Sally si sveglia - Capitolo 02

557Report
Sally si sveglia - Capitolo 02

Mia mamma e mio papà vanno in vacanza lasciandomi alle cure di amici di famiglia. Si scopre che potrebbero volere di più che prendersi cura di me.

Mi sono sdraiato sul letto sotto shock. È stato già abbastanza brutto essere scoperto a masturbarmi. Quando Sid mi ha beccato ho dovuto lasciargli fare sesso orale ma ora sua moglie voleva il suo turno. Ammetto che mi sono piaciute le attenzioni di Sid, ma non ero entusiasta che anche Sue mi facesse sesso orale.

"Per favore, Sue, non posso farlo", ho pianto ma lei non mi ascoltava. Ha abbassato la testa nel mio inguine e ha cominciato a leccarmi come aveva fatto suo marito. Ancora una volta mi sono lamentato e le ho chiesto di smettere. Sid salì sul letto accanto a me. "Ti è piaciuto che lo facessi, vero Sally", disse, conoscendo già la risposta. Potevo solo annuire. Il mio corpo mi stava tradendo mentre allargavo di più le gambe e cominciavo a gemere. “Questo è tutto tesoro” disse Sid “lascia cadere le tue inibizioni. Sì, Sue, mangia quella figa gustosa”. Voltandosi verso di me mi ha esortato a giocare con il suo cazzo, ora a pochi centimetri dalla mia faccia. Era completamente eretto e lungo circa 7 pollici. Non avevo mai visto un gallo da vicino prima e ne rimasi affascinato.

Allungando la mano, l'ho avvolto intorno e Sid si è lamentato. Potevo sentire un altro orgasmo crescere mentre Sue prestava particolare attenzione al mio clitoride. Ha infilato una o due dita nella mia figa. All'improvviso ho cominciato a tremare. "Oh Dio, sto venendo", gemetti. Sid ne approfittò mentre raggiungevo l'orgasmo e spinse il suo cazzo nella mia bocca aperta. I miei strilli soffocati echeggiavano per la stanza. “Sì, tesoro, è così. Succhiami il cazzo mentre vieni” gemette Sid. Sue, dopo avermi fatto scendere, alzò la testa. "Avevi ragione tesoro", disse a Sid, "la sua figa era davvero dolce". Sid gemette mentre gli imbavagliavo il cazzo. "Puoi smettere di succhiare Sally perché ora ti scoperò", disse Sid.

Ero un misto di paura ed eccitazione. Paura perché pensavo che mi avrebbe ferito, ma eccitazione per aver finalmente rinunciato alla mia verginità. Sue si sedette guardando mentre Sid cominciava lentamente a infilare il suo cazzo nella mia figa bagnata. Ero così felice che fosse gentile e il mio corpo cominciò ad accogliere l'intrusione. "Oh Dio" gemetti quando sentii che mi apriva. Sue si è alzata dal letto e mi ha baciato. "Rilassati tesoro", disse, ma io ero tutt'altro che rilassata. Pollice dopo centimetro Sid spinse dentro di me finché non fu completamente inserito. Esitando per un momento o due, cominciò a spingere avanti e indietro. Ho iniziato a gemere di piacere. Sue lo ha incitato. "Sì tesoro", sussurrò, "fanculo quella deliziosa stronzetta".

Non so quanto sia durato, forse 5 minuti o dieci? Il mio cervello aveva smesso di funzionare normalmente. Mi girava la testa, il mio corpo tremava ed ero in paradiso. Perché avevo aspettato così tanto tempo per fare sesso? Se avessi saputo che era così bello mi sarei concesso molto prima. "Oh Sid" sussultai "fai del tuo peggio" e Sue fece eco alle mie parole. Cominciò a colpirmi furiosamente e poi gemette mentre mi penetrava profondamente. Dopo diversi gemiti si tirò fuori e si sdraiò accanto a me sbuffando e ansimando. Sue cominciò di nuovo a baciarmi e questa volta io ricambiai il bacio. "Ti è piaciuto quel tesoro?" disse, guardandomi. Potevo solo sorridere e annuire mentre tornavo lentamente sulla terra. Sid rimase lì a guardarci abbracciarci. “Vieni Sue” disse “vieni a letto e fammi venire di nuovo duro. Faremo dormire un po' questa signorina”. Mi lasciarono disteso sul letto, ancora nudo e in visibilio.

Fu così che la mia ciliegia fu scoppiata e anche se la mia figa era tenera andai subito a dormire. Sue venne la mattina dopo e mi svegliò. “Vorrei non dover andare al lavoro oggi” ha detto “Chiamerei i nostri capi per dire che siamo malati e farei l’amore con te tutto il giorno”. Ho sorriso. Mi sarebbe piaciuto, ma il dovere chiama. Tutto il giorno pensavo a loro due che facevano l'amore con me. Sue e la sua lingua ovviamente ben addestrata e Sid e il suo adorabile grosso cazzo. “Smettila di sognare ad occhi aperti” ho sentito qualcuno gridare ma facevo fatica a concentrarmi. Pensavo che le 17 non sarebbero mai arrivate.

Sono tornato a casa e ho trovato Sue in cucina a preparare la cena e Sid impegnato in ufficio con il suo portatile. “Ciao tesoro” la chiamò Sue “fai una doccia. La cena durerà circa un'ora”. Rimasi sotto la doccia lasciando che l'acqua mi cadesse addosso. Mi sentivo tra le gambe ed ero ancora un po' tenero ma non troppo tenero da non riuscire a venire. Mi asciugai e mi infilai i pantaloni della tuta e una maglietta. Mi fissavo riflesso. La maglietta che mostra i miei capezzoli eretti. Volevo che la notte scorsa si ripetesse. Sue notò immediatamente che entravo nel salotto. Lei ridacchiò "sei sicuro di volerci di nuovo stasera?" lei ha chiesto "oh, certo", ho risposto e questa volta sono stato io ad avviare l'abbraccio e il bacio appassionato.

Proprio in quel momento Sid entrò nel salotto. "Spero che voi due signore non dimentichiate la cena", ha detto ridendo, "ci sarà tutto il tempo per quello dopo che avremo mangiato". Sue ritornò in cucina. Abbassai lo sguardo sul gonfiore che cresceva nei jeans di Sid. Il mio cuore batteva forte e la mia figa formicolava. Ha visto dove stavo guardando. “Sì tesoro, sta diventando difficile guardare te e Sue. Non vedo l’ora di toglierti quei vestiti”, sussurrò e si raddrizzò. Proprio in quel momento Sue gridò "vieni e aiutami a servire Sally". Sono andato in cucina. “Il suo cazzo è duro?” disse “si eccita così facilmente. Anch'io, se dovessi dire la verità. Voglio banchettare con quella dolce figa per vedere se stasera ha un sapore migliore”.

L'ho baciata, dicendole che volevo tutto di nuovo. "Lo prenderai tesoro", disse, "ma prima mettiamo la cena in tavola prima che Sid inizi a lamentarsi di nuovo. Penso che dovrà mantenere le forze se vuole renderci felici entrambi ogni sera”. Ho sorriso pensando a Sue e al fatto che ero servito da lui "Lo spero anch'io" ho detto, rendendomi conto all'improvviso che mi restavano ancora 26 giorni per godermeli entrambi. Forse avere una baby-sitter non era così male come pensavo. Ci siamo seduti e abbiamo cenato, ma penso che ognuno di noi stesse pensando a cosa fare dopo. Ho aiutato Sue a lavare i piatti e a mettere in ordine. Potevo vedere i suoi capezzoli anche se aveva il reggiseno. I miei erano così duri che quasi mi facevano dei buchi nella maglietta.

Entrai nel salotto e mi sedetti sul divano. Sue si sedette accanto a me e cominciammo ad accarezzarci. Sid si appoggiò allo schienale della sedia. "Toglile il top, tesoro", disse a Sue. Poi sono passati i pantaloni della tuta. Si leccò le labbra e guardò Sue spogliarsi. Sue e io cominciammo a toccarci a vicenda. Sid si slaccia i pantaloni e punta il cazzo verso il soffitto. "Non fermatevi, signore", ha detto, con la voce stridula per l'emozione, "voglio vedervi mentre vi eccitate". Non ci è voluto molto. Ero così sorpreso che mi piacesse toccare ed essere toccato da un'altra donna. In un giorno sono passato dall'essere eterosessuale a bisessuale. La cosa divertente era che sembrava così giusto. Alla fine Sid si alzò: "forza Sue, porta quella ragazzina e divertiamoci davvero". Ero così pronto per quello.

Portati nella camera da letto principale, sia Sid che Sue cominciarono a spogliarmi. Naturalmente hanno palpato mentre lo facevano. Una volta nudo mi sedetti sul letto guardandoli spogliarsi. Sue mi stava eccitando, ma la vista dell'erezione di Sid mi fece tremare. Mi hanno spinto giù e quando Sue ha affondato di nuovo la testa nel mio inguine, Sid ha insistito perché imparassi a succhiare il cazzo. È stato bello perché i suoi gemiti mi dicevano che lo stavo facendo bene. Sue poi mi ha messo sulle mani e sulle ginocchia e ho leccato la mia prima figa mentre Sid si è avvicinato dietro di me e mi ha preso alla pecorina. Mi ha tenuto i fianchi e mi ha picchiato brutalmente. Lo amavo. Tornato nella mia stanza ho pensato a quello che stava succedendo. Se la mamma telefonasse e dicesse che sarebbero state via otto settimane invece di quattro, sarei così felice. Avevo ancora molto da imparare.

Storie simili

Calda collega MILF

Avevo appena iniziato a lavorare negli archivi di una grande società di comunicazioni quando ho incontrato la donna di quarantacinque anni più sexy che avessi mai visto. Ha lavorato nel dipartimento Music Clearance e si chiamava Jane. Era circa cinque e dieci, 130 libbre, con una figura a clessidra che mi rendeva duro il cazzo ogni volta che la vedevo. Chiacchieravamo nel corridoio e ne vedevo qualcuno qui in giro, ma non avrei mai pensato che l'avrei lasciata sola, tanto meno fget to uck her. Un giorno stava camminando lungo il corridoio massaggiandosi il collo e le ho chiesto se potevo...

972 I più visti

Likes 0

Femmina sensuale

Nome: Susan Dini Età: 36 Razza: caucasica Misure: busto 34, vita 25, fianchi 35 Altezza: 5'-4 Peso: 120 libbre. Sono sessualmente attivo da 19 anni avendo avuto le mie prime esperienze sessuali all'età di 15 anni. Sono felice di dire che ho un livello molto alto di desiderio sessuale. Ci sono alcuni che potrebbero considerarmi una ninfomane, tuttavia considero il mio desiderio sessuale molto sano. Ci sono momenti, anche se per fortuna non molto spesso, in cui sono letargico riguardo al sesso. Non riesco nemmeno a immaginare quanti partner sessuali ho avuto nel corso degli anni. Non riesco nemmeno a immaginare...

1.2K I più visti

Likes 0

Dare un erede a Lord Ablington

Stavo oziando tutto il giorno aspettando il pranzo quando ho sentito la terribile notizia: Alan Lord Ablington era caduto da cavallo durante la caccia di lunedì mattina ed era completamente morto. Tommy Goodfellow si era fermato mentre andava ad Abbotsford quel martedì mattina per raccontarci, come sapeva, della mia precedente conoscenza con Lady Ablington. Ho provato un misto di emozioni. Lord Ablington aveva recentemente corteggiato e poi sposato la mia dolce metà d'infanzia, una certa Miss Amy Merry, alla quale ero rimasto immensamente affezionato, non si poteva biasimarla, Ablington possedeva la maggior parte del villaggio e molto altro ancora mentre la...

937 I più visti

Likes 0

VENDITORE DI LINGERIE

Cindy si guardò allo specchio e dopo aver fissato il suo corpo fuori misura per diversi secondi, scoppiò in lacrime mentre i suoi rotoli di grasso cominciavano a tremare dolcemente al ritmo dei suoi singhiozzi!!! Anche se non era molto alta, portava con sé ben duecentocinquantacinque libbre sulla sua grossa corporatura ossuta, e mentre singhiozzava, i suoi enormi seni, che le pendevano quasi fino alla vita, dondolavano avanti e indietro mentre il le lacrime le rigavano le guance fino ai capezzoli!!! Era passato così tanto tempo dall'ultima volta che aveva avuto un uomo che una volta scherzò tra sé e sé...

474 I più visti

Likes 0

Il mio fratellastro

Penso che sia così dolce quando il mio fratellastro Kevin regala alla sua ragazza le sue cose. Le ha regalato il suo cappello preferito, verso il quale è ESTREMAMENTE protettivo. Ad esempio, non permettere mai a nessuno di toccarlo. Continua a dire che è perfetto ed è praticamente modellato per adattarsi alla sua testa, e glielo ha dato. Le ha anche regalato la sua giacca preferita e le lascia sempre prendere in prestito le sue fortunate perle del karma. Queste cose sono state il suo portafortuna per tre anni. Non se li toglie mai e odia quando le persone li toccano...

731 I più visti

Likes 0

Gli amanti dei samurai

Nel Giappone medievale, nella provincia di Yedo, viveva un giovane samurai di nome Ukyo che si struggeva giorno dopo giorno per l'amore della bella Uneme. Per Ukyo, Uneme era l'uomo più perfetto che avesse mai visto. Era giovane, come lui, appena sedici anni al massimo e aveva come capelli una lunghissima fascia di un nero lucente. Il suo viso era liscio, privo di tagli, imperfezioni e morbido come la crema, il che lo faceva sembrare molto più giovane di quanto non fosse in realtà. Quando si esercitava con Samanosuke, un altro giovane samurai, Ukyo osservava, mentre i suoi piccoli muscoli magri...

676 I più visti

Likes 0

A metà di metà settembre

Per nessun motivo particolarmente affascinante mi sono ritrovato a stare con mia zia Renee. Nel prossimo mese, mi sarei trasferito di nuovo a est o mi sarei trasferito nell'appartamento che mia madre stava per acquistare, nel caso avessi bisogno di un po' di tempo di bufferizzazione. 
Sapevo già che avevo bisogno di tempo di buffer. Avevo anche bisogno del tempo di buffer per spiegarle completamente la situazione. Avevo ad un certo punto e momento, capito chi dovevo essere e prima potevo arrivare a quel punto e smettere di essere quello che ero attualmente, meglio per me e per tutte le persone...

2.3K I più visti

Likes 0

Ogni ragazzo sogna_(1)

Fin da quando ero un ragazzino ho sempre amato indossare abiti da ragazza. Ricordo di aver frugato nel cassetto della lingerie di mia madre e di aver provato le sue mutandine e i suoi reggiseni. Ho adorato il modo in cui il materiale trasparente e setoso si sentiva contro il mio corpo. Crescendo, ho avuto meno opportunità di indulgere nel mio feticcio fino a quando non mi sono sposato. Quando mia moglie era via o al lavoro indossavo le sue mutandine e i suoi reggiseni mentre mi masturbavo. Fortunatamente era alta quanto me, quindi la vestibilità era abbastanza vicina. La incoraggerei...

2.7K I più visti

Likes 0

Fantasia di schieramento

Voglio raccontarvi tutto del mio dispiegamento in Turchia. Ero solo e non avevo voglia di fare lo stesso di tutti gli altri ragazzi. Sai parlare con le ragazze dello stato sperando di poter organizzare qualcosa per quando torno. Ero in una stanza con 8 ragazzi in 4 letti a castello e volevo trovare qualcuno che fosse di stanza qui con la propria stanza. Forse anche una casa. Così sono andato al gruppo di vendita in cantiere su Facebook e ho iniziato a cercare un amico nell'elenco dei membri. Chissà, forse conoscevo qualcuno qui. Beh, mi sono imbattuto in una ragazza di...

2.6K I più visti

Likes 0

Capitolo 3 della mia serie; Rachel viene in primo piano

Leggendo questo ho scoperto che alcuni dei dialetti della mia zona si sono intrufolati, quindi per salvare tutti i commenti sull'ortografia e sulla grammatica, lo spiegherò. Usiamo me al posto di mio in alcuni casi e nostra madre è mamma, quindi quando Rachel dice Sono caduto dalla bici e Questa sono io mamma questo è corretto parlare per lei. Ci scusiamo per eventuali errori di ortografia, che sono passati. Avevo circa 24 anni e Susan 20 quando ci siamo sposati, in meno di un anno sono stato nominato capo custode, a causa del ritiro di Sid, questo mi ha dato più...

2.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.