La lampada malconcia Seven: La gelosia della strega

533Report
La lampada malconcia Seven: La gelosia della strega

La lampada malconcia
per mio pseudonimo3000
Capitolo sette: La gelosia della strega
Diritto d'autore 2014

Nota: grazie a b0b per aver letto questo beta!

Lunedì 18 gennaio – South Hill, Washington

"Quindi questa è la moglie?" Britney ha chiesto quando ha aperto la portiera dell'auto di Kyle.

"Sì. Aaliyah, questa è la mia migliore amica, Britney.

Il Genio sorrise, girandosi e tendendo la mano sui sedili posteriori in cui Britney era schiacciata accanto a Chyna. Fatima era dall'altra parte, schiacciata contro la porta. Era difficile avere tre persone sul sedile posteriore, e la sorellina di Kyle non sembrava contenta dell'accordo. Britney fissò la mano per un momento, poi la prese.

"Sei la causa dietro tutto ciò che è successo?" chiese Britney.

"Lo sono", rispose con un sorriso.

Poi Britney tirò su col naso profondamente e guardò Chyna. "Anche lei è una moglie?"

"No. Concubina." Kyle ha risposto.

La sua amica si limitò ad annuire, i suoi occhi illeggibili dietro gli occhiali spessi. "E hai ancora intenzione di continuare ad uscire con Christy?"

Kyle pensava che Britney lo stesse prendendo molto bene. Era una ragazza molto calma e placida, il tipo che preferiva seguire la corrente purché ciò la lasciasse indisturbata a studiare. Quella mattina, prima di partire per la scuola, aveva desiderato che tutti tranne Christy, Britney e Fumi accettassero i rapporti di Kyle con Aaliyah, Fatima e Chyna come le cose più naturali del mondo. Avrebbe potuto includere quei tre, ma non si sentiva bene a scherzare con le menti delle due donne che amava e del suo migliore amico.

"Lo sono", Kyle ha risposto alla sua domanda. "Amo Christy tanto quanto Aaliyah".

“E io,” cinguettò Fatima. “Giusto, fratellone? O stavi mentendo su questo mentre ti succhiavo il cazzo.

Kyle trasalì. Voleva calmarsi con Christy e Britney per l'intera parte del cazzo di sua sorella. Il resto del mondo lo troverebbe accettabile, e lui poteva solo sperare che la sua amica e la sua ragazza fossero altrettanto comprensive. Era un tiro lungo.

Britney annuì, completamente perplessa. “L'avevo percepito venerdì. Quindi tre amori, Kyle?"

"Quattro!" ridacchiò sua sorella. “È dolce con questa ragazza giapponese. Avevano un appuntamento sabato. È così sexy!”

Kyle arrossì e tornò a guardare il suo amico.

"Dovresti scaricare Christy", dichiarò Britney. “Lei ha torto per te. Hai queste altre donne, perché hai bisogno di lei?

"Sei mai stata innamorata, Britney?"

"No. Devo ancora incontrare quello giusto".

Sospirò: "Allora come posso spiegartelo?"

"Tu hai un punto. Ma questo non cambia i fatti. Christy ti spezzerà il cuore”.

Fatima rise. “No, non lo farebbe. È innamorata di Kyle".

"Sì!" China ha aggiunto. “Non ha avuto problemi con noi. Il Maestro mi ha persino condiviso con lei venerdì.

"Bene. Stai solo attento, Kyle. Fidati di me."

Kyle si accigliò, vagando solo perché a Britney non piaceva Christy. Gli piaceva la sua amica, ma se continuava a comportarsi così, ci sarebbero stati dei problemi. Per quanto gli piacesse Britney, amava Christy e avrebbe scelto la sua ragazza al posto della sua migliore amica in qualsiasi giorno della settimana. Quasi glielo chiese, ma con le altre donne in macchina, non era sicuro di poterlo strappare via.

Christy stava aspettando quando Kyle si fermò nel parcheggio della scuola, il suo viso si illuminava quando lui si fermò. Poi si accigliò mentre tutte le donne uscivano dalla sua macchina. Kyle afferrò la mano di Aaliyah e si avvicinò a lei.

Christy rivolse ad Aaliyah una sola occhiata, le sopracciglia serrate, poi fece un respiro profondo. "Kyle, c'è qualcosa di cui ho bisogno..."

“Fammi parlare prima, ok,” disse Kyle velocemente. "C'è un segreto che ti ho tenuto nascosto negli ultimi giorni di cui dobbiamo parlare."

La paura impallidì sul viso di Christy, i suoi occhi guizzarono su Aaliyah.

"Questa è Aaliyah." Lo stomaco di Kyle si ribollì e si costrinse a dire la parte successiva: "Lei è un genio".

La sua ragazza sbatté le palpebre. "Un cosa?"

"Sono un Djinn", rispose Aaliyah. "Posso esaudire desideri limitati per Kyle."

L'orrore riempì per un momento gli occhi della sua ragazza.

"C'è più. Quando ho liberato Aaliyah dalla sua bottiglia, ho anche stretto un matrimonio con lei”.

Un sussulto strozzato sfuggì alla gola di Christy, poi si bloccò. Allungò una mano, stringendole la spalla.

"Mi sono innamorato anche di lei."

«Oh, dea», ansimò Christy. "Oh, dea." I suoi respiri arrivavano in pantaloni irregolari, sempre più veloci, e il suo viso diventava rosso.

"Respiro, Christy", disse Kyle. Non la stava prendendo bene come sperava. "Calmati. Ti amo ancora. Ho appena imparato che nel mio cuore c'è più spazio per amare le altre persone".

"C-cosa?"

“Dopo giovedì, ero così sollevata da come accettavi me e Chyna. E poi venerdì ti sei persino unito. Le accarezzò il viso. “Ti amo, Christy. E io amo Aaliyah. Non voglio rinunciare a nessuno di voi due. So che sembra egoistico, ma vi amo entrambi. Voglio stare con voi entrambi".

Christy guardò Kyle, poi Aaliyah. "Non lo so..."

"Sarei onorata di condividerlo con te", sorrise Aaliyah. “Ha un cuore generoso. C'è abbastanza amore lì dentro da abbracciarci entrambi. E spero che anche noi possiamo avvicinarci".

“Vuoi dire...” Un rossore soffuse le labbra della sua ragazza.

"Kyle mi ha detto che sei bisessuale?" Fatima aveva spiegato il concetto ad Aaliyah ieri sera.

Christy annuì.

"Beh, lo sono anch'io. Possiamo soddisfarci a vicenda ogni volta che Kyle si diverte con gli altri."

"Altri?" chiese Cristo.

"È un grande uomo con un destino potente", ha risposto Aaliyah. “E i grandi uomini hanno appetiti che devono essere saziati. Ci saranno altre mogli e donne come Chyna. Le sue concubine”.

"Quante mogli?"

"Quattro", rispose Kyle. "Quattro donne che amo e che spero mi amino e possano condividermi l'una con l'altra".

“Sei mormone, Kyle? Vuoi trasferirti nello Utah, o qualcosa del genere?"

Kyle si inginocchiò e tirò fuori un anello che Aaliyah aveva evocato la notte scorsa. Il Genio e Fatima indossavano anelli di fidanzamento simili. Prese la mano di Christy e la sua espressione divenne ancora più sconcertata.

“Ti ho amato la prima volta che ti ho visto. Voglio che tu sia mia moglie, il mio amore. Sei stata la prima ragazza che abbia mai amato e voglio che tu stia con me finché vivremo. Ti chiedo solo di trovare nel tuo cuore la possibilità di condividermi con Aaliyah e gli altri”.

Gli occhi di Christy si incrinarono. Lanciò un'occhiata ad Aaliyah, poi di nuovo a lui. “Io...io...Sì. Non voglio perderti, Kyle.

Le fece scivolare l'anello al dito, poi si alzò e lei lo baciò, con le lacrime che le scorrevano lungo le guance. Quando ha rotto il bacio, Aaliyah è piombata dentro e ha catturato le sue labbra. Christy si irrigidì, poi si rilassò e ricambiò il bacio del Genio.

“Dovremmo festeggiare,” Kyle sorrise. "Solleva il primo ciclo e divertiti."

"Ci metteremo nei guai", ansimò Christy.

Aliyah rise. "Dì solo la parola W e lo farò accadere."

"Se si tratta di sesso, i poteri di Aaliyah possono compiere miracoli".

"Sesso? A scuola?"

Kyle si accigliò. “L'abbiamo fatto venerdì scorso. Non dirmi che sei timido dopo che ti sei avventato su di me sabato sera fuori in quella strada. Voi donne avete risvegliato in me desideri che non possono essere repressi". Sorrise. «Diavolo, non voglio che vengano mai imbottigliati. Aaliyah, vorrei che nessuno si accorgesse della nostra assenza o si accorgesse che facciamo l'amore".

Aaliyah sorrise e si inginocchiò, sollevando la gonna di Christy. “Fatto,” fece le fusa, poi tirò giù le mutandine di Christy.

"Oh, cazzo!" Christy sussultò, poi si appoggiò all'edificio della scuola mentre Aaliyah le divorava la figa. "Oh, wow, è brava."

Kyle le diede un bacio sulle labbra. Lei non resistette quando lui fece scivolare la mano sotto la sua maglietta e le accarezzò delicatamente i seni. "Ti amo, Christy."

Si sciolse contro di lui, gemendo leggermente, poi sussurrò di rimando il suo amore. La sua mano scivolò lungo il suo stomaco e si sfregò contro il rigonfiamento dell'inguine. Lei sorrise. “Mi è sfuggito questo ieri. Il tempo in famiglia era così noioso senza di te.

“Voglio che tu viva con me, Christy,” le sussurrò all'orecchio, mentre il suo dito abbassava la cerniera della sua cerniera. "Voglio che tu sia mia moglie stasera."

"Sì!" lei sussultò. Le sollevò il reggiseno e le sfiorò il capezzolo duro. "Stasera! Ma i miei genitori!”

La sua mano allungò la mano, spingendo verso il basso i suoi boxer e tirando fuori la sua dura asta. “Aaliyah se ne occuperà adesso. Lo spero."

"Fatto!" La risposta di Aaliyah è stata attutita dalle cosce e dalla gonna di Christy.

La sua mano lo accarezzò. “Voglio questo in me. Mi è mancato il tuo cazzo. Se devo condividerti, credo di dover cogliere ogni opportunità per sentirlo in me.

"Voglio fotterti il ​​culo."

Esitò, gli occhi svolazzanti di desiderio. Le pizzicò il capezzolo tra le dita, provocando un sussulto. "Sì. Fallo. Vorrei che il mio culo fosse lubrificato". I suoi occhi si spalancarono. "Oh wow, sembrava strano."

"È tutta pronta, marito mio."

Christy si voltò e lui le sollevò la gonna e vide le mani scure di Aaliyah allargare le sue pallide guance. Il suo buco del culo marrone luccicava di lubrificante. Sorrise e premette delicatamente il suo cazzo dentro di lei. Lei si inarcò contro di lui.

Quando si seppellì completamente dentro di lei, sussurrò: “Guardali tutti. Non possono vederci, non sanno che siamo a pochi metri di distanza, cazzo.

L'area era ancora affollata quando arrivavano gli studenti, ma grazie ad Aaliyah nessuno prestava loro attenzione. Kyle li guardava, i suoi occhi bramavano ragazze carine mentre pompava il suo cazzo nel culo della sua ultima moglie. Si chiese chi di loro fosse sottomesso, aperto a essere dominato da lui e costretto a essere la sua concubina.

"Sì!" Christy gemette. "Stai fissando le ragazze?"

"Lo sono", ha risposto. “Sono così carini. Ti amo, Christy, ma ci saranno altre donne con cui scopo. Altre donne che tengo come Chyna.

"Altre donne che ami?" chiese, un po' amareggiata.

"No. Penso che quattro siano abbastanza donne da amare. Ma anche se fossero mille, ti amerei lo stesso. Voglio che tu, Aaliyah e gli altri due siate felici. L'altro è che voglio solo scopare. E puoi anche fotterli. Scegli una donna che passa e Aaliyah può farla tua con cui giocare.

Christy voltò la testa, guardando i loro compagni di classe che passavano. Kyle continuava a pomparle il culo, le mani di Aaliyah gli massaggiavano le palle mentre leccava la figa di Christy. Poteva sentire il suo culo stringere sui suoi cazzi mentre fissava la leggy Patricia Mathewson, star della squadra di pallavolo della scuola. Una splendida bionda, con una corporatura snella e atletica e un seno piccolo.

"Potremmo condividerla", sussurrò Kyle. "Potresti mangiarle la figa mentre ti scopo, poi potrei baciarti e assaggiare la sua figa sulle tue labbra."

"Aaliyah ti ha trasformato in questo, Kyle?"

"No." Rallentava le spinte, assaporando la sensazione del suo culo stretto. “Nel profondo, ho sempre avuto questi pensieri. Aaliyah mi ha semplicemente mostrato che non avevo più bisogno delle restrizioni della moralità. Non voglio nasconderti i miei veri desideri e non voglio che tu nasconda i tuoi.

"Quindi ti andrebbe bene se mi scopo un altro ragazzo?"

Le leccò l'orecchio. “Finché non lo ami, puoi divertirti come vuoi. Ricorda solo a chi appartiene il tuo cuore.

"Oh, cazzo!" Christy sussultò. “La sua lingua, il tuo cazzo! Oh merda! Oh, Kyle!

Il suo culo era meraviglioso mentre veniva, strizzando e massaggiando, mungendo lo sperma dalle sue palle. Ha accelerato; le morbide guance del suo culo che schiaffeggiavano il suo inguine. Sussultò e ansimò, un altro orgasmo tremante attraverso di lei.

"Quindi vuoi ascoltare le mie fantasie più profonde!" sussultò Christy.

"Sì!" Kyle ha risposto. "Voglio scopare mia madre."

Si guardò alle spalle. "Oh! È così fottutamente brutto, Kyle!

"Voglio che anche tu la scopi!" Catturò le sue labbra in un bacio. "Qual è il tuo?"

“Voglio pisciare in bocca a una donna! Voglio che sia degradata e sporca".

Christy si tese tra le sue braccia, poi sentì schizzi d'acqua e un sussulto soffocato di Aaliyah. "Le stai pisciando addosso?"

"Sì! Bevilo, puttana! Bevi la mia sporca pisciata!

Kyle immaginò il flusso di giallo che si riversava dalla fica dal pelo marrone di Christy nelle labbra lussureggianti di Aaliyah. Era uno spettacolo così sporco, e sentire gli schizzi di urina e la deglutizione di Aaliyah gli mandava le palle in overdrive. Le esplose nel culo, seppellindosi in profondità e tenendola stretta.

"Oh, Christy!" gemette. "Sei una donna cattiva e meravigliosa!"

Poteva sentirla venire una terza volta, chiamando Aaliyah una sporca puttana mentre strofinava la figa sulla faccia del Genio. Lei sussultò e sussultò, poi crollò tra le sue braccia. La tenne, sostenendola, mentre il suo orgasmo lasciava la sua settimana in ginocchio.

Aaliyah fece capolino. "Era... diverso."

"Ti è piaciuto?" chiese Kyle.

"L'ho fatto, mio ​​marito." Un rossore le incupì le guance. "Una volta mi sono abituato alla sorpresa."

"Vuoi bere la mia pipì, Christy?"

Christy lo guardò, gli occhi sbarrati. “Sì, lo farei,” rispose, suonando sorpresa. “Penso che mi piacerebbe. Fai..."

Lui annuì.

Si abbandonò, il suo cazzo saltò fuori, e si inginocchiò davanti a lui. Lei gli succhiò il cazzo in bocca, ancora sporco dal culo, e aspettò. Rilassò la vescica, sforzandosi di pisciare. Il suo cazzo si stava indurendo, rendendolo più duro, e Aaliyah lo guardò con occhi scuri.

"Fallo!" il suo Genio gemette, le mani che le sfregavano la figa. “Pisciare in bocca alla piccola troia! Falle bere la tua pipì sporca.

Sospirò mentre il piscio usciva. Christy deglutì, il giallo che le colava dagli angoli della bocca. I suoi occhi nocciola lo guardarono con amore mentre si sottometteva alla sua degradazione. Aaliyah si accasciò a terra, sborrando rumorosamente mentre lo guardava fare pipì nella bocca di Christy. Il flusso si è spento, sono usciti solo alcuni ultimi schizzi. Il suo cazzo era duro come una roccia.

Afferrò la testa di sua moglie e le fotte la bocca. Le sue palle schiaffeggiarono il mento di Christy. Le sue mani si avvolsero intorno a lui, stringendogli il culo e spingendolo a scoparla più velocemente. Aaliyah si è drappeggiata sulla schiena di Christy, si è allungata e ha toccato la figa di Christy mentre nascondeva il viso tra i capelli ricci e castani di Christy.

Kyle sapeva che l'unica cosa che lo avrebbe reso più felice era includere Fatima e Fumi. Immaginò tutte e quattro le sue donne inginocchiate davanti a lui: la splendida Christy, la graziosa Fumi, la birichina Fatima e la sensuale Aaliyah, ciascuna pronta per il suo sperma. Christy era l'ultimo ostacolo al suo sogno. Mercoledì, dopo il suo secondo appuntamento con Fumi, l'avrebbe riportata a casa e l'avrebbe presentata alle altre sue mogli e le avrebbe chiesto di unirsi.

Quando irruppe nella bocca di Christy, capì quale sarebbe stata la risposta di Fumi.

Sì.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Chrsity non sapeva cosa fare.

Quella puttana Genie aveva rovinato il suo ragazzo, trasformandolo in un demone sessuale fuori controllo. Non riusciva a concentrarsi affatto nel secondo periodo e il terzo periodo stava diventando lo stesso. Cosa avrebbe fatto? Non poteva perdere Kyle. Lo amava e aveva bisogno che lui la salvasse dalla congrega. Ma non poteva condividerlo. Era semplicemente sbagliato. Tollerava a malapena la sua relazione con Chyna. E quello non era colpa sua.

E nemmeno questo. È quel dannato, troia genio! Voleva strappare gli occhi alla puttana, ma si era controllata. Sentiva che avrebbe perso Kyle se lui lo avesse costretto a scegliere. Grazie alle molestie della signora Franklin, era diventata abbastanza abile nel nascondere i suoi veri sentimenti. Anche se l'aveva adorato quando Kyle le aveva scopato il culo, odiava la cagna che masticava sul suo tappeto. Ecco perché ha pisciato in bocca alla puttana.

Christy sapeva che avrebbe potuto condividere una donna con lei... cos'era Kyle adesso? La sua fidanzata? Suo marito? Poteva condividere una donna con suo marito - in effetti, desiderava condividere altre donne con lui - ma voleva il suo cuore tutto per sé. Aaliyah doveva andarsene, poi lui sarebbe tornato al suo vecchio io e avrebbe amato solo lei.

Al termine del terzo ciclo, sapeva cosa fare e si diresse verso l'aula di biologia.

Lungo la strada, Braiden si avvicinò a lei. “Ehi, Christy. Ho bisogno di parlare con voi."

"Che cosa?" lei ha chiesto. "Sono occupato. Le cose DECA possono aspettare.

“Riguarda il tuo ragazzo di merda. L'ho visto sabato sera ad un appuntamento con un'altra ragazza. Lo stava succhiando a teatro.

Aaliyah era il tipo di troia che farebbe esplodere un ragazzo nel mezzo di una stanza. Braiden aveva un sorriso disgustoso stampato in faccia, e lei sapeva esattamente perché glielo stava dicendo. Sospirò, stancandosi davvero dei continui passaggi di Braiden verso di lei. Lo stronzo era l'amico di Kyle, finché non ha iniziato a provarci con lei. Lo detestava così tanto. “Non mi interessa, Braiden! Amo Kyle e non mi interessa cosa skank gli abbia succhiato il cazzo! E non uscirò mai con un rospo così ripugnante come te! Quindi smettila di provare a metterti nelle mie mutandine!

Il suo viso impallidì, poi il rosso lo soffuse. Non le importava, e si limitò a spingerlo oltre.

"Ti amo, Christy!" ha urlato.

"Beh, ti detesto!"

Svoltò un angolo e si lasciò alle spalle il disgustoso strisciare, irrompendo nell'aula della signora Franklin. L'insegnante dai capelli rossi sorrise a Christy dalla sua scrivania. L'adolescente rabbrividì, quel sorriso era pieno di proprietà possessiva. Voleva così liberarsi dalla congrega, ma poteva aspettare. Aveva bisogno della congrega in questo momento.

«Ho bisogno di parlarle in privato, signora Franklin.»

L'insegnante ha dato un'occhiata agli studenti che stavano compilando. "Andiamo in laboratorio, va bene."

Il laboratorio di biologia era adiacente all'aula. Costituita da file di banchi da lavoro, ciascuna con un lavello integrato e prese di gas naturale per i becchi Bunsen. La signora Franklin chiuse a chiave la porta che conduceva all'aula, poi guardò preoccupata l'adolescente. Christy si è resa conto che la maggior parte delle volte sembrava un pasticcio sudato dopo essere praticamente corsa qui.

"Cosa c'è che non va, Ambra?" L'insegnante usava sempre il nome della sua congrega.

"Ho trovato il Genio!" sbottò lei.

"Dove?" L'avidità bruciava negli occhi verdi della signora Franklin.

"Lei è qui a scuola." Christy fece un respiro profondo. Una volta che Aaliyah se ne fosse andata, tutto sarebbe tornato alla normalità. "Aaliyah Unmei."

L'insegnante si accigliò. “Il nuovo trasferimento del secondo anno? Ho appena avuto il suo ultimo ciclo. È la moglie del tuo ragazzo, giusto?" Lo sguardo dell'insegnante divenne incredulo. "No, adesso sei la sua fidanzata, vero?"

"Sì." Christy si accigliò. Come faceva a saperlo?

"Quella ragazza non potrebbe essere il Genio", ha liquidato l'insegnante dai capelli rossi. "Non ho percepito alcun potere da lei."

"Lei è!" Cristo ha insistito. “Non trovi strano che Kyle abbia una moglie e una fidanzata? E non dimentichiamo Chyna, la sua concubina. Quando hai sentito l'ultima volta che qualcuno ha una concubina? Non sono tempi biblici!”

“Cosa c'è di così strano? Kyle è un grande uomo e gli è permesso avere più di una moglie e tutte le concubine che vuole. Posso capire che sei geloso. Quindi rompi con lui, ma non provare a dirmi che quel lapsus di una ragazza è un genio".

“Come sapevi che siamo fidanzati? Mi ha appena proposto questa mattina. E non l'ho detto a nessuno?"

L'insegnante si accigliò. "Qualcuno deve avermelo detto."

"Chi?"

"Non riesco a ricordare." Le sopracciglia dell'insegnante si inarcarono. "Che strano. Sono sicuro di aver sentito uno dei tuoi amici... ma hai detto che non l'hai detto a nessuno.

"E c'è qualche altra persona al mondo che secondo te dovrebbe avere più di una moglie?"

La signora Franklin si accigliò, pensando. "Beh no."

"Allora cosa rende Kyle così speciale?"

“Io... non lo so. È semplicemente un grande uomo". L'insegnante si accigliò di più. "Perché continuo a dirlo?"

Christy sbatté il pugno sul tavolo. “Perché Aaliyah è il suo Genio. Ha espresso il desiderio che tutti accettassero le sue relazioni!”

La sua insegnante inciampò all'indietro, accasciandosi su uno sgabello da laboratorio. “Sono sotto il suo potere? Ha incasinato la mia mente? Ma... ma non ho sentito niente!” Per un momento rimase seduta lì, a fissare Christy, con la mascella aperta, e poi l'avidità tornò ai suoi occhi verdi. “Non ho sentito niente. Oh, dea, lei ha così tanto potere. Abbiamo bisogno di pianificare. Stasera."

“Sì,” Christy annuì. Prima se ne va Aaliyah, prima potrò riavere Kyle.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Kyle era al settimo cielo quando è terminato il terzo periodo. Christy era disposta a condividerlo!

Tra quella buona notizia e la consapevolezza che avrebbe potuto avere qualsiasi ragazza volesse, ha reso molto più difficile concentrarsi in classe. Certo poteva avere qualsiasi ragazza, ma non voleva costringerla. Voleva che fossero disposti; voleva che si sottomettessero. Proprio come Shannon Coel aveva fatto ieri. Una ragazza sottomessa che poteva dominare e piegare nel suo harem.

Era molto più soddisfacente in quel modo.

Ma che ragazze erano quelle? Ha rimuginato su tutto attraverso la palestra e l'inglese.

Poiché e lui e Britney condividevano l'inglese, andarono insieme alla mensa. Non andarono lontano quando Aaliyah apparve dal nulla, agganciando il suo braccio e appoggiando la testa sulla sua spalla. "Come va il tuo primo giorno?"

"È un aggiustamento", ha risposto. "Anche se la signora Franklin sembrava carina."

Kyle sorrise; l'anno scorso ha avuto la bellissima insegnante dai capelli infuocati. "Sì, mi piaceva quando me l'ha insegnata l'anno scorso."

Sua moglie rise maliziosamente. "Scommetto che ti è piaciuta di più."

"Bene. Mi sono masturbato pensando a lei".

"Fratello!"

Fatima corse verso di lui e gli gettò le braccia al collo e lo baciò con ardente passione. Alcuni studenti di passaggio sogghignarono, ma nessuno sembrava pensare che fosse inappropriato che sua sorella minore lo baciasse così profondamente: il desiderio di Aaliyah in azione.

"Allora come l'ha presa?" chiese Fatima, rimbalzando sulle sue cure come se stesse sui carboni ardenti. “Ha detto di sì? Per favore, dì che ha detto di sì!

"L'ha fatto." Il sorriso di Kyle era ampio mentre la sua sorellina gridava di gioia.

"Le mangerò la figa così bene!" esclamò. Ciò ha suscitato qualche altra risatina e sguardi da parte degli altri studenti. "Sono così felice. Christy è il migliore!”

"Dai, di solito mi picchia alla mensa."

Una moglie su ogni braccio, Kyle attraversò il corridoio. Alcuni dei ragazzi gli hanno dato il pollice in su, e alcune delle ragazze avevano guance luminose e sorrisi lievi. Questo ha dato un'idea a Kyle. “Aaliyah, c'è un modo per vedere quali ragazze sono sottomesse. Quelli che non sono innamorati, o che hanno fidanzati o fidanzate”.

"Il tipo di ragazza che puoi dominare, come la signora Coel?" chiese Aaliyah, le sue labbra lussureggianti increspate in un sorriso malizioso.

"Sei un tale horndog, fratellone!"

"Sì. Voglio aggiungere qualche altra concubina, immagino.

Aaliyah annuì. «Sono felice che tu stia prendendo questo sul serio, marito mio. Un giorno sarai un uomo potente e gli uomini potenti devono dimostrare la loro forza avendo un grande harem.

"Beh, questo è il mio desiderio."

Le aure sono apparse intorno a ogni ragazza. Variavano dal marrone più intenso al rosa più chiaro, con ogni sfumatura di rosso in mezzo. "Più rosa è l'aura, più la ragazza è disposta a farsi dominare." Aaliyah ha indicato una ragazza leggermente paffuta che Kyle non conosceva. “Guarda com'è rosa la sua aura, è quasi bianca. Potresti facilmente farla tua. Ma quella ragazza laggiù con l'aura rosso vivo, sarebbe molto difficile. Chiunque fosse più oscuro sarebbe impossibile".

"Sei la migliore, Aaliyah." Kyle le diede un bacio veloce.

Raggiunsero la mensa, ed era un trambusto. Chyna li salutò da un tavolo che aveva già vassoi di cibo. Si inginocchiò davanti a Kyle e alle sue mogli quando arrivarono. "Maestro! Ho procurato a te e alle tue mogli il loro cibo».

"Grazie", rispose Kyle. Più occhi erano puntati su di loro, e notò che le ragazze che sembravano arrossire e sorridere erano quelle con l'aura rosa, mentre le ragazze che sembravano disgustate avevano quelle rosse.

"Sei un ragazzo così fortunato", ha detto Corey, uno dei suoi amici, mentre si sedeva al tavolo. "Come sei stato così fortunato ad avere due mogli sexy e una schiava sexy."

“Sono tre belle mogli,” intervenne Christy, il viso un po' agitato. "Quindi questa è l'altra tua moglie..." I suoi occhi si spalancarono quando si rese conto che era la sua sorellina.

"Cristo!" strillò Fatima. La sua sorellina gli lasciò andare le braccia e baciò Christy con entusiasmo. Ciò ha portato un sacco di richiami di gatti e fischietti di lupi da parte dei ragazzi della mensa. "Sono così felice che tu abbia accettato."

"S-sei una delle sue mogli?" Christy sussultò, soffocando le sue parole. "C-ma, sei sua sorella!"

"Così?" chiese Fatima. «L'ho amato più a lungo di quanto ti abbia conosciuto. E grazie ad Aaliyah, posso condividerlo con te.

"Io cosa..."

"Hai due Unmei con cui fare l'amore", continuò Fatima. "Raddoppia il tuo piacere, raddoppia il tuo divertimento!" Si fermò, come se stesse aspettando che qualcuno dicesse qualcosa. Nessuno lo fece, sospirò delusa. “Comunque, non vedo l'ora di mangiarti la figa. Grazie ad Aaliyah, ho imparato ad amarlo e Kyle dice che hai un sapore delizioso.

Christy arrossì e Kyle la tirò giù sulla panca accanto a lui. «È venuta da me», le sussurrò all'orecchio. "Credo di averla sempre amata nel profondo, semplicemente non ho mai voluto ammetterlo."

"È un incesto, Kyle." Sembrava ancora che stesse soffocando con una lisca di pesce.

"È amore!" dichiarò Fatima, la sua voce piena di fuoco. “Amo Kyle e lui ama me. Hai accettato la sua proposta, sei disposto a condividerlo, quindi qual è il problema?"

"Io..." Christy sembrava impotente, poi sospirò. “Lo amo. Non posso perderlo così…”

"Quindi mi lasci mangiare la tua figa?" chiese Fatima, i suoi occhi scintillanti di malizia.

Christy crollò sotto lo sguardo di Fatima. "Sì. Immagino di poter scoprire se sei bravo come tuo fratello.

Il pranzo è stato molto divertente. Kyle aveva Aaliyah da un lato e Christy dall'altro, entrambi profumati e i loro corpi caldi mentre si premevano contro di lui. Fatima si lasciò cadere in grembo a Chyna e si fece dar da mangiare alla concubina. Britney si è seduta accanto alla coppia, leggendo da un libro di testo. Gli altri suoi amici ridevano e scherzavano e si lamentavano della loro mancanza di belle concubine.

Quando il pranzo finì, Kyle ebbe la redazione, un'altra lezione che condivise con Britney. I suoi occhi continuavano a cadere su ragazze con aure rosa. Voleva trovare la prossima ragazza per il suo harem. Una bionda. Nessuna delle sue mogli o concubine era bionda.

Ne vide uno mentre si avvicinavano alla lezione di disegno. Alessia.

“Ci aggiornerò,” mormorò Kyle a Britney, la sua attenzione concentrata sulla ragazza bionda e il suo bel viso con gli occhi verdi e le labbra rosse. La sua aura era di un rosa chiaro, non chiara come la ragazza paffuta, ma pur sempre qualcuno che cercava di essere presa in mano.

Britney guardò Alexina e scosse la testa. "Non hai abbastanza donne, Kyle?"

"No."

«Dovresti scaricare Christy e sposare Alexina. Non ti spezzerà il cuore”.

Voleva chiedere a Britney perché sembrava odiare così tanto Christy e strapparle quel segreto, ma Alexina è passata e il suo sedere era piuttosto ben fatto sotto i suoi jeans attillati. Allungò una mano e le prese la mano. "Ho bisogno di parlarti, Alexina."

"Oh che?"

Britney scosse la testa e si diresse in classe. Kyle ha espresso il suo desiderio; nessuno li interromperebbe. La prese e la spinse contro l'armadietto. Si contorse, aprendo la bocca per obiettare; la zittì con un bacio. Si bloccò, poi lottò più duramente.

"Smettila di resistere", sussurrò quando interruppe il bacio. "Sai che lo vuoi."

"Per favore fermati!"

“Posso guardarti e dirlo. Sei una troia sottomessa che vuole che un ragazzo forte faccia di te il suo giocattolo.

Scosse la testa, riccioli di capelli biondi, striati di riflessi rosa, danzarono intorno alla sua testa. "No. Per favore, Kyle.

Si bloccò per un momento. Forse Aaliyah aveva torto? E se la ragazza non volesse questo? La fissò negli occhi verdi. Arrossì, leccandosi le labbra. Le sue lotte sembravano lezione e i suoi occhi si abbassarono. No, poteva vedere quanto le piacesse davvero. I suoi fianchi si mossero, premendo il suo inguine contro il suo cazzo che si stava indurendo.

"Per favore. Qualcuno ci vedrà”.

Kyle fece scivolare le mani lungo il suo fianco e le sbottonò i jeans. Erano stretti e ci voleva un po' di lavoro per infilarle le mani nell'inguine. Le sue mutandine erano di cotone e bagnate intorno alla sua figa. Lui sorrise e la strofinò.

“So che lo vuoi,” sibilò. "Sei una troia cattiva che vuole solo sentirsi dire cosa fare."

«Sono una brava ragazza», protestò. "Non lo voglio."

"Allora perché sei così bagnato?"

"No non sono!"

Tirò fuori le dita, l'umidità che le gocciolava sopra. Odorava di aspro. Le infilò il dito sotto il naso; le narici si allargarono mentre inspirava. «Allora cos'è quello sul mio dito. Mi odora di succhi di figa.

"Per favore!" gemette, le sue labbra sorridenti. "Non farlo."

Infilò le mani nei suoi jeans e nelle sue mutandine. Il suo cespuglio era morbido e umido. Sussultò mentre lui infilava un dito nelle sue calde profondità. "Se vuoi davvero che mi fermi, allora dì: 'Kyle, non sono una troia sottomessa, per favore togli il dito dalla mia vagina.' Dillo e io smetto".

Il suo pollice premuto sul suo clitoride, gemette una seconda volta.

"Dillo e smetterò di far sentire così bene la tua fica birichina."

«Kyle», sussurrò. “Non sono una troia sottomessa, p-per favore rimuovi...” Fece scivolare un secondo dito dentro di lei, pompandoli rapidamente dentro e fuori dalla sua succosa guaina.

“Non hai finito. Devi dire l'intera frase". Si fermò, baciandole il collo. "A meno che tu non sia una troia sottomessa."

"No non sono!" gemette.

"Allora dì solo la frase!"

"Kyle, non sono un sub-sottomarino... oh, dio!" Le lacrime brillavano nei suoi occhi verdi. "Per favore fermati!"

"Sai come farmi fermare!"

L'altra mano scivolò sotto il suo top viola. I suoi seni erano minuscoli, anche se era una Senior, e le sue coppe A che non avevano bisogno di un reggiseno per sostenersi. Il suo capezzolo era minuscolo sotto le sue dita, un piccolo sassolino con cui le sue dita potevano giocare.

"Sei una troia sottomessa, vero?" chiese, pizzicandole il capezzolo. "Ammettilo. Chiedi di essere la mia concubina e ti tratterò proprio come hai sempre fantasticato di stare da solo nel tuo letto. Ti farò la mia troia. Ti degraderò, ti umilierò. Ti farò mia!”

"Sì!" gemette, sbattendo contro gli armadietti mentre veniva. "Sì! Sono una troia sottomessa! Oh Dio! Ci ho sempre pensato! Mi fa così caldo solo pensare di essere usato da un uomo forte.

"Allora sarai la mia concubina?"

"Sì! Fammi quello che vuoi!”

"Mettiti in ginocchio e succhiami il cazzo come la puttana che sei!"

Si inginocchiò e gli aprì i jeans con grande fretta. I suoi occhi verdi brillavano di lussuria e continuava a leccarsi le labbra rosse. Fissò con soggezione il suo cazzo, poi lo inghiottì con la bocca e lo succhiò come se la sua vita dipendesse da questo. Si appoggiò allo schienale dell'armadietto, le accarezzò i capelli biondi e assaporò la bocca della ragazza.

"Ecco fatto, sporca puttana!" gemette. "Sei un bravo succhiacazzi!"

La sua lingua roteò intorno alla sua punta, e poi mosse la testa. La sua mano si infilò nei pantaloni, fregandosi rapidamente. Si è goduto il suo pompino per alcuni minuti, finché non ha sentito le palle ribollire. L'ha spinta brutalmente via dal suo cazzo.

"In ginocchio, allora implorami di scoparti come la puttana sporca che sei!"

Si infilò i jeans lungo i fianchi, seguita da un paio di mutandine bianche. Il suo culo era piatto e pallido, e la sua figa era facilmente visibile attraverso il suo pube lanuginoso e dorato. Aveva labbra carnose che, rosso scuro, circondavano il rosa del suo squarcio.

"Fottimi come la puttana sporca che sono!" gemette, guardandolo. "Per favore, Kyle!"

"Sei la mia cagna per sempre, giusto?"

"Sì!" Lei gli mosse il culo. “Sono così eccitato! Per favore! Non sono mai stato così eccitato in vita mia! Usami come il tuo cazzo di giocattolo! Sborra in me o su di me, non mi interessa! Fottimi e basta!”

Si inginocchiò dietro di lei e spinse il suo cazzo nel suo buco stretto. Ha assaporato la sua carne spugnosa mentre le martellava la fica. Le sue palle schiaffeggiarono contro il suo clitoride e lei ululava come un animale selvatico. Afferrò una ciocca dei suoi capelli biondi, tirandola su mentre cavalcava il suo culo stretto.

"Fottuta puttana!" gemette. “Voglio sentirti venire sul mio cazzo. Adoro sentire una puttana sporca che mi viene addosso.

"Sì!" gemette, sbattendo indietro i fianchi. “Fottimi più forte! Vengo! Sono così vicino! Oh Dio! Non sono mai stato fottuto così forte!”

Il corridoio vuoto echeggiava dello schiaffo della loro carne e dei loro grugniti animaleschi. L'ha scopata forte, proprio come lei l'ha implorata, e lei ha rapidamente inarcato la schiena e gli è venuta duramente sul cazzo. La sua fica lo strinse addosso, rendendo il suo canale un paradiso meraviglioso in cui tuffarsi.

“Ecco fatto, mia sporca puttana! Sei venuta perché ti ho trattata come una puttana!

"Sì!" lei ha urlato. "Sono la tua sporca puttana!"

He pulled out of her and yanked her hair until her cheek rubbed against his cock. Then he jerked his fist furiously up and down his greased shaft. The pressure grew and grew and grew, then he erupted on her face. White strands streaked across her cheek and and forehead, dripping thick down her face. Another blast landed in her blonde hair, and the final one landed on her purple blouse.

“You're going to wear my cum all day, bitch!” he grunted—with Aaliyah's wishes, he felt invincible. He could live out whatever perverted fantasy filled his mind. He didn't have to bury them in the depths of his soul because of society's judgmental rules.

“Oh, god, everyone's going to see.” Her lips curled into a slight, pleased smile.

Kyle grinned at her. “And you'll tell them exactly whose cum it is, won't you.”

"Sì!"

Lui annuì. “After school, I'll speak to your parents and have them sign a concubine contract so it'll be official.”

“Yes, Kyle.”

“Master,” he corrected.

“Yes, Master.”

Kyle pulled her to her feet and helped her pull up her jeans. They walked into drafting class; Mr. Wilkie was not pleased that they were late. “Miss Kendrick, you will wash your face clean this instant!” their teacher bellowed.

“I can't do that,” she answered, wilting beneath the teacher's demands. “I'm Kyle's now. And he wants me to wear his cum proudly.”

Mr. Wilkie's face went red and he spluttered. “That's it! We're going to see the Principal this instant!”

Kyle gave the teacher an insolent grin. “Will we?” Aaliyah, I wish to be out of trouble with Mr. Wilkie.

*I can't change that now, my love,* her worried thought sent back. *It's too late. You've been caught.*

Kyle groaned, he was learning all about Aaliyah's limitations as he marched behind the teacher. So I have to make a wish not to get in trouble before I have my fun?

*Yes. Oh, I hope it's not serious?

Kyle had a sinking feeling it would be as he looked at the glowering face of Mr. Wilkie.

Principal Burke was a distinguished looking man, his black hair just graying, and in great shape for a guy in his fifties, or even his thirties. And he did not look pleased, especially when he saw what decorated Alexina's face.

“I'm surprised to see you here, Kyle,” he spoke.

Kyle flushed. "Scusate. Alexina and I...well, she's my new concubine. And I'm afraid we got carried away.”

“And that's why your semen decorates this young woman's face?”

"Sì."

“He won't let her clean it off,” Mr. Wilkie interjected. “The little degenerate—”

Principal Burke cut him off with a wave of his hand. “I'll take care of this Brooks. Get back to your class.”

"Bene." Kyle could hear the teacher muttering under his breath as he left.

Principal Burke's eyes fell on Kyle, and he shrank in his chair. “I'll have Alexina clean herself up. She shouldn't be in trouble, she was just obeying me.”

"Certo. Go clean up and head back to class, young lady.”

She gave Kyle a fond look, then retreated out of the class.

The Principal stared at Kyle, his brown eyes felt like augurs boring into him. Kyle squirmed, running a hand through his black hair. Finally, Burke spoke: “Kyle, I know it's hard at your age to resist your hormones. And having women at school with whom you have a sexual relationship can be quite a distraction, but you can't do those sorts of activities at school.”

“Of course, Principal Burke. Mi dispiace."

“These activities should be saved for the privacy of your bedroom, not our school.”

“I am really sorry, sir,” Kyle muttered. “It won't happen again.”

The Principal nodded. “I should suspend you Kyle, but you've never been in trouble before. So I'll let you off with a warning. This time.” His voice grew hard.

Kyle nodded, “Of course, sir.”

“You're a good kid, you have a fine future. And it starts in High School. So keep those hormones under control.”

“I'll do better, sir.” Next time I'll make sure I don't get caught, Kyle blinked, realizing he missed what the principal just said. So he nodded, and took the Principal's proffered hand, wincing; The old man had an iron grip, and he felt a warm flush of shame. All those years of martial arts, and the fifty-year-old had a better grip.

“How's your wife settling in?” the Principal asked.

“Aaliyah seems to be fitting in fine, sir.”

“Good, good. She seems like a great girl. I'm thrilled to have her at the school.” A sly grin appeared on the older man's lips. “Just keep it in your pants, okay.”

"Sì."

“Okay, you can head back to class.”

Alexina waited outside for him, her face still damp. She hugged him, and he felt a little better. “I'm sorry,” she whispered.

“It's not our fault. I just got carried away.”

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Christy walked into the biology lab after school. Ms. Franklin and the rest of the coven waited. They stood in a circle, and she took her place between Opal and Sable.

“What's going on?” Sable asked. “I thought we weren't supposed to meet at school.”

“Amber has news,” Ms. Franklin answered, looking at Christy.

“The Genie is the new girl,” Christy said.

“Really, Lexie?” Onxy asked.

Christy blinked. "Chi?"

“Lexie Lyndon, I think. She's a brunette with curly hair. She started today. I have chemistry with her.”

"No. Aaliyah. Kyle's wife.” She grimaced, hating to say to call the Genie that. The stupid slut is stealing my Kyle and I am not going to stand for that!

“Oh her?” Garnet piped in, running a hand through her thick, black hair. “She's in my gym class. She seems so...normal.”

“Amber has convinced me,” Ms. Franklin added. “So we need to figure out how we're going to capture her. Ideas?”

“I have a plan.” All six other members of the Coven looked at Christy as she explained how they were going to capture the Genie and drain her powers. Christy wasn't sure what would happen to Aaliyah after that. They wouldn't kill her, right? She'd just go back to being a human.

And then Kyle will go back to his normal self and love only me!

Continua...

Storie simili

Tattia Capitolo 2: Tat l'acquirente di donne

Tattia Capitolo 2: Tat l'acquirente di donne La polizia è arrivata venti minuti dopo. I testimoni sono stati inutili. Uno ha appena sentito uno sparo e basta. Un altro ha visto quello che hanno descritto come un uccello gigante o un pipistrello che volava fuori da una finestra trasportando una ragazza. E poi c'è stata la questione della sorella che è svenuta sulla scena. Era fatta di qualcosa quando la polizia l'ha trovata. Un disegnatore le ha chiesto di descrivere ciò che ha visto. Emetti un mandato d'arresto per Dracula. Disse il capitano della polizia poco prima di posizionare lo schizzo...

108 I più visti

Likes 0

ESTATE HO COMPIUTO 13

Con le mie scarpe e i miei vestiti in mano, ho camminato nel bosco indossando solo la mia biancheria intima bianca. La mia faccia era calda per l'imbarazzo, la rabbia e qualcos'altro su cui non potevo mettere il dito, o forse semplicemente non volevo. Il mio cazzo era più duro di quanto non fosse mai stato nella mia vita e sembrava diventare sempre più duro più pensavo a Jeff e Bob che vedevano la mia erezione nuda. Sapevo di aver sbagliato dicendo loro di andare a farsi fottere e scappando via come ho fatto io. Anche se avevo appena compiuto 13...

1.4K I più visti

Likes 0

Ragazze in spiaggia a tre

È iniziato domenica mattina presto nel weekend del Memorial Day quando mi sono alzato per prendere un bicchiere d'acqua dalla cucina. Stavamo affittando una casa sulla spiaggia nelle Outer Banks e avevo davvero sete per la pizza vegetariana che abbiamo mangiato per cena. Scivolai fuori dal letto e mi diressi in cucina. Ho sentito la TV del soggiorno accesa e ho pensato che le due ragazze fossero tornate tardi dal loro incontro con i ragazzi che prima avevano preso in giro in spiaggia, avessero guardato un po' di TV e l'avessero lasciata accesa. Ho intravisto la TV dallo spazio tra la...

1.2K I più visti

Likes 0

Esibizionista maschio etero Capitolo 1

Ciao. Mi chiamo Tom e sono un esibizionista maschio etero! Fortunatamente per noi esibizionisti non esiste un esibizionisti anonimi. Possiamo semplicemente goderci la nostra perversione. Sono diventato un esibizionista prima di conoscere il significato della parola. Ho molte storie da raccontare. A differenza della maggior parte delle storie esibizionistiche, le mie non finiscono sempre con falsi lavori di testa, lavori manuali o sesso selvaggio. Non so perché gli scrittori debbano finire con una scena di sesso fantasy. Le mie storie di solito sono brevi e finiscono con il pubblico che se ne va mentre ride e ridacchia. Questo mi rende molto...

553 I più visti

Likes 0

Madri in formazione

Una sera Sharon Sampson stava guardando gli annunci per adulti del giornale e notò un annuncio di uno dei nuovi centri di formazione appena aperti. Era ovviamente rivolto a mariti e padri. L'annuncio diceva Se tu e i tuoi figli siete stanchi di essere presi in giro dalla moglie assillante, o se avete bisogno di sbarazzarvi di lei perché hai in mente qualcosa di più giovane, chiamaci. Per un compenso ragionevole, la toglieremo dal tuo mani e sottoporle al nostro rigoroso programma di formazione, dopo di che le verranno assegnate nuove responsabilità nel servizio dell'umanità». La splendida bionda di 30 anni...

168 I più visti

Likes 0

I viaggi di Alyssa

Mentre sedeva da sola nel suo stato mentale ubriaco, Alyssa si chiese quale fosse la reazione di John al messaggio che aveva appena ricevuto. Aveva una ragazza e lei lo sapeva, ma non era che non l'avesse tradita con altre ragazze. Oh dio Lyssa, ti comporti come una vera puttana! Pensò tra sé e sé. Improvvisamente si è pentita di aver mai inviato un messaggio di testo così audace e casuale. E se ora fosse con la sua ragazza? E se l'avesse visto? Voleva mantenere questo segreto, se fosse successo o meno. Oh, avrei dovuto pensarci bene! Disse a se stessa...

126 I più visti

Likes 0

Regina Yavara: Capitolo 37

Capitolo trentasette BROCCO Per favore! L'esploratore elfo urlò. Non capisco perché ti lamenti, dissi mentre lo caricavo sul trabucco, ti riporto al tuo esercito. Tieniti stretto questo, Imperiale, e non rilasciarlo troppo presto. Trenok grugnì, legando le cinghie del paracadute ai polsi dell'uomo terrorizzato. Non funzionerà! Lui pianse. Mi inginocchiai al suo livello e gli posai una mano compassionevole sulla spalla. “I progressi si fanno mettendo a tacere i dubbiosi, piccolo imperiale. Tutti i grandi scienziati del nostro tempo una volta erano chiamati pazzi per le loro idee. Grandi scienziati? Trenok rise: Che calcoli hai fatto? Non hai bisogno di nessuna...

93 I più visti

Likes 0

La ragazza di papà Casey

Il mio nome da ragazza è Casey come lo è il mio nome da ragazzo, sono alto un metro e settantacinque centimetri, 125 fradicio, capelli castani, ragazzo di sedici anni e questa è una storia di pura fantasia per un mio amico speciale, che vorrei amore per un giorno incontrato e ben sai ed essere la sua ragazza! Cosa c'è che non va Casey? Papà mi chiede, quando è entrato in soggiorno e mi ha visto piangere. “Sono gli altri ragazzi a scuola; mi prendono sempre in giro, mi insultano, mi prendono in giro, mi chiamano ragazzino, a volte esprimono il...

1.3K I più visti

Likes 0

La migliore sorella del mondo!!! Parte 2

La migliore sorella del mondo!!! Parte 2 Mi sono svegliato la mattina dopo più riposato di quanto mi fossi sentito da molto tempo. Gli eventi della notte precedente mi stavano attraversando la mente mentre iniziavo a prepararmi per la scuola. Sia io che Sydney ci amavamo molto, in un certo senso fraterno. Non avevo mai pensato a lei sessualmente, ma quando l'ho vista masturbarsi fino all'orgasmo mentre pensava a me... ho iniziato a vederla sotto una nuova luce. Ora la vedevo non solo come mia sorella maggiore, ma come una donna bella e sexy. Sono sceso al piano di sotto, la...

1.4K I più visti

Likes 0

Keco lo speciale

Prologo Mi chiamo Keco. Tecnicamente è il mio nome umano. Il mio vero nome è geltrone6went. Vengo da un pianeta chiamato Glutinous distante miliardi di galassie, e per alcune circostanze sono finito su uno strano pianeta chiamato Terra. Da dove vengo io, ognuno ha la capacità di trasformarsi in oggetti e animali diversi. Ma io ero un po' diverso, se lo chiami così. Sono nato con ogni super potere a cui potresti pensare. Penso che sia per questo che i miei genitori mi hanno mandato via. Per proteggermi da tutte le persone gelose del nostro pianeta. I miei genitori mi hanno...

1.6K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.