Colto in flagrante_(9)

2.8KReport
Colto in flagrante_(9)

Mi chiamo Carla e sono una studentessa universitaria di 19 anni. Vivo con la mia migliore amica Sarah in un appartamento che i suoi genitori pagano per lei. Il padre di Sarah ha fondato un'azienda che ha funzionato davvero bene e ora ha i soldi da spendere per Sarah quando vuole. Più su di me, sono circa 5'4 "con lunghi capelli castano scuro, con una corporatura snella. Ecco la storia di come ho imparato qualcosa in più su me stesso e su Sarah.

Sarah era stupenda, era il tipo di ragazza che quando camminavi lungo il corridoio i ragazzi ti fissavano pensando a come sarebbe stato stare con lei. Aveva lunghi capelli biondi che aveva sempre stirato, gambe che sembravano andare avanti per chilometri e un culo perfetto che sfoggiava in jeans attillati.

Il nostro appartamento aveva le nostre stanze l'una di fronte all'altra, con ognuno di noi che riceveva il proprio bagno. Questo ha fatto sì che difficilmente mettessimo piede nella stanza degli altri senza il nostro permesso. Oggi però dovevo andare nella sua stanza per vedere se aveva una maglietta da prestarmi, dato che tutte le mie erano sporche, perché avevo un gran bisogno di andare a fare il bucato. Entrai nella sua stanza e mi diressi verso il suo comò, entrai nel suo cassetto e trovai una bella maglietta bianca che mi stava stretta sul corpo, mettendo in mostra le mie tette medie. Dopo aver chiuso la porta e girato intorno, i miei occhi hanno colto qualcosa che si nascondeva per metà sotto il materasso del suo letto. Mentre sollevavo il bordo del materasso, mi sono reso conto di cosa aveva attirato la mia attenzione, era un dildo di gomma di 10 piedi con una cinghia collegata.

Non ero la ragazza sessualmente più attiva di sempre, quindi non ho capito subito perché avesse un cinturino collegato. Poi ho capito che Sarah era lesbica. Non ci avevo mai pensato, ma Sarah non aveva mai avuto un ragazzo fisso, solo ragazzi che incontrava alle feste, che si era riportata indietro e da cui si era fottuta. Ma non avevo mai visto nemmeno una ragazza con cui fosse così vicina a fare queste cose.

Accidenti, il pensiero di Sarah con un'altra ragazza era in realtà piuttosto eccitante. Era a scuola in quel momento, quindi sapevo di avere tempo, ho preso il dildo da sotto il suo materasso. Poi mi sono sdraiato sul suo letto e ho alzato la gonna e poi ho tirato giù le mie mutandine nere. Ho passato il dildo sopra la mia fessura prima di inserirlo lentamente lì dentro, era molto più grande di molti dei ragazzi con cui mi trovo, e vorrei che fossero grandi quanto lo era. Quando l'ho inserito il più lontano possibile, l'ho fatto scorrere lentamente fuori e l'ho reinserito. Lentamente all'inizio, ma man mano che il piacere aumentava più velocemente andavo, non mi ci è voluto molto per ......

"Che cazzo pensi di fare!" gridò Sarah dalla porta.

"Perché sei nella mia stanza!"

Per qualche ragione lei in piedi lì a cogliermi sul fatto non mi ha mai fermato e presto ho sentito la meravigliosa sensazione di un orgasmo placarsi su di me. Ho chiuso gli occhi e ho appoggiato la testa all'indietro, poi ho sentito il letto spostarsi come se qualcuno fosse appena arrivato e fosse sul letto adesso, ho aperto gli occhi per vedere Sarah che si chinava su di me. Ha abbassato la testa e ha iniziato a baciarmi, non sapevo cosa mi fosse preso, ma l'ho afferrata per la nuca e ho iniziato a baciarla.

Ci sdraiammo insieme, le gambe intrecciate e l'una sull'altra. Poi ho sentito la sua mano passare tra le mie gambe e iniziare a massaggiare la mia figa dolorante.

"Dio", ho pensato tra me e me, "devo essere ammollo laggiù".

Era come se potesse leggermi nel pensiero perché non appena ho finito di pensare che ha detto "Se sei così, posso solo immaginare quanto sono bagnata".

Con questo sono uscito da sotto di lei e sono andato alla cerniera dei suoi pantaloni. Li ho sganciati e lentamente li ho tirati giù, aveva ragione. Le sue mutandine erano fradicie sul cavallo, quindi le ho tolte mentre lei si toglieva la maglietta. Ho baciato la mia coscia seguendo il calore proveniente dalla sua figa. Le ho dato un bacio sulle labbra prima di far scivolare la mia lingua nella sua fessura. Rabbrividì alla sensazione del mio respiro laggiù, quindi allargai le sue labbra prima di inserire un dito e poi due nella sua fica in attesa. Dopo un po' di ditalini, ho sostituito le mie dita con la mia lingua. Questa è la prima volta che mangio la figa, ho pensato tra me e me come mi sarebbe piaciuto. Immagino di aver pensato bene, perché presto lei stava macinando la sua figa sulla mia faccia di più, la mia lingua si mosse e le leccò tutta la sua figa trascorrendo la maggior parte del mio tempo sul suo clitoride. Presto mi aveva spinto la faccia nella sua figa con una mano, e con l'altra si era aggrappata alle lenzuola.

"O mio dio" esclamò, "non fermarti, o mio dio, per favore, non farlo".

Dopo che il suo orgasmo si è calmato, sono risalito sul letto e le ho dato un assaggio della festa che avevo appena fatto. Ci siamo baciati appassionatamente per un po', prima che lei dicesse "Penso che sia il tuo turno ora".

Detto questo, prese la cinghia dal pavimento e se la fece scivolare sulle gambe prima di allacciare la cintura. Mi sono sdraiato a guardarla prima che si posizionasse tra le mie gambe, si sollevò su di esse prima di entrare lentamente nella mia figa. Non ero ancora abituato alle sue dimensioni dal mio ultimo incontro con esso una buona ora fa. Sarah appena martellandomi la figa con il cazzo di gomma, era meglio di qualsiasi altra scopata che avessi da qualsiasi ragazzo. Era implacabile per rendere la mia prima esperienza lesbica fantastica, e ragazzo stava facendo un buon lavoro. Ha mantenuto il suo ritmo e mi ha incontrato spinta dopo spinta, poi ho sperimentato l'orgasmo più incredibile della mia vita, è iniziato dalle dita dei piedi e ha preso il controllo di tutto il mio corpo, mandando il mio corpo a tremare. Sarah non si è fermata finché non si è calmata prima di sdraiarsi accanto a me, tenendoci stretti, ci siamo addormentati.

Mi svegliai più tardi quel pomeriggio e trovai Sarah sotto la doccia. Ho deciso di unirmi a lei dato che l'odore del sesso mi attanagliava. Ho aperto la porta mentre lei aveva voltato le spalle e ho fatto scivolare le mie braccia intorno a lei tastandole le tette.

"Mi hai spaventato per un secondo lì", ha detto, "Vedo che sei ancora affamato di più però."

Si è girata in modo che potessi prendere uno dei suoi capezzoli nella mia bocca, l'ho leccato e mi sono allontanato prima di fermarmi e cambiare i capezzoli. Sarah si stava decisamente divertendo dato che non aveva detto una vera parola a parte i gemiti per tutto il tempo. Poi ha tolto la mia testa dai suoi capezzoli e mi ha dato un lungo e profondo bacio alla francese appassionato.

Poi si è fatta strada con un bacio sul mio viso e ha leccato un po' ciascuno dei miei capezzoli prima di continuare lungo il mio stomaco fino alla mia figa. Ha abbassato la testa tra le mie gambe per ottenere un punto migliore per leccare la mia figa dolorante. Potresti dire che questa non era la sua prima volta che leccava la figa perché è entrata proprio lì e ha trovato il mio clitoride, ha dovuto solo succhiarlo e leccarlo per farmi afferrare le cose del sapone accantonare e provare l'ennesimo incredibile orgasmo. Sono fortunato che l'acqua mi stesse colpendo perché se non lo fosse sono sicuro che sarei svenuto sotto quella.

Poi, dopo aver chiuso l'acqua e finito di pulire, abbiamo sentito i suoni di un ragazzo che si lamentava nella stanza di Sarah. Io e lei ci siamo diretti lentamente verso la porta per guardarci intorno, i miei seni seduti sulla parte superiore della sua testa ci siamo guardati intorno per vedere il nostro padrone di casa che si masturbava il suo cazzo nella mia figa ricoperta di succo di perizoma.

Storie simili

Il Barfly - cap. 2, riscrivi

Prologo Vorrei ringraziare coloro che hanno letto le mie storie e le hanno commentate. Questa è una riscrittura completa del secondo capitolo della mia storia The Barfly originariamente pubblicato nel forum. Vorrei chiedere a quelli di voi che mi onorano con voti negativi nei gruppi di lasciare alcuni commenti in modo che io possa imparare cosa non piace ai lettori delle mie storie. Vorrei anche chiedere a quelli di voi a cui piacciono le mie storie di lanciare un wote a modo mio per tenerle in una posizione accessibile. Godere J. Bailey Il Barfly, cap. 2, riscrivi Si svegliò la mattina...

2.2K I più visti

Likes 0

Sesso sul treno

Tom è stato a Edimburgo per un incontro di lavoro. Era stata prevista una bella giornata estiva, quindi è vestito con pantaloni chino beige, scarpe brogue marroni, una camicia aperta bianca e un blazer blu. Con la sua pelle abbronzata, sembra piuttosto elegante in città. Il suo incontro è scaduto e così ora è sull'ultimo treno per tornare a Leeds, nello Yorkshire, che sta per lasciare la stazione alle 21:30. Non ci sono molti passeggeri che salgono sul treno quindi sceglie un gruppo di 4 posti con tavolino, si siede nel posto di corridoio con le spalle al senso di marcia...

792 I più visti

Likes 0

Trio alla festa di Natale

Avevo solo 20 anni e avevo sempre amato Bev (32) da quando avevo iniziato a lavorare un paio di anni prima. Aveva lunghi capelli castani con la permanente, una figura sinuosa con fianchi larghi e meravigliosi, seni grandi e gambe lunghe. Bev indossava spesso top scollati che servivano ad accentuare i suoi grandi seni sodi. Mi ritrovo a sognare ad occhi aperti e a guardare la sua bella figura. In più di un'occasione sono stato catturato da Bev che mi sorrideva semplicemente timidamente con uno sguardo d'intesa prima che tornassi timidamente al mio lavoro, per tutto il tempo la mia mente...

2K I più visti

Likes 0

Internet

Qualche anno fa, quando vivevo ad Amsterdam, ho parlato con una donna del sud dell'Inghilterra su Internet. Andavamo molto d'accordo e spesso le nostre chiacchiere si rivolgevano al sesso. A volte condividevamo le nostre fantasie. Dopo circa 6 mesi di chat ha iniziato a raccontarmi le sue fantasie più profonde. Una notte mi ha detto che spesso fantastica di essere osservata mentre fa sesso. Ha detto che le sarebbe piaciuto fare sesso dal vivo su Internet o uscire a fare il dogging. Naturalmente quello che aveva appena detto mi fece venire subito il cazzo duro. Ho deciso di rischiare e le...

1.9K I più visti

Likes 1

Amore nerd

Mentre i giovani corpi caldi si contorcevano intorno Jimmy stava accarezzando il suo cazzo duro di 17 anni, 6 pollici e mezzo il più velocemente possibile. Quando è entrato nel suo calzino Jimmy ha pensato che sarebbe stato fantastico essere l'uomo nel porno che stava guardando, avere una ragazza che lo avrebbe davvero scopato è il suo sogno. Jimmy non ha molte abilità sociali, vedi, va a scuola online il che significa che non può incontrare nuove ragazze e anche se lo facesse probabilmente non lo prenderebbero nemmeno in considerazione a causa del suo essere eccessivamente magro e della sua goffaggine...

2.3K I più visti

Likes 0

L'uomo più piccolo

Stavo guardando le gambe di Jerry, mentre era in piedi sullo sgabello davanti a me. Aveva le cosce molto forti, e ho ammirato la sua forma mentre metteva la nuova lampadina nella plafoniera. Questa cosa è un dolore da raggiungere, ha detto Jerry. Poi, mentre lottava con il bulbo, i miei occhi seguivano le sue gambe muscolose fino al punto in cui si incontravano, e ho dovuto sopprimere uno sguardo fisso: c'era un nodulo che giaceva di lato, un piccolo nodulo, ma c'era un nodulo ben definito. Lascia che ti spieghi quello. Stavamo parlando del nostro recente gruppo di feste che...

1.8K I più visti

Likes 0

Cosa c'è sotto 2

Quella mattina Jennifer andò al lavoro un po' più veloce del solito, temendo di fare tardi. Aveva un disperato bisogno di questo lavoro per la sua famiglia. Essendo una madre single di due figli e nessun uomo in giro, era l'unico lavoro che poteva ottenere. Per favore, non farmi fare tardi. pensò tra sé, premendo ancora un po' il piede sull'acceleratore, ignorando il tremolio del volante. È volata oltre un cartellone pubblicitario e ha visto un'auto della polizia uscire dietro di lei nello specchietto retrovisore, accendendo il tetto. Il cuore le sprofondò nel petto e sentì il sapore della cenere in...

1.9K I più visti

Likes 0

Il patto del diavolo, la figlia dei tiranni Capitolo 14: Highway US-12

Il patto del diavolo, la figlia dei tiranni per mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2015 Capitolo quattordici: Autostrada US-12 Nota: grazie a b0b per aver letto questo beta! Sabato, 9 luglio 2072 – Rex Glassner – Longview, WA Mi piaceva Longview, Washington. La città fu costruita lungo il fiume Columbia proprio dove tornava a ovest verso il Pacifico, lasciandosi alle spalle le rovine della I-5. E la città di Longview ci piaceva. Adoravano mio padre. C'erano ancora statue di mio padre e sua moglie Mary in giro. E un tempio pieno di belle donne - sacerdotesse - in abiti diafani incastonato nel...

2K I più visti

Likes 0

Il weekend di una figlia Pt. 2

Erano passate un altro paio d'ore e Savannah aveva finito per addormentarsi. Ho accostato il vialetto di ghiaia e mi sono fermato davanti alla nostra capanna di famiglia. “Savannah,” le scossi la spalla, “siamo qui”. Gli occhi di Savannah si aprirono intontiti e sbatté le palpebre diverse volte mentre si riprendeva e si orientava. Mentre Savannah si stava svegliando dal suo pisolino, sono scesa dalla macchina e sono andata al portellone del camion per prendere i nostri bagagli. Non riuscivo a smettere di pensare a prima, a come mia figlia avesse preso il controllo e mi avesse effettivamente succhiato. Era sbagliato...

1.5K I più visti

Likes 1

HOBO Capitoli 12 e 13

CAPITOLO DODICI Mi sono svegliato presto la mattina successiva e sono stato in grado di alzarmi dal letto senza svegliare Michelle. Sono andato in cucina, ho preparato una tazza di caffè. Ho poi cucinato uova strapazzate, pancetta e salsiccia e stavo finendo quando Michelle è entrata in cucina strofinandosi gli occhi. “Cosa stai facendo?”, chiese sbadigliando. “Ci sta preparando la colazione. Per favore, siediti sullo sgabello”, mi sorrise, fece il giro del bar e si sedette. Le ho preparato un piatto e l'ho posato davanti a lei, poi le ho versato una tazza di caffè. Poi ho aggiustato il mio piatto...

1.1K I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.