo scorrere attraverso le gambe e su per il flusso sanguigno. Stavo per mettermi della lingerie quando è tornato a casa presto. Di tutti i giorni in cui è tornato a casa presto, era oggi. Avevo programmato di preparare la stanza ma ora dimenticalo. sapevo che sarebbe stato difficile, ma non mi importava. Sono scivolato nel pizzo proprio quando è entrato e lui mi ha semplicemente fissato. I suoi occhi si spostarono su tutta la mia piccola figura di cinque piedi. Lo volevo così tanto e lui lo sapeva. Ero pronto a sedurlo sotto il mio sguardo. Ho iniziato a muovermi verso di lui, ma non dovevo. Corse verso di me e iniziò a baciarmi con forza e a mordermi le labbra. Ho scavato con le mani intorno alla sua maglietta rosso scuro, volendo che si togliesse. Invece ha spinto le mie mani dal suo corpo e le ha tenute dietro le mie. La sua presa gli faceva male. Ma volevo qualcosa di più del suo tocco. Le sue mani mi spinsero contro il letto, tenendomi lì. Mi stava ricordando che aveva il controllo. Era il mio papà. Il mio sovrano, ero sotto il suo controllo. Ero la sua troia, la sua schiava e ci piaceva così. Affondò le sue mani nella mia carne e controllò ogni mio movimento. Mi ha piegato all'indietro e ha trascinato la lingua su di me, ha raggiunto il mio clitoride e ci ha semplicemente respirato sopra, senza alcun tocco fisico. Mi sono contorto e lui ha sorriso. Sapeva quanto lo desiderassi. Sapeva quanto orribilmente mi stesse prendendo in giro.

La sua presa si fece più stretta intorno ai miei polsi, le sue unghie affondarono dentro. Mi fece roteare contro il muro più vicino con uno schianto. Mi ha spinto contro il muro di mattoni, il mio seno vivace e 34 D mi ha fatto male per l'impatto. Ha sollevato il mio culo bolla e ha giocato con il mio clitoride stretto solo con il suo mignolo. Ho provato a prenderlo e lui si è tirato indietro: "Aspetta, piccola", ha sussurrato, "dovrai guadagnartelo". Stavo iniziando a tremare.

Lo volevo dentro di me così tanto. Mi sono girato e ho spinto la testa sopra la sua asta sempre più velocemente finché non l'ho sentito allargarsi. La sua carne si gonfia e diventa più soda. Mi ha afferrato i capelli e ha controllato la mia bocca, scopandomi in faccia fino a farmi imbavagliare. “Ho detto che potevi fermarti? No. Niente conati di vomito,” mi abbaiò, il suo piccolo giocattolo sessuale, la sua piccola schiava, la sua concubina.

Non potevo più prenderlo in giro. Mi sono appoggiato allo schienale del letto e ho allargato le gambe in una perfetta cavalcata. "Per favore, papà, ho così tanto bisogno di te", stavo quasi piangendo. Avevo bisogno di lui. Ogni vena e ogni centimetro della sua circonferenza e della sua lunghezza. Mi sono chinato per sentirmi, ma lui mi ha tirato via e contro il muro ancora una volta.

“Non piangere o ti verrà dato qualcosa per cui piangere,” ringhiò tirandomi i capelli. Ha toccato la punta contro di me e ho provato a spingerlo di nuovo dentro. Non lo avrebbe permesso. Invece, si è tolto il lubrificante dal comò e si è lubrificato prima di infilarsi nel mio culo. Ho urlato un urlo acuto e acutissimo, desiderando qualcosa di più del semplice anale. Ho sentito la mia pelle morbida spezzarsi e ho urlato di nuovo, prima che lui mi schiaffeggiasse la coscia facendomi fermare.

Poi mi prese in braccio e mi gettò sul letto. Ha strofinato le dita sulla parte esterna della mia figa, facendomi tremare di più. "Papà, per favore, per favore, per favore, entra dentro di me", lo supplicai.

“Chiedilo,” mi disse, facendo un sorriso, godendosi il mio dolore. "Chiedi la tua ricompensa, mia piccola troia."

Ho urlato. "Papà per favore, ti voglio in me, ti voglio dentro di me, fottimi la figa, papà fottimi forte, fammi urlare di più."

Mi ha toccato la figa con la punta e l'ha strofinata a malapena sulle mie labbra, "più forte", ha ordinato. "Come se non te lo dassi mai, mai."

“PAPA', PER FAVORE, VOGLIO IL TUO CAZZO DENTRO DI ME! PER FAVORE DAMMELO!” Stavo piangendo ora. Volevo tutto dentro di me. Tutto, fino in fondo.

Mi ha speronato dentro facendomi venire non appena lo ha fatto, i miei succhi gli scorrevano addosso. Andava sempre più veloce. gemevo il suo nome. Ho pianto di più. L'ho pregato di smetterla, sperando che andasse avanti, sapendo che questo lo rendeva più eccitato. Non si è fermato. Ha continuato ad andare e ad andare, sono arrivato così forte che è stato costretto a tornare indietro ma non è uscito da me. Si stava avvicinando, stavo diventando più stretto, mi ha picchiettato due volte e mi sono girato, succhiando il suo dolce rilascio dal suo albero, l'ho adorato.

Siamo ricaduti sul letto sfiniti tra coperte e cuscini. "Grazie per avermi fottuto, papà", sussurrai e gli baciai la guancia, mentre gli passavo la mano sul petto.

Mi tenne stretto al suo petto nudo e mi fece scorrere le dita tra i capelli. "Ne avevo bisogno", ha detto, passandomi la mano sul viso.

Dissi due parole mentre chiudevo gli occhi, sentendo il suo cuore battere. "Lo so."

Storie simili

HOBO Capitoli 12 e 13

CAPITOLO DODICI Mi sono svegliato presto la mattina successiva e sono stato in grado di alzarmi dal letto senza svegliare Michelle. Sono andato in cucina, ho preparato una tazza di caffè. Ho poi cucinato uova strapazzate, pancetta e salsiccia e stavo finendo quando Michelle è entrata in cucina strofinandosi gli occhi. “Cosa stai facendo?”, chiese sbadigliando. “Ci sta preparando la colazione. Per favore, siediti sullo sgabello”, mi sorrise, fece il giro del bar e si sedette. Le ho preparato un piatto e l'ho posato davanti a lei, poi le ho versato una tazza di caffè. Poi ho aggiustato il mio piatto...

265 I più visti

Likes 0

Un sacco di piscio e merda..

Avevo solo bisogno di mettere su questa storia. Questo tipo di mi eccita. far sapere al mondo cosa ho fatto. spero ti piaccia e divertiti lascia commenti. Ciao, sono Sonia, un'indiana, una femmina. Questa è un'esperienza davvero fantastica che ho avuto e, per favore, non è un'opera di fantasia... è la sua vita reale... quindi allaccia le cinture di sicurezza.... Frequento un collegio.... in India stessa, e ho un bel corpo.... non molto sviluppato, ma è comunque bello da vedere e sono biondo.... ho i capelli lunghi, che mi piacciono levigato e raddrizzato.... Abbastanza su di me suppongo.... ecco la mia...

989 I più visti

Likes 0

Capitolo 3 della mia serie; Rachel viene in primo piano

Leggendo questo ho scoperto che alcuni dei dialetti della mia zona si sono intrufolati, quindi per salvare tutti i commenti sull'ortografia e sulla grammatica, lo spiegherò. Usiamo me al posto di mio in alcuni casi e nostra madre è mamma, quindi quando Rachel dice Sono caduto dalla bici e Questa sono io mamma questo è corretto parlare per lei. Ci scusiamo per eventuali errori di ortografia, che sono passati. Avevo circa 24 anni e Susan 20 quando ci siamo sposati, in meno di un anno sono stato nominato capo custode, a causa del ritiro di Sid, questo mi ha dato più...

811 I più visti

Likes 0

L'Harem dell'Imperatore - Parte 2

2. Mi sono svegliato la mattina dopo con la mia imperatrice drappeggiata su di me da dietro. Il suo braccio agile mi abbracciò il petto e sentii i suoi capezzoli contro la mia schiena. Avevo sposato Rayne per motivi politici, la crescita del mio regno richiedeva l'annessione di uno adiacente, praticamente delle stesse dimensioni di Marad. Sebbene i miei generali mi assicurassero che la capitale poteva essere catturata e la terra aggiunta alla mia, il costo del sangue era troppo grande per me da sopportare. Fu organizzato un matrimonio che avrebbe unito i nostri due imperi, ma in effetti Corlan fu...

755 I più visti

Likes 0

Brooke_(1)

Brooke Questa è la mia prima storia e, come tale, sii premuroso nelle tue critiche; solo critiche costruttive per favore. Se non ti piace questa storia, ce ne sono molte altre da leggere. I nomi sono stati cambiati per proteggere i miei fottuti compagni e, a loro volta, il mio culo. Durante la mia adolescenza, sono stato abbastanza sessualmente attivo. Essere un adolescente e anche frequentare un liceo cattolico per soli maschi ha solo favorito la mia libido. Per cominciare, io non sono un ragazzo piccolo. A quel tempo, avevo circa 6'3, 200 libbre e un atleta di prima qualità. Ho...

999 I più visti

Likes 0

Ragazze della California 3

Ragazze della California 3 Oh merda, sono le 7 del mattino esclamò Kate. Wow, siamo stati tutta la notte, sorrise Hannah, siamo delle puttane arrapate rise. No, sul serio, è un male, mia sorella sarà a casa tra mezz'ora. Kate ha detto alzandosi in piedi, Uh, merda a me le gambe, gemette, strofinandosi le ginocchia, agh e il mio bacino sembra come se qualcuno l'avesse battuto con un martello. Wow la scorsa notte è stato divertente sorrise Hannah ancora di più, Dovrei prendermi un cane! . Preoccupati dopo, aiutami a ripulire un po' di questo sperma, è ovunque! Merda è ovunque!...

862 I più visti

Likes 0

Perdo la verginità(8)

L'ho incontrata su un sito di chat su Internet. Vivevamo a 800 km di distanza, quindi non ho avuto problemi a flirtare come un matto. Mi ha detto che è alta 1,5 m, lunghi capelli biondi e occhi azzurri con un corpo sexy. Beh ovviamente l'ho presa in giro e le ho detto che se non mi manda una foto non le crederò, mi ha chiesto se le foto di lei sarebbero state solo per i miei occhi ed essendo il ragazzo che sono le ho dato la mia parola, aspettandomi una foto molto cattiva. Quello che ho ottenuto è stata...

827 I più visti

Likes 0

Una tarda notte all'uni

Bene, vengo da te per il fine settimana e devi andare un po' all'università per prendere qualcosa. è piuttosto tardi, non ci sono molte persone lì. Entri in una stanza vuota perché hai lasciato qualcosa lì dentro all'inizio della giornata. Mentre ti seguo dentro ti prendo la mano girandoti baciandoti appassionatamente ti spingo presto indietro al muro più vicino che sbatti contro il muro. cazzo che preme contro la tua figa attraverso i vestiti! comincio a lavorare sul tuo collo baciandoti all'inizio e poi affondando i denti dentro di te emetto un piccolo gemito per farmi sapere che ti stai divertendo!...

286 I più visti

Likes 0

LA CAMERIERA parte 1

Ho guidato fino al cancello di una vasta tenuta dove ero stato mandato per un lavoro; sembrava un po' opprimente finché non mi sono ricordato che sarei stato solo un membro di un'intera casa di servi. Fino a quel momento, ero stato mandato a lavorare solo in case più piccole dove ero incaricato di far funzionare l'intera famiglia senza intoppi. Ho premuto il pulsante dell'interfono e una voce maschile ha detto: Dichiara il tuo nome e i tuoi affari. Elena Marceau. Sono la nuova cameriera dell'ala ovest. Ho sentito un ronzio e il cancello ha cominciato ad aprirsi. Ho tirato dentro...

1.4K I più visti

Likes 0

Trio alla festa di Natale

Avevo solo 20 anni e avevo sempre amato Bev (32) da quando avevo iniziato a lavorare un paio di anni prima. Aveva lunghi capelli castani con la permanente, una figura sinuosa con fianchi larghi e meravigliosi, seni grandi e gambe lunghe. Bev indossava spesso top scollati che servivano ad accentuare i suoi grandi seni sodi. Mi ritrovo a sognare ad occhi aperti e a guardare la sua bella figura. In più di un'occasione sono stato catturato da Bev che mi sorrideva semplicemente timidamente con uno sguardo d'intesa prima che tornassi timidamente al mio lavoro, per tutto il tempo la mia mente...

1.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.