Babysitter per i Jones

299Report
Babysitter per i Jones

Faccio da babysitter al signor e alla signora Jones da circa un anno ormai. Sono sempre così buoni con me. Una sera escono per una grande festa in città. Hanno bevuto qualche drink prima di andarsene e non hanno messo via il liquore. Ho deciso di bere qualche drink dopo che i bambini erano andati a letto.

Verso mezzanotte squillò il telefono, era il signor Jones che chiamava per il check-in. Gli dissi che andava tutto bene. Ha detto che sarebbe tornato presto per assicurarsi che fossi tornato a casa bene. Gli ho detto che non ce n'era bisogno, mia mamma ha detto che potevo passare la notte. Arrivò comunque a casa circa un'ora dopo. Ero sul divano in maglietta e pantaloncini. Mi ero addormentato quando lo sentii sussurrare il mio nome. Mi sono svegliato e ha detto che potevo dormire nella stanza degli ospiti. Mi ha aiutato ad alzarmi e mi ha accompagnato nella stanza. Mi ha aiutato a sdraiarmi sul letto e mi sono rilassato. Si sedette accanto a me e cominciò a giocare con i miei capelli. "Elizabeth, sei a tuo agio?" "Sì, signor Jones, grazie." "Elizabeth, hai bevuto?" "Uhm, no signore." "Elisabetta, ne sei sicura?" "Si signore." "Elizabeth, per qualche motivo non ti credo." Poi ha iniziato a toccare la mia maglietta. "Elizabeth, adoro la tua maglietta." "Grazie, signor Jones." Non indossavo il reggiseno e i miei capezzoli sporgevano chiaramente dal logo sul davanti. Ha iniziato a respirare pesantemente, poi ha preso la punta del dito e ha iniziato a delineare il mio capezzolo, quindi ha massaggiato sopra. Ho iniziato a dimenarmi e a sentirmi a disagio. "Elizabeth, non ti piace?" "Signor Jones, non penso che dovrebbe farlo." "Hmmm... ma non sono d'accordo, mia cara. So che hai bevuto il mio liquore, cosa direbbe tua madre a riguardo?" "Non le farebbe piacere e sarei punito. Per favore, non dirglielo." "Non devo dirglielo, ma dovrai collaborare con me, signorina." Il signor Jones poi mi ha messo una mano intorno alla gola e ha iniziato a pizzicarmi forte il capezzolo. Poi ha cambiato mano. Mi baciò il collo e mi strofinò il palmo della mano su entrambi i capezzoli. "Elizabeth, adoro i tuoi capezzoli. Non ti fa sentire bene? OH sì... è da tanto tempo che desidero toccarli." "Dov'è la signora Jones?" Ho chiesto. "Oh tesoro, è fuori per la notte. Si stava divertendo così tanto che l'ho lasciata stare fuori. Sapevo che potevo tornare a casa e prendere quello che volevo da te." Ho provato a resistergli ma era troppo forte. Adesso era sdraiato sopra di me e potevo sentire il suo cazzo duro attraverso i jeans.

Mi ha abbassato i pantaloncini e mi ha strofinato il clitoride attraverso le mutandine. "Hmm... sei così bagnata, ragazzina. Lo adoro. Questo significa che ti piace quello che sto facendo." Mi ha tirato su le mutandine di cotone in modo che mi tagliassero la figa. Poi li ha strofinati di nuovo sul mio clitoride. Mi dimenavo avanti e indietro e mi sentivo sempre più bagnato. Si abbassò i jeans. Afferrò una sciarpa appesa alla porta dell'armadio. Mi ha avvolto la sciarpa attorno al collo. Lo tirava di tanto in tanto e mi soffocava. Ciò significava che aveva il controllo totale. "Elizabeth, volevo che prima mi succhiassi il cazzo, ma non posso più aspettare, devo dividerti a metà." Il signor Jones mi è salito sopra e ha infilato il suo cazzo dentro di me. Ho urlato e lui mi ha messo la mano sulla bocca mentre mi picchiava. Pensavo che il letto stesse per crollare, mi stava scopando così forte. Tirava fuori completamente il cazzo e lo spingeva dentro completamente. "Ahhh Dio, sei così stretta, piccola puttana del cazzo. Diventerai la mia piccola troia, Elizabeth." Era così profondo dentro di me che mi ha fatto piangere. "Elizabeth, vuoi assaggiare te stesso?" Ha tirato fuori il suo cazzo dalla mia fica e mi ha detto di leccarlo per pulirlo. Quando ho rifiutato ha tirato su la sciarpa e ha iniziato a soffocarmi. Ho tirato fuori la lingua e l'ho leccata, tutto intorno alla testa e all'asta. "Che bella stronzetta, ora girati." Mi sono girato e mi sono messo a quattro zampe. Afferrò la sciarpa e si mise dietro di me. Mi ha sculacciato e ha infilato di nuovo il suo cazzo nella mia figa. "Oh Dio, è ancora meglio da dietro. Perché ho aspettato così tanto per scoparti, puttana??" Mi stava colpendo da dietro. Io strillavo e lui continuava a tirarmi la sciarpa e a tirarmi i capelli. Mi ha spinto la faccia contro i cuscini e mi ha scopato così forte che non ha avuto pietà di me. "Adoro la tua fica stretta, puttana. Ti avrò quando voglio, capito?" Scossi la testa mentre lui tirava la sciarpa.

Si tirò fuori e poi mi tolse la sciarpa dal collo. Lo ha strofinato sulla mia fica succosa avanti e indietro. "Hmm... questa sciarpa si sta inzuppando dei tuoi succhi, ragazzina." "Ora è il momento di farti davvero male." Ha preso la sciarpa e me l'ha legata intorno alla bocca. Era così stretto che se mi avesse tappato il naso non sarei riuscito a respirare. "Sei pronta a fare del male adesso, puttana?" Non avevo idea di cosa avrebbe fatto. Potevo sentire il suo cazzo contro il mio culo. Ho provato a strisciare via ma lui mi ha afferrato per i capelli: "Oh no, non andrai da nessuna parte. Chiamerò subito tua madre e le dirò quanto sei ubriaco..." Poi ha infilato il suo cazzo nel mio culo. "Ahhhhhhhhhhh!!!!" Ho urlato attraverso la sciarpa. Faceva così male!! Lui rise e lo spinse ancora di più. "OHhhhhhhhhh Dio!!!" Mi ha scopato ancora più forte di quanto abbia scopato la mia figa. Mentre mi scopava il culo, mi massaggiava il clitoride e infilava le dita nella mia fica. "Cazzo, ragazzina, la tua figa è bagnata fradicia. Adori dannatamente il mio cazzo. Mi ami da morire!!" "Ohhhh Dio, puttana. Mi renderai un uomo molto felice e ricco." Mi tirava i capelli ancora più forte ad ogni spinta nel mio culo. Mi stava sculacciando forte il culo, faceva male. "AHhhhhhhhhhh sì puttana, sto per venire. Ohhhhhhhhh quasi!!!" Lui si tira fuori e mi tira in ginocchio afferrandomi per i capelli. "Ohhhhhhhh ecco che viene....troia!! Guardami!! Ahhhhhhhhh sì, indosserai il mio carico, tesoro!!" Mi è venuto sul viso e sui capelli. Mi slacciò la sciarpa dalla bocca. Mi ha fatto leccare il suo cazzo per pulirlo, poi mi ha asciugato la faccia con le mani e poi me le ha fatte leccare per pulirle.

"Elizabeth, sei proprio una brava puttana. Tornerò domattina per scoparti la faccia. Buonanotte."

Storie simili

Diventare Zoe

La mia futura moglie Annie aveva accettato un lavoro fuori città e la vedevo solo ogni due settimane circa. Mi mancava così tanto. Lei ed io eravamo diventati amanti a distanza. Aveva un volo di ritorno a casa venerdì sera. Stavo andando a prendere suo figlio Zakk dal suo dormitorio e noi due saremmo andati a prenderla all'aeroporto e ci saremmo goduti il ​​fine settimana insieme. Zakk è al suo primo anno di college e sta studiando per diventare un truccatore per il teatro e lo schermo. Lui e io non ci siamo davvero conosciuti e questo doveva essere il fine...

1K I più visti

Likes 0

La sorella della moglie è la puttana dell'ufficio!

Questa non è esattamente una storia normale che potresti trovare su xnxx. Ho trovato questo pubblicato in un forum insieme a un mucchio di commenti di giudizio. Lo sto solo ripubblicando per far divertire le persone. Il poster originale afferma che questo è tutto vero e che ha cambiato i nomi. La sorella di mia moglie è la puttana dell'ufficio e suo padre gliel'ha fatto fare! Katie ha sempre condiviso tutto con me e il percorso professionale di sua sorella è diventato un argomento di cui discutiamo a letto. Rosie ha sempre avuto un corpo delizioso ma non c'è molto da...

850 I più visti

Likes 0

Colto in flagrante_(0)

Colto con le mani nel sacco Questa esperienza ha coinvolto il mio conoscente Ben. Dico conoscente perché l'ho incontrato solo una volta prima, abbiamo parlato a malapena e non aveva molto legame con me: era il figlio della mia amica più grande Vicky. Conoscevo Vicky perché facevo volontariato nel suo negozio di animali e, anche dopo aver finito, ancora oggi restiamo buoni amici. All'epoca avevo 15 anni e Ben 13. Vicky mi ha invitato a fare un barbecue per festeggiare il suo compleanno, quindi insieme a molte altre persone ho accettato, ero il più giovane lì a parte Ben che è...

275 I più visti

Likes 0

Il furgone - Scopa mia moglie

Una sera io e mia moglie stavamo cenando, è venuto fuori l'argomento di una delle nostre fantasie. L'abbiamo chiamato il furgone. Era stata una nostra fantasia ricorrente prendere diversi ragazzi e farli scopare mia moglie nel retro di un furgone. Questa volta abbiamo deciso di farlo quindi abbiamo aspettato il weekend. Abbiamo noleggiato un furgone bianco per la notte e siamo andati in centro alla ricerca di alcuni ragazzi belli e sani. Indossava un mini abito nero scollato e aveva un letto rifatto nella parte posteriore. Abbiamo guidato per un po' e ci siamo imbattuti in un ragazzo che camminava da...

1.9K I più visti

Likes 1

Fantasia di schieramento

Voglio raccontarvi tutto del mio dispiegamento in Turchia. Ero solo e non avevo voglia di fare lo stesso di tutti gli altri ragazzi. Sai parlare con le ragazze dello stato sperando di poter organizzare qualcosa per quando torno. Ero in una stanza con 8 ragazzi in 4 letti a castello e volevo trovare qualcuno che fosse di stanza qui con la propria stanza. Forse anche una casa. Così sono andato al gruppo di vendita in cantiere su Facebook e ho iniziato a cercare un amico nell'elenco dei membri. Chissà, forse conoscevo qualcuno qui. Beh, mi sono imbattuto in una ragazza di...

2.4K I più visti

Likes 0

Sissy Lucy incontra suo padre

Ho circa 20 anni e gestisco un ristorante/bar locale. Sono 5 piedi e 8 e magro con lineamenti abbastanza femminili. Per la maggior parte delle persone sono solo Tom, un ragazzo normale che ha fidanzate occasionali, ama una birra e guarda il calcio. Per i miei amici più cari sono Lucy, una troia femminuccia che ama il cazzo. Di recente ho trovato un papà online. Era un uomo più anziano e più esperto. Abbiamo iniziato a chattare e gli ho inviato alcune foto e videoclip birichini di Lucy che suonava. Mentre parlavamo ho rivelato che mi piace essere dominato, mi è...

774 I più visti

Likes 0

La mia vera storia di vita: capitolo uno

Diverse persone mi hanno chiesto di raccontare la storia della mia vita poiché ho accennato ad alcune delle mie esperienze insolite. Quindi penso che il miglior punto da cui iniziare sia la notte in cui sono finiti i miei 10 anni di matrimonio. Era un venerdì sera e mio marito Tim è tornato a casa ubriaco. Questa era diventata la sua pratica abituale negli ultimi due anni. Ha affermato che il suo capo gli stava causando un aumento dello stress e ha dovuto fermarsi con i ragazzi per rilassarsi. All'inizio tornava a casa un po' brillo per quando portavo a letto...

752 I più visti

Likes 0

Dare un erede a Lord Ablington

Stavo oziando tutto il giorno aspettando il pranzo quando ho sentito la terribile notizia: Alan Lord Ablington era caduto da cavallo durante la caccia di lunedì mattina ed era completamente morto. Tommy Goodfellow si era fermato mentre andava ad Abbotsford quel martedì mattina per raccontarci, come sapeva, della mia precedente conoscenza con Lady Ablington. Ho provato un misto di emozioni. Lord Ablington aveva recentemente corteggiato e poi sposato la mia dolce metà d'infanzia, una certa Miss Amy Merry, alla quale ero rimasto immensamente affezionato, non si poteva biasimarla, Ablington possedeva la maggior parte del villaggio e molto altro ancora mentre la...

767 I più visti

Likes 0

Samantha e Kaylee_(0)

Avevo una vicina di nome Kaylee che era meravigliosa. Era alta, atletica e aveva un corpo sodo. Probabilmente circa 120 libbre. pelle abbronzata, capelli castano scuro. Ha sicuramente attirato la mia attenzione. Non era una troia, era più una provocazione. Abbiamo frequentato la stessa scuola superiore. L'ho vista spesso, ma non abbiamo parlato molto. Tutto in lei era ipnotizzante, il modo in cui i suoi capelli erano lunghi e avevano la giusta quantità di riccioli, le sue gambe, la figura sexy, aveva persino delle fossette sopra il sedere che potevo vedere quando era in bikini intorno alla piscina. Era una brava...

263 I più visti

Likes 0

Principiante della schiavitù

Maria strinse i denti quando il maestro del bondage incappucciato si presentò, non per nome ma stabilendo il suo completo controllo su mia moglie. Rimase in silenzio davanti a lui, completamente nuda, sottomettendosi a qualunque umiliazione le sarebbe stata inflitta. Aveva iniziato facendole scorrere le mani sul corpo, indugiando sulle sue enormi tette, allargando le gambe in modo da poterle raggiungere. Bella fica stretta, per una troia, aveva grugnito. Adesso ha fatto un passo avanti. Fece oscillare la mano con un backswing completo, collegandosi al seno sinistro. Lo schiaffo echeggiò nella camera di cemento. Il seno di Maria si sollevò, colpendola...

256 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.