La lunga truffa - La magnifica Mandy parte 2

497Report
La lunga truffa - La magnifica Mandy parte 2



Quella notte, sdraiati a letto con Jolene, abbiamo finito per parlare più del solito e potevo dire che era un po' frustrata. Raramente aveva dovuto anche solo accennare al sesso prima che io le andassi addosso, cacciandomi disperatamente dalla testa l'immagine della sua fantastica figlia. Sua figlia Mandy era meravigliosa in ogni modo, e dopo una giornata normale passata a vedere le sue cosce, spesse e meravigliose, il suo seno, massiccio per la sua età e il suo viso angelico, mi avrebbero fatto diventare duro come l'acciaio.

Raramente ci voleva qualcosa di più del più semplice tocco per avermi addosso a Jolene, scopandola come un uomo posseduto. Mi sono sempre assicurato che le luci fossero spente. Certo, Jolene non si sentiva per niente come Mandy, era pesante, non carina e flaccida. Ma lei era il mezzo per raggiungere un fine. Uscire con lei mi ha fatto entrare in casa per fissare e fantasticare su sua figlia. Ovviamente è stato più complicato dopo i due incontri che ho avuto con Mandy nel suo letto a "guardare" film.

La prima volta è stato un disastro da ubriaco, con me incerto su quanto Mandy si fosse divertita o semplicemente fosse troppo incasinata per ricordarselo. Ma la seconda volta non lasciò dubbi. La splendida puttana di 15 anni aveva istigato la nostra separazione dagli altri e avviato il nostro contatto. Mi ha reso meno uno stronzo succhia-anime? Probabilmente no, ma sai, mi ha fatto sentire vivo. Non c'è niente nella vita più stimolante di una donna straordinaria. Fatta eccezione per una donna fottutamente sexy, soprattutto se è giovane.

Comunque, è stato un po' scomodo dover dire a Jolene che non ero dell'umore giusto. Dopo aver strofinato il mio cazzo tra me e sua figlia, avevo rinunciato a tutto lo sperma che avevo. Non ero più un ragazzino, avevo davvero difficoltà a fare più di un bicchierino in una notte. Non è che non volessi, volevo venire 12 volte al giorno pensando a Mandy, ma oltre ad essere un po' più grande, penso che mi facesse venire troppo forte.

Quindi potevo capire che avrei dovuto abituarmi a venire di più o forse provare ad abituare Jolene a un po' meno sesso. Cioè, supponendo che le cose continuassero con Mandy. Finora tutto era andato secondo i miei piani più di quanto avrei potuto immaginare, e non c'erano dubbi che Mandy fosse stata intenzionale nelle sue azioni. Una giovane ragazza con ideali confusi su ciò che rappresentano gli uomini e il piacere derivante dalla stimolazione sessuale era una combinazione perfetta, ed ero incredibilmente ansioso di capire come portare avanti le nostre interazioni.

Si scopre che Mandy lo ha fatto per me, prendendo di nuovo l'iniziativa e convincendomi ulteriormente che la fantasia ossessiva che ho sviluppato quel giorno in cui ho visto la sua forma inebriante in Chipotle sarebbe arrivata a buon fine. Solo l'immagine momentanea della mente di scivolare tra quelle cosce spesse, premere su quella pancia stretta, spremere e succhiare quei meloni adolescenti di grandi dimensioni sul suo petto e soffiare il mio sperma su quella splendida faccia era abbastanza per farmi diventare duro, ed ero elettrizzato la sua intelligenza.

Due giorni dopo è tornata a casa dal lavoro entusiasta di questo spettacolo chiamato American Horror Story. Ora Jolene è relativamente schietta, non ha l'aspetto, la sensualità e nemmeno il suo subdolo appetito di sua figlia. Sono rimasto stupito che fluttuasse nel desiderio di guardarlo, ma Jolene, a suo merito, era disposta a provarci. Com'era prevedibile non era una grande fan, ma ci ha provato con due episodi.

La sera successiva, Mandy tornò a casa un po' tardi a causa dell'allenamento di pallavolo e mi fece quasi svenire quando decise di venire in soggiorno con un asciugamano attorno ai capelli e un asciugamano attorno al corpo. L'asciugamano non era davvero abbastanza grande, il suo seno stava per fuoriuscire dalla parte superiore e la parte inferiore dell'asciugamano arrivava a malapena a metà coscia. Volevo andare da lei, toglierle l'asciugamano e scoparla a sangue davanti a sua madre. Ma per fortuna ho una parvenza di autocontrollo.

"Ehi, possiamo guardare il prossimo episodio di American Horror Story?" Lei strillò.

"No, tesoro, semplicemente non mi piacciono quelle cose malvagie e inquietanti. Voglio guardare qualcos'altro. Inoltre non è appropriato per Jamie." Jolene ha risposto.

"Cccchhkhk!" Mandy ridacchiò. "Ti è piaciuto, vero Greg?"

"Uhm sì, è stato abbastanza bello, non mi importa quella roba." Ho detto.

"Andiamo a vedere il prossimo episodio, non vedo l'ora di vedere cosa succede!" Mi disse, con i capelli bagnati che le penzolavano davanti agli occhi. Sulla sua spalla c'erano gocce d'acqua della doccia e per la prima volta vidi che aveva qualche lentiggine.

"Um, ok, vai a metterti il ​​pigiama e io prenderò dei dolci. Va bene, tesoro?" ho chiesto a Jolene.

"Hmmm? Oh certo, se vuoi guardarlo sii mio ospite." Lei rispose.

Ho aspettato un minuto per alzarmi e prendere dei brownies e del latte, dato che Mandy era così incantevole con quell'asciugamano che non riuscivo a trattenermi. Infatti, mentre versavo il latte, immaginavo che lei entrasse nella mia stanza e lasciasse cadere l'asciugamano mostrandomi tutta la sua bellezza per poi spingermi di nuovo sul letto e mettermi a cavalcioni della mia vita, portandomi dentro di lei. . . . Mi è diventato duro di nuovo.

Mi sono diretto verso la sua stanza, notando che la luce era spenta. Entrai dalla porta crepata, chiudendola quasi del tutto. Mandy non stava usando la TV sul comò accanto al letto, ma aveva invece il suo portatile Apple da 21 pollici che le avevo comprato sul comò e sullo specchio. Non era una bella vista, ma aveva una ragione.

Le ho messo il latte e i brownies sul comò e lei si è avvicinata e ha dato una pacca sul letto. Aveva le coperte tirate fino alla pancia e le stringeva. Indossava una canottiera da mogliettina, almeno una taglia troppo piccola per il suo ampio seno. I suoi capezzoli spuntavano, facilmente visibili anche solo alla luce dello schermo del computer.

Ha cliccato sul telecomando della sua Apple e lo spettacolo è iniziato. Si rannicchiò accanto a me, le sue gambe destre dondolarono completamente sopra e attraverso la mia gamba destra, il suo ginocchio colpì il mio sacco. Indossavo solo dei pantaloncini da ginnastica quindi non c'era molto che fermasse le sensazioni.

"Certo che mi piace guardare cose con te..." disse dolcemente.

"Certo che lo faccio anch'io." dissi e le misi un braccio attorno, per abbracciarla un po'. La mia mano scivolò naturalmente lungo la sua schiena e quando arrivai alla sua vita mi resi conto che il picchiatore della moglie era l'unico indumento che indossava. Inutile dire che per la terza volta in 5 minuti, il sangue mi è entrato nel cazzo, rendendo i miei 7 pollici duri come la roccia.

Mandy rotolò sulla schiena così eravamo fianco a fianco. Ho tolto la mano da sotto di lei e lei l'ha afferrata. Lo mise nel vaso del miele, il calore che usciva dai suoi genitali era incredibile, abbastanza da friggere un uovo. Ho iniziato lentamente a strofinarle i lati delle labbra, cercando di scaldarla, beh, era già calda, ma mi piace ancora stuzzicarla.

Anche lei. Presto la sua mano scivolò sulla mia coscia e le sue dita solleticarono la mia virilità. Ho pensato che non avrei dovuto lasciarglielo fare, ma non mi importava, adoravo il fatto che la mia fantasia mi stesse effettivamente coinvolgendo per il gioco sessuale. Ma quando la sua mano raggiunse la mia cintura mi fermai.

"No tesoro. Non dentro, non possiamo farlo." le sussurrai all'orecchio. Volevo stare nudo con lei, ma pensavo che fosse semplicemente troppo rischioso.

Si è rivolta a me. "Se riesci a toccare il mio, io potrò toccare il tuo. Altrimenti, allora devi andartene."

Vuoi indovinare la mia reazione? Esatto, ho deciso di aiutare. Ho abbassato i miei pantaloncini quel tanto che bastava per liberare Willy e Willy era sull'attenti facendo una tenda nella trapunta. Fu allora che Mandy cominciò ad accarezzarlo e io ero in paradiso. Osservavo la tenda andare su e giù con i suoi colpi, il suo braccio che sollevava la coperta di piume d'oca. Ho fatto entrare le dita in Mandy e abbiamo raggiunto un ritmo fantastico, scopandoci a vicenda. Ti dico che l'unica cosa che potevo fare era rotolarle addosso e iniziare a martellare quella figa di 15 anni con tutto ciò che valeva.

Mandy cominciò a gemere un po' e riuscì ad alzare il volume del computer. Cominciò a stringere il mio cazzo un po' troppo forte per sentirsi a proprio agio mentre cominciava a sentire l'intensità della soddisfazione sessuale. La sua caduta oltre il bordo è stata un po' improvvisa, ha ansimato troppo forte per trovare conforto, ma non mi sono fermata. L'orgasmo la colpì e lei lasciò andare la mia virilità, afferrandomi il braccio con entrambe le mani e stringendo i denti sui miei tricipiti. I suoi piedi si appiattirono sul materasso e spinse i fianchi fuori dall'aria, spingendo più forte tra le mie dita. Dopo l'orgasmo iniziale, ho potuto vedere le onde che la colpivano per il fluido che fuoriusciva dalla sua vagina e i suoi fianchi cadevano sul letto, ma le sue gambe si muovevano avanti e indietro.

Alla fine si calmò e smise di mangiare e di stringermi il braccio. "Mmm-ooah. Horrrry shhhtt." Disse piano mentre cercava di tornare alla realtà.

Alla fine aprì gli occhi: "Grazie..."

"Sei piu 'che benvenuto." ho sussurrato in risposta.

"Sicuramente mi piace questo spettacolo. A te?"

"Umm, ah, ah, sì, lo voglio."

Ha ricominciato ad accarezzarmi sotto la trapunta. "Se la tua parte preferita arrivasse presto?"

"Vengo molto presto." Ho risposto, sapendo che non avrebbe capito lo scherzo.

"Voglio guardare questa volta." Lei abbassò la trapunta.

"No! no! Non farlo, qualcuno potrebbe vedere." Ho provato a tirarlo su ma lei ha buttato giù la trapunta al punto che avrei dovuto toglierle la mano dal cazzo per prenderla. Non sarebbe successo.

"Voglio vedere questo..." Disse con determinazione e si girò su un fianco in modo che il suo viso fosse molto vicino al mio cazzo.

Non so perché l'ho fatto, sua madre era in fondo al corridoio, ma le ho messo una mano sulla nuca e ho spinto delicatamente. Non ha combattuto affatto. Nemmeno un po', lasciami semplicemente guidare con naturalezza verso il mio cazzo e lei aprì volentieri le labbra. La sua bocca mi avvolse nel suo calore e nella sua umidità e succhiò. Pensavo che avrei perso la testa. La donna più sexy che avessi mai visto aveva le labbra sul mio cazzo.

"Oh Dio Mandy, oh è fantastico." dissi con un sussurro più forte. In un perfetto unisono lo spettacolo raggiunse un punto in cui un personaggio urlò, soffocando il mio gemito di orgasmo mentre i miei fianchi si sollevavano e io esplodevo nella sua bocca.

Una mano le stringeva i capelli, l'altra stringeva il cuscino mentre succhiavo le mie palle nella sua bocca vergine. Non credo di essere mai arrivato così velocemente prima. 5 secondi al massimo. E l'ha preso tutto il piccolo soldato, ha fatto solo un primo verso sorpreso. Io stesso, in qualche modo, non ho fatto alcun rumore.

È stato allora che entrambi abbiamo sentito: "tesoro, stai bene?"

Mandy ha dimostrato ancora una volta di essere una piccola civetta subdola e con un solo movimento mi ha tolto il cazzo, ha tirato su la trapunta e se l'è infilata sopra la testa. Ho notato il minimo odore di sperma dalla trapunta, ma era lieve. Jolene aprì la porta e guardò dentro.

"Mi sembrava di averti sentito strillare." Jolene ha detto.

"Mmm-mmm-hmmm-mmmm!" Mandy agitava la mano e il dito verso il computer e lo spettacolo (grazie a Dio) era ancora su una scena spaventosa. Quella puttanella era un genio. Suonava in modo perfetto, sua madre non pensava mai che ci fosse altro che una ragazzina spaventata.

"Ok, beh vado a letto Greg."

"Verrò non appena lo spettacolo sarà finito." L'ho detto con un sorriso.

Se n'è andata e io ho tolto la trapunta dalla testa di Mandy. Fece un cenno come una matta verso il comò e io capii, afferrando uno dei bicchieri da latte. Mandy ha sputato tutto il mio sperma nel latte, nascondendo la nostra azione appiccicosa. Le presi il bicchiere e lo rimisi sul comò.

Mi sono tirato su i pantaloncini e le ho dato il nostro primo bacio, con solo un accenno di lingua, e non troppo lungo. Le ho sussurrato: "Domani guardiamo un altro episodio?"

Lei si limitò a sorridere mentre mi dirigevo verso la porta.

Storie simili

Calda collega MILF

Avevo appena iniziato a lavorare negli archivi di una grande società di comunicazioni quando ho incontrato la donna di quarantacinque anni più sexy che avessi mai visto. Ha lavorato nel dipartimento Music Clearance e si chiamava Jane. Era circa cinque e dieci, 130 libbre, con una figura a clessidra che mi rendeva duro il cazzo ogni volta che la vedevo. Chiacchieravamo nel corridoio e ne vedevo qualcuno qui in giro, ma non avrei mai pensato che l'avrei lasciata sola, tanto meno fget to uck her. Un giorno stava camminando lungo il corridoio massaggiandosi il collo e le ho chiesto se potevo...

972 I più visti

Likes 0

Femmina sensuale

Nome: Susan Dini Età: 36 Razza: caucasica Misure: busto 34, vita 25, fianchi 35 Altezza: 5'-4 Peso: 120 libbre. Sono sessualmente attivo da 19 anni avendo avuto le mie prime esperienze sessuali all'età di 15 anni. Sono felice di dire che ho un livello molto alto di desiderio sessuale. Ci sono alcuni che potrebbero considerarmi una ninfomane, tuttavia considero il mio desiderio sessuale molto sano. Ci sono momenti, anche se per fortuna non molto spesso, in cui sono letargico riguardo al sesso. Non riesco nemmeno a immaginare quanti partner sessuali ho avuto nel corso degli anni. Non riesco nemmeno a immaginare...

1.2K I più visti

Likes 0

Dare un erede a Lord Ablington

Stavo oziando tutto il giorno aspettando il pranzo quando ho sentito la terribile notizia: Alan Lord Ablington era caduto da cavallo durante la caccia di lunedì mattina ed era completamente morto. Tommy Goodfellow si era fermato mentre andava ad Abbotsford quel martedì mattina per raccontarci, come sapeva, della mia precedente conoscenza con Lady Ablington. Ho provato un misto di emozioni. Lord Ablington aveva recentemente corteggiato e poi sposato la mia dolce metà d'infanzia, una certa Miss Amy Merry, alla quale ero rimasto immensamente affezionato, non si poteva biasimarla, Ablington possedeva la maggior parte del villaggio e molto altro ancora mentre la...

937 I più visti

Likes 0

VENDITORE DI LINGERIE

Cindy si guardò allo specchio e dopo aver fissato il suo corpo fuori misura per diversi secondi, scoppiò in lacrime mentre i suoi rotoli di grasso cominciavano a tremare dolcemente al ritmo dei suoi singhiozzi!!! Anche se non era molto alta, portava con sé ben duecentocinquantacinque libbre sulla sua grossa corporatura ossuta, e mentre singhiozzava, i suoi enormi seni, che le pendevano quasi fino alla vita, dondolavano avanti e indietro mentre il le lacrime le rigavano le guance fino ai capezzoli!!! Era passato così tanto tempo dall'ultima volta che aveva avuto un uomo che una volta scherzò tra sé e sé...

474 I più visti

Likes 0

Il mio fratellastro

Penso che sia così dolce quando il mio fratellastro Kevin regala alla sua ragazza le sue cose. Le ha regalato il suo cappello preferito, verso il quale è ESTREMAMENTE protettivo. Ad esempio, non permettere mai a nessuno di toccarlo. Continua a dire che è perfetto ed è praticamente modellato per adattarsi alla sua testa, e glielo ha dato. Le ha anche regalato la sua giacca preferita e le lascia sempre prendere in prestito le sue fortunate perle del karma. Queste cose sono state il suo portafortuna per tre anni. Non se li toglie mai e odia quando le persone li toccano...

731 I più visti

Likes 0

Gli amanti dei samurai

Nel Giappone medievale, nella provincia di Yedo, viveva un giovane samurai di nome Ukyo che si struggeva giorno dopo giorno per l'amore della bella Uneme. Per Ukyo, Uneme era l'uomo più perfetto che avesse mai visto. Era giovane, come lui, appena sedici anni al massimo e aveva come capelli una lunghissima fascia di un nero lucente. Il suo viso era liscio, privo di tagli, imperfezioni e morbido come la crema, il che lo faceva sembrare molto più giovane di quanto non fosse in realtà. Quando si esercitava con Samanosuke, un altro giovane samurai, Ukyo osservava, mentre i suoi piccoli muscoli magri...

676 I più visti

Likes 0

A metà di metà settembre

Per nessun motivo particolarmente affascinante mi sono ritrovato a stare con mia zia Renee. Nel prossimo mese, mi sarei trasferito di nuovo a est o mi sarei trasferito nell'appartamento che mia madre stava per acquistare, nel caso avessi bisogno di un po' di tempo di bufferizzazione. 
Sapevo già che avevo bisogno di tempo di buffer. Avevo anche bisogno del tempo di buffer per spiegarle completamente la situazione. Avevo ad un certo punto e momento, capito chi dovevo essere e prima potevo arrivare a quel punto e smettere di essere quello che ero attualmente, meglio per me e per tutte le persone...

2.3K I più visti

Likes 0

Ogni ragazzo sogna_(1)

Fin da quando ero un ragazzino ho sempre amato indossare abiti da ragazza. Ricordo di aver frugato nel cassetto della lingerie di mia madre e di aver provato le sue mutandine e i suoi reggiseni. Ho adorato il modo in cui il materiale trasparente e setoso si sentiva contro il mio corpo. Crescendo, ho avuto meno opportunità di indulgere nel mio feticcio fino a quando non mi sono sposato. Quando mia moglie era via o al lavoro indossavo le sue mutandine e i suoi reggiseni mentre mi masturbavo. Fortunatamente era alta quanto me, quindi la vestibilità era abbastanza vicina. La incoraggerei...

2.7K I più visti

Likes 0

Fantasia di schieramento

Voglio raccontarvi tutto del mio dispiegamento in Turchia. Ero solo e non avevo voglia di fare lo stesso di tutti gli altri ragazzi. Sai parlare con le ragazze dello stato sperando di poter organizzare qualcosa per quando torno. Ero in una stanza con 8 ragazzi in 4 letti a castello e volevo trovare qualcuno che fosse di stanza qui con la propria stanza. Forse anche una casa. Così sono andato al gruppo di vendita in cantiere su Facebook e ho iniziato a cercare un amico nell'elenco dei membri. Chissà, forse conoscevo qualcuno qui. Beh, mi sono imbattuto in una ragazza di...

2.6K I più visti

Likes 0

Capitolo 3 della mia serie; Rachel viene in primo piano

Leggendo questo ho scoperto che alcuni dei dialetti della mia zona si sono intrufolati, quindi per salvare tutti i commenti sull'ortografia e sulla grammatica, lo spiegherò. Usiamo me al posto di mio in alcuni casi e nostra madre è mamma, quindi quando Rachel dice Sono caduto dalla bici e Questa sono io mamma questo è corretto parlare per lei. Ci scusiamo per eventuali errori di ortografia, che sono passati. Avevo circa 24 anni e Susan 20 quando ci siamo sposati, in meno di un anno sono stato nominato capo custode, a causa del ritiro di Sid, questo mi ha dato più...

2.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.