Il migliore amico di mio figlio, parte 4, sua madre si unisce alla festa

4.4KReport
Il migliore amico di mio figlio, parte 4, sua madre si unisce alla festa

Mi chiamo Jackie e nella storia di My Son's Best Friend Part 3 ti ho raccontato la mia esperienza con una doppia penetrazione con Zack - il migliore amico di mio figlio Ricky - e Ricky, premiando i brillanti voti di Ricky in chimica a scuola. È stata una nuova esperienza per me e l'orgasmo più intenso che abbia mai avuto.

Come ho detto prima, occasionalmente facevo sesso con Zack o Ricky, ma evitavo noi tre insieme e inoltre non preferivo il sesso tutto il tempo con loro: non volevo che fossero troppo abituati o dipendenti dal sesso. con me invece di uscire con ragazze della loro stessa età. Tuttavia, in alcune occasioni speciali abbiamo passato dei bei momenti insieme e mi sono divertito!

Questa avventura è iniziata quando, un sabato pomeriggio, ho visto Karen Carter, la madre di Zack, al supermercato. Io non eravamo amici intimi, ma ci conoscevamo dal quartiere e dalle attività scolastiche dei ragazzi, quindi è venuta a salutarmi e mi ha detto, sorridendo, che era gelosa di me. mi sono congelato! Sapeva cosa stavo facendo con suo figlio? Ma ha continuato e ha detto che Zack passava sempre più tempo a casa mia ed era molto più felice del solito.

Abbiamo continuato a chattare. Si è scusata per averlo tolto dal petto, ma si sentiva sola, suo marito era troppo occupato, viaggiava tutto il tempo e non si faceva vedere da settimane. Sembrava depressa, la povera donna. Mi dispiaceva per questo – e un po' in colpa per aver rubato suo figlio – e ho invitato lei e Zack a trascorrere la domenica con noi. Il tempo era bello e potevamo goderci la piscina e bere un paio di drink e pranzare insieme. Ha accettato volentieri, dicendo che avrebbe davvero potuto usare una giornata di relax senza alcuna preoccupazione per cambiare.

Sono arrivati ​​verso mezzogiorno di domenica, ed io ero già nell'area della piscina con Ricky. Era una giornata gloriosa, calda e soleggiata. L'ho accolta con un copricostume bianco che ha accentuato la mia pelle abbronzata, che ho rimosso per rivelare i miei bikini gialli sexy con top a triangolo rivelatori - che mostrano molte delle mie grandi tette - e piccoli infradito. Ho invitato Karen a unirsi a me, le ho mostrato dov'era lo spogliatoio e mi sono rilassato sul lettino per prendere un po' di sole. Ho visto che sembrava sorpresa dal modo in cui ero vestita, ma ero a casa e non avrei cambiato la mia routine.

Karen è arrivata a casa con un elegante abito da spiaggia blu, e quando è tornata dal camerino indossava un elegante costume da bagno blu scuro e un sarong. È un noto avvocato di uno studio tradizionale del centro, ed ero sicuro che fosse una persona conservatrice. Karen è una donna bellissima, con un'andatura aggraziata ed elegante in contrasto con il mio modo sensuale. È molto alta, snella, con tette piccole che sembrano sode e una vita elegante in armonia con il busto e i fianchi. I suoi capelli biondi si abbinavano ai suoi begli occhi verdi e al viso espressivo. Le sue mani e i suoi piedi sono aggraziati e ben curati e le sue gambe lunghe e ben modellate. Era così bianca che, ripensandoci, ho deciso di prepararci un ombrello.

Si è seduta vicino a me e abbiamo iniziato a chiacchierare e a goderci una brocca di margarita, mentre i ragazzi giocavano a palla in piscina. Dopo diverse bevande fredde, molto rinfrescanti in quella calda giornata, e già nella seconda brocca, la chiacchierata è diventata più intima e personale: ho iniziato a parlare della mia vita da donna divorziata, e lei mi ha raccontato quanto si sentiva frustrata.

Ha detto che suo marito era un pezzo grosso nelle vendite in una grande azienda, un pazzo maniaco del lavoro che viaggiava tutto il tempo, principalmente a livello internazionale. Ha iniziato a tornare a casa nei fine settimana, piuttosto che stare fuori 2 o 3 settimane, e in questi giorni era normale che stesse via per 2 mesi o più. Quando tornava a casa, si sentiva sempre stanco, stordito e non aveva molto interesse per lei. Ha confessato di aver sempre avuto un forte desiderio sessuale, ma si era arresa e si sentiva tesa e frustrata.

Mi ha chiesto della mia vita sessuale da divorziata, e io ho detto che non avevo niente da ridire: vedevo un uomo ogni tanto – rabbrividivo quando pensavo a suo figlio e al mio come miei compagni di sesso, ma ovviamente non li menzionavo – e per il resto mi non ho avuto problemi a soddisfarmi. A bassa voce per non farsi sentire dai ragazzi, ha detto: "Jackie, i giocattoli non mi aiutano, ho bisogno di un uomo, ecco perché non sono felice in questi giorni!"

Stimolata dai margarita e molto ben legata, le ho chiesto se le sarebbe piaciuto fare una sauna, sarebbe bello rilassarsi, e ha accettato. Ho detto a Ricky di accenderlo e sarebbe stato pronto in circa 30 minuti. Dopo un po' andammo nello spogliatoio, e io le sorridevo e la prendevo in giro dicendo che le regole della casa erano quelle tradizionali finlandesi: niente vestiti, ma gli asciugamani erano ammessi. Aveva uno sguardo strano ma non si lamentava.

Sono andato nel piccolo camerino a spogliarmi e ne sono uscito avvolto in un piccolo asciugamano. Nella zona della sauna c'è un box con due grandi soffioni per doccia fredda, così ho fatto una doccia veloce – e ho detto a Karen di fare lo stesso prima di entrare nella sauna – ed sono entrata. Ero nuda davanti a lei quando ho fatto la doccia, poiché in origine c'era una porta del saloon nella scatola, ma era rotta. Mi sono seduto sulla panca di legno e qualche minuto dopo si è unita a me Karen, tutta avvolta in un grande asciugamano dalle spalle alle ginocchia, mentre il mio mi copriva a malapena seno e cosce. Si sedette accanto a me e presto i ragazzi entrarono e si sedettero di fronte a noi. È una piccola sauna domestica, quindi io e Karen eravamo sedute molto vicine l'una all'altra ed eravamo a 3 o 4 piedi di distanza dai ragazzi.

Presto il calore si è alzato e, dicendo che non eravamo formali lì, ho scartato l'asciugamano e l'ho messo intorno al collo lasciandolo cadere tra le gambe, in modo che coprisse le mie tette e la mia vagina. Il mio corpo poteva respirare, ma stavo mostrando il lato del mio seno, le mie cosce e i miei fianchi.

I ragazzi hanno preso il comando e hanno fatto lo stesso ma non si sono preoccupati di nascondersi troppo, così ho potuto vedere l'oscurità dei loro peli pubici e il contorno dei loro membri. Karen stava ovviamente vedendo lo stesso, e stava diventando sempre più eccitante. Eravamo tutti tranquilli e volevo rilassare tutti, quindi ho chiesto a Karen di prendersela comoda e di sentirsi più a suo agio, di sentire il calore nella sua pelle invece di essere tutta avvolta. Con un sorriso timido, seguì il mio esempio e si mise l'asciugamano intorno al collo.

Potevo vedere dalla mia parte le sue belle tette piccole, vivace, con capezzoli rosa. Potevo anche vedere il suo inguine e i suoi peli pubici castano chiaro, e con mia sorpresa quella donna elegante e conservatrice sembrava non radersi e portava un bel cespuglio! Ho notato che ha dato un'occhiata anche a me, alle mie grandi tette e probabilmente alla mia figa completamente incerata. Ho deciso di continuare a cerarlo dopo la doppia penetrazione con Zack e Rick, dato che si erano divertiti così tanto. I ragazzi, di fronte, non riuscivano a vederci quanto noi potevamo, ma ci stavano fissando e sicuramente avevano una buona idea di cosa stessero ancora nascondendo gli asciugamani, e ho visto arrivare l'erezione.

Ero molto eccitato dal calore e dalla visione di tutti questi corpi, e ho deciso di ravvivare ancora di più l'umore: ho detto che faceva troppo caldo e stavo per ripristinare la temperatura, ma quando mi sono alzato ho calpestato intenzionalmente il mio asciugamano ed è caduto, lasciandomi completamente nudo davanti a loro tre. Ho fatto finta di tornare a coprirmi, ma invece ho detto: "Beh, mi hai già visto, e comunque siamo informali qui" e ho fatto due passi verso il termostato.

Quando sono tornato indietro, il più sexy possibile, e mi sono seduto, ho notato due erezioni complete, che non si sono degnate di nascondere. Le sussurrai all'orecchio: "Sembra che i nostri ragazzini siano cresciuti". Sorrise e annuì in accordo. Ho notato che stava diventando sempre più facile e ho sistemato il suo asciugamano, mostrando un po' più di carne, in particolare le sue tette, ora molto visibili. Sapevo che a Zack piacevano quelli grandi, ma Ricky continuava a fissare le tette di Karen, forse cercando un'alternativa ai meloni di sua madre.

Gli ho fatto l'occhiolino e gli ho detto: "Figlio, penso di aver abbassato troppo la temperatura, puoi dare un'occhiata per favore?" Ricky capì le mie intenzioni, si alzò e, lasciando l'asciugamano sulla panca, si avvicinò al termostato. Ho visto Karen fissare il suo sedere sodo, e quando è tornato ha mostrato tutta la sua erezione. Lei sussultò e sussultò quando vide quel grosso cazzo duro vicino al suo viso. Ero madida di sudore e la mia figa sbavava con il mio miele, e mi chiedevo come si sentisse quella povera donna nella sua stagione secca. Sorrisi pensando che alla fine si sarebbe divertita presto.

Zack posò lentamente l'asciugamano, rivelando anche il suo lungo cazzo duro rivolto verso l'alto. Karen si guardò dall'una all'altra, apparendo inizialmente turbata, ma presto si ricompose e, dicendo che faceva davvero troppo caldo, si tolse anche l'asciugamano, si appoggiò allo schienale e chiuse gli occhi. I ragazzi hanno guardato il suo corpo, in particolare il suo inguine folto, un grande contrasto con il mio glabro. Non potrei dirlo, ma devono essere diventati ancora più grandi e più duri.

Era una situazione molto erotica, ci siamo fissati senza più limiti, finché Zack non ha detto che si sarebbe fatto una doccia. L'ho seguito dicendo che gli avrei fatto compagnia. Prima di andarmene, ho visto Karen e Ricky sorridersi l'un l'altro, i margarita avevano interpretato il loro ruolo.

Ovviamente non volevo solo fargli compagnia: appena ce ne siamo andati ho abbracciato Zack e l'ho baciato come un matto, i nostri corpi sudati e caldi incollati insieme. Dopo una veloce doccia insieme, dove continuava ad accarezzarmi il culo e le tette mentre io afferravo il suo lungo cazzo e le sue palle, ci siamo seduti insieme su un lettino. Prima che ricominciassimo a pomiciare, Karen lasciò la sauna avvolta in un asciugamano e andò sotto la doccia, guardandoci con sospetto. Ricky la seguì e le chiese se non le sarebbe dispiaciuto se si fosse unito a lei, dato che era troppo caldo per aspettare. Era già nella scatola, nuda, e ha detto di no, ma gli ha voltato le spalle e ha continuato a guardarci. In quel momento Zack mi baciò e accarezzò il mio seno.

Sembrava confusa, sorpresa o semplicemente eccitata, non so, e aprì la bocca e i suoi grandi occhi verdi. Ricky, che era nella seconda doccia fingendo di essere distratto, le toccò il culo con il suo cazzo duro. Lei sussultò ma non si mosse, quindi lui si fece più audace, si avvicinò e l'abbracciò da dietro afferrandole le tette con entrambe le mani. Chiuse gli occhi e si accoccolò tra le sue braccia, sentendo sicuramente il suo cazzo contro il suo culo. Lui iniziò a baciarle il collo, ma lei girò la testa e gli baciò la bocca, mentre lui continuava ad accarezzarle una tetta e l'altra mano le frugava la figa pelosa. Alla fine si voltò, lo abbracciò e continuò a baciarsi. Era più alta e potevo vedere il suo cazzo annidato nelle sue cosce.

Ovviamente, è stata una scena torrida, quindi io e Zack abbiamo smesso di pomiciare e siamo rimasti semplicemente lì, a coccolarci e guardare. Abbassò la sua mano lunga e magra e afferrò il suo cazzo, sentendo il suo spessore e la sua durezza, premendolo contro la sua figa mentre lui le accarezzava le natiche. Gemeva quando teneva il suo cazzo, ma teneva gli occhi chiusi. Alla fine, chiuse la doccia, si inginocchiò e iniziò a fargli la testa. Non era più la dama elegante, ma una donna in calore. Quando Ricky ha detto che voleva leccare la sua figa, lei ha detto: "No, non ora, ho bisogno di quel tuo grosso cazzo nella mia figa, vieni qui".

Gli prese la mano e lo trascinò a un tavolino, si chinò e gliela restituì. "Fottimi, Ricky, ne ho un disperato bisogno!" Aprì le gambe, sollevò il culo e Ricky – ora un esperto con le nostre sessioni di allenamento – gli puntò il cazzo e iniziò a penetrarle la figa. Lei gemette di piacere e gli chiese di rallentare, mentre il suo cazzo allungava la sua figa stretta.

Quando io e Zack l'abbiamo visto, dovevamo scopare anche noi. Mi sono posizionato a pecorina ed ero così bagnato che era dentro di me in una sola spinta e ha iniziato a pompare.

Karen è arrivata presto, gemendo forte, ma Ricky stava facendo un buon lavoro e ha continuato a spingere il suo cazzo dentro tenendole i fianchi. Zack ed io eravamo troppo eccitati, il ragazzo vedeva sua madre farsi scopare e io guardavo mio figlio che sbatteva un'altra donna, e presto ci siamo incontrati, un delizioso orgasmo.

Ricky ci ha guardato quando abbiamo urlato che stavamo arrivando, ed era il suo momento. Afferrò una tetta, mise una mano davanti, probabilmente sentendo la pelliccia, e aumentò le spinte. Presto, i muscoli del suo culo si sono rafforzati e anche lui ha iniziato a venire. Karen, stimolata dai suoi movimenti, iniziò a urlare: "Fottimi forte, cara, fatti esplodere la figa con questo grosso cazzo, vai, più forte, vai, ci sono quasi, quasi... yeeeeeaaaaaa...". e raggiunse di nuovo l'orgasmo, questa volta lungo, come indicavano i suoi gemiti e le scosse del corpo. Non avevo mai visto una donna arrivare così a lungo, perché continuava ad andare e venire mentre lui teneva il suo cazzo semiduro dentro di lei con movimenti lenti per molto tempo. Poi, si è avvicinata a un altro lettino ed è crollata, gli occhi chiusi, le gambe aperte mostrando le labbra rosse della figa gonfie ora coperte a malapena dai suoi peli pubici e lo sperma di mio figlio che scorreva fuori.

Ci siamo riposati un po' e siamo corsi tutti in piscina e la pelle si è tuffata e abbiamo continuato a pomiciare nell'acqua. È stata una domenica indimenticabile.

Storie simili

Diventare Zoe

La mia futura moglie Annie aveva accettato un lavoro fuori città e la vedevo solo ogni due settimane circa. Mi mancava così tanto. Lei ed io eravamo diventati amanti a distanza. Aveva un volo di ritorno a casa venerdì sera. Stavo andando a prendere suo figlio Zakk dal suo dormitorio e noi due saremmo andati a prenderla all'aeroporto e ci saremmo goduti il ​​fine settimana insieme. Zakk è al suo primo anno di college e sta studiando per diventare un truccatore per il teatro e lo schermo. Lui e io non ci siamo davvero conosciuti e questo doveva essere il fine...

1.1K I più visti

Likes 0

La banda pt1_(0)

La Banda. pt 1 Questa è la mia prima storia in assoluto, quindi per favore sii gentile nei tuoi commenti. Sono ben accette critiche costruttive. Sono Sarah, ho 26 anni e lavoro in una banca come consulente per piccole imprese. Ho lunghi capelli castani, sono 5'7 taglia 10 con seni piccoli ma impertinenti 32B. Vado in palestra almeno 3 volte a settimana quindi sono in buona forma e sono single da un paio d'anni, anche se mi sono divertito. Comunque ti racconto la mia esperienza con una gang di East Leeds. Era un venerdì e la mia migliore amica Vicky era...

923 I più visti

Likes 0

All'improvviso, tabù

All'improvviso, tabù Se sei un ragazzo abbastanza bello con una personalità gradevole, bravo a chiacchierare con le donne e a muoverti molto, trovandoti nei posti giusti al momento giusto avrai i tuoi momenti di sesso quando meno te lo aspetti; questo è previsto. Ma quando all'improvviso, all'improvviso, senza alcuna indicazione, senza alcuna preparazione, senza alcuna preparazione da parte tua, ti viene servita una figa di prima qualità, e quella figa appartiene alla tua bellissima madre; allora sei un figlio di puttana fortunato. Sono un figlio di puttana fortunato! Una parente di mia madre ci ha inviato un invito al suo matrimonio...

768 I più visti

Likes 0

Allenamento 07

Mi è davvero piaciuto essere usato da Jim. La mia figa del culo sembrava vuota senza il suo grosso cazzo nero dentro. Il sesso con mia moglie era ancora soddisfacente, su questo non c'erano dubbi, ma stare con Jim era diverso. Ammetto di aver avuto una distrazione abbastanza significativa nella mia vita pensando a lui. Ero assolutamente brava al 100% a farmi usare da lui per il suo piacere, essendo la sua cagna o fica, se vuoi. Il piacere che ho provato nell'essere usato come un giocattolo da scopare da Jim era difficile da descrivere, anche a me stesso. Il mio...

345 I più visti

Likes 0

Il weekend di una figlia Pt. 2

Erano passate un altro paio d'ore e Savannah aveva finito per addormentarsi. Ho accostato il vialetto di ghiaia e mi sono fermato davanti alla nostra capanna di famiglia. “Savannah,” le scossi la spalla, “siamo qui”. Gli occhi di Savannah si aprirono intontiti e sbatté le palpebre diverse volte mentre si riprendeva e si orientava. Mentre Savannah si stava svegliando dal suo pisolino, sono scesa dalla macchina e sono andata al portellone del camion per prendere i nostri bagagli. Non riuscivo a smettere di pensare a prima, a come mia figlia avesse preso il controllo e mi avesse effettivamente succhiato. Era sbagliato...

1.6K I più visti

Likes 1

Risvegli 5_(1)

Risvegli 5 -------------------------------------------------- ------------- Tahir e il Capitano stavano analizzando i rapporti che stavano arrivando. Apparentemente, le precedenti azioni di Tahir avevano interrotto per un po' i piani del gruppo del dottore. Ci stavano lavorando da un paio d'ore, quando Tahir notò il rapporto di un cadavere. Gli ci volle un momento per leggerlo, voltandosi verso il Capitano, attirò la sua attenzione. Questo rapporto descrive in dettaglio un corpo che è stato trovato, ciò che sembra strano è che il corpo non aveva alcun cervello. Era quasi come se la cavità cranica fosse stata pulita con l'aspirapolvere. disse Tahir, porgendo il...

1.3K I più visti

Likes 0

Sesso sul treno

Tom è stato a Edimburgo per un incontro di lavoro. Era stata prevista una bella giornata estiva, quindi è vestito con pantaloni chino beige, scarpe brogue marroni, una camicia aperta bianca e un blazer blu. Con la sua pelle abbronzata, sembra piuttosto elegante in città. Il suo incontro è scaduto e così ora è sull'ultimo treno per tornare a Leeds, nello Yorkshire, che sta per lasciare la stazione alle 21:30. Non ci sono molti passeggeri che salgono sul treno quindi sceglie un gruppo di 4 posti con tavolino, si siede nel posto di corridoio con le spalle al senso di marcia...

940 I più visti

Likes 0

DONNE ANZIANE_(1)

Storia di Fbailey numero 219 Donne anziane Quando ho compiuto sedici anni mia madre era impegnata con me. Papà non c'era mai e quando c'era, non c'era ancora. Era il tuo venditore ambulante preverbale. Era un donnaiolo, un ubriacone e una misera scusa per un essere umano. Ha fornito un tetto sopra le nostre teste, ma questo è tutto. La mamma lavorava per pagare il cibo che mangiavamo e i vestiti che avevamo addosso. Ho avviato la mia attività di giardinaggio quella primavera. Ho distribuito volantini in un bel quartiere appena fuori città e ho trovato subito un paio di lavori...

1K I più visti

Likes 1

LA FAMIGLIA DI KRISTI 4_(1)

CAPITOLO QUARTO Quando arrivarono nella sua camera da letto, Roger entrò per primo. Notò per la prima volta che Bob era seduto nella sua poltrona reclinabile, apparentemente a riposo. Guardando il letto, vide che Erin era inginocchiata sul letto e si aggrappava alle sbarre della testiera. Guardando più da vicino, si rese conto che non aveva scelta. I suoi polsi erano legati alla testiera, costringendola a inginocchiarsi, le sue tette penzolanti dal suo petto che gravitavano sul lenzuolo sotto di lei. Tieni quelle gambe aperte puttana! Mi piace guardare il tuo bel culetto. Saremo pronti per il secondo round tra un...

941 I più visti

Likes 1

La mia vera storia di vita: capitolo uno

Diverse persone mi hanno chiesto di raccontare la storia della mia vita poiché ho accennato ad alcune delle mie esperienze insolite. Quindi penso che il miglior punto da cui iniziare sia la notte in cui sono finiti i miei 10 anni di matrimonio. Era un venerdì sera e mio marito Tim è tornato a casa ubriaco. Questa era diventata la sua pratica abituale negli ultimi due anni. Ha affermato che il suo capo gli stava causando un aumento dello stress e ha dovuto fermarsi con i ragazzi per rilassarsi. All'inizio tornava a casa un po' brillo per quando portavo a letto...

799 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.