Mia Matsumiya: come essere una brava ragazza

488Report
Mia Matsumiya: come essere una brava ragazza

Mia Matsumiya: come essere una brava ragazza

NOTA: per facilitare la visualizzazione, controlla il thread "Mia Matsumiya: How To Be A Good Girl" nella sezione Sex Stories del forum. Credetemi, ne varrà la pena!

Mia Matsumiya, una bellissima violinista giapponese di 24 anni, è all'ultima tappa del suo tour in Francia con una delle band d'avanguardia con cui suona. Questa è una rara serata libera dal gioco per la piccola bellezza di un metro e settantacinque, che per caso ha incontrato una coppia di amici - Lisann e suo marito Rob - in un bar all'aperto all'inizio della giornata. Anche se Lisann e Rob sono entrambi sulla trentina, sono ancora una coppia attraente. Lisann è alta circa 5'6", capelli biondi, occhi blu scuro, tette 36-C, un bel sorriso e una figura attraente per la sua età. Rob è un uomo enorme, alto un metro e ottanta, con un petto a botte e una pancia sul punto di essere definita "ampia", capelli rosso fuoco e occhi castano profondi. Salutarono Mia con abbracci e baci sulla guancia, e dopo qualche chiacchierata, l'ha invitata a una festa privata più tardi la sera. Dato che aveva la serata libera e non doveva incontrare il resto della sua band all'aeroporto fino al tardo pomeriggio del giorno successivo, la dolcezza giapponese accettato con entusiasmo.

Si scopre che la festa si svolge in una sala da ballo nell'hotel in cui alloggiano Lisann e Rob, e Lisann e Rob incontrano Mia appena fuori. Mia indossa un abito a quadretti bianco e nero a maniche corte che alterna i due colori su entrambi i lati. Si chiude con solo un paio di semplici bottoni sul davanti e ha una fascia bianca che si allaccia sul lato. La piccola bellezza indossa anche dei mini stivali go-go neri. Lisann indossa un top nero scollato che mette in mostra con audacia le sue ampie tette, una semplice tuta avvolgente marrone e un maglione nero con mini-décolleté nere. Rob è un ragazzo totale, rifiuta di vestirsi in modo completo; il meglio che riesce a fare sono jeans, una camicia bianca con bottoni e una giacca nera. I tre entrano e riescono a divertirsi, mescolandosi con gli ospiti dell'hotel e i nativi, chiacchierando e bevendo diversi drink durante la serata.

Le ore passano e, prima che qualcuno se ne accorga, sono quasi le 2 del mattino. Mia inizia a scusarsi, avendo bisogno di tornare al suo hotel per dormire un po' prima di domani, ma Lisann e Rob la pregano di restare. "Questa non è la festa privata di cui stavamo parlando", dice Rob ridendo. "Volevamo che noi tre potessimo incontrarci e chiacchierare nella nostra stanza." Mia inizia a implorarsi, ma Lisann prende la mano di Mia nella sua e la stringe delicatamente. "Dai, tesoro... è da tanto che non ti vediamo! Se avessimo saputo che la tua band suonava qui saremmo venuti allo spettacolo, ma chissà quando ci rivedremo? Dai, prendi un bicchierino con noi!"

Mia è stanca, ma Lisann ha ragione; è passato troppo tempo dall'ultima volta che si sono visti. Inoltre non dovrà comunque incontrare la band all'aeroporto prima del pomeriggio. Con un sorriso stanco, Mia accetta di andare di sopra con loro per un drink veloce e qualche conversazione.

Il trio si dirige al piano di sopra e Mia è piacevolmente sorpresa di scoprire che la coppia ha una grande suite all'ultimo piano, in fondo al corridoio rispetto alle altre stanze degli ospiti. La suite di Lisann e Rob è molto spaziosa, con un letto a baldacchino, un comodino, due cassettiere, un bagno laterale e un balcone con una bellissima vista sulla Riviera. Di notte la città è illuminata come mille stelle. Mentre Rob annuncia che deve andare in bagno, Lisann invita Mia a provare il letto. Mia si lascia cadere e chiude gli occhi, subito colpita da quanto sia comoda rispetto a quella dura del suo hotel. Lisann si siede dall'altra parte del letto e si allunga, accarezzando delicatamente i capelli della donna più giovane sulla fronte. Mia sorride, accennando, quasi scherzando, che le piacerebbe restare nella loro stanza per la notte se a loro non dispiace condividere il letto.

"Sono sicuro che potremmo prendere un accordo," dice Rob mentre la porta del bagno si apre.

Mia ridacchia e apre gli occhi, girando la testa in direzione della voce di Rob, poi emette un breve grido di sorpresa alla vista di Rob in piedi sullo stipite della porta del bagno, completamente nudo! Mia si siede di scatto, con la bocca aperta alla vista di Rob, con indosso solo un ampio sorriso mentre il suo enorme cazzo dai capelli rossi - che deve essere facilmente lungo 9 pollici - sporge nella sua direzione, semi-eretto. Lisann si avvicina a Mia sul letto, spaventando la donna più giovane mentre le posa una mano sulla spalla. "Rilassati, tesoro, va tutto bene. Te lo abbiamo detto, la festa privata è qui." Si allunga, facendo scorrere le dita tra la parte posteriore dei lunghi capelli di Mia, che scendono appena oltre la base del collo, e la bellezza giapponese è troppo scioccata anche solo per muoversi. "Sai, Rob ed io volevamo fare l'amore con te da molto tempo. Ci piace fare swing con giovani donne, e abbiamo sempre desiderato avere una ragazza asiatica. Ma non ne abbiamo mai trovata nessuna che fosse giusta... fino al momento in cui la prima volta che ti abbiamo incontrato." Fa un cenno a Rob, che sta squadrando Mia dall'alto in basso come un lupo fissa un pezzo di carne fresca. "Non hai idea di quante volte Rob mi chiama con il tuo nome mentre mi scopa. E mi piace", le dice Lisann.

"Sì, ma ora è il momento di assaggiare quello vero," dice Rob, lanciando un bacio leggero in direzione di Mia.

Mia toglie la mano di Lisann dai suoi capelli e salta giù dal letto. "Mi dispiace, ma davvero, davvero non mi piace niente del genere," dice a entrambi con il suo forte accento giapponese, involontariamente seducente. "Per favore, io--devo andare..." Inizia a camminare intorno al letto fino alla porta d'ingresso, ma il bagno e Rob sono lungo il percorso, e Rob si mette davanti a lei, con il suo grosso cazzo enorme che rimbalza e giù mentre lui la blocca. "Tesoro, abbiamo aspettato troppo a lungo per venire con te. Ora, voglio dire, sarebbe carino se tu andassi con noi. Ma se sei determinato a farlo nel modo più duro..."

"Smettila," dice Mia con forza, allontanandosi da Rob e dirigendosi di nuovo verso il letto, ignara che Lisann si è tolta il maglione e la sciarpa marrone, lasciandoli cadere sul pavimento. "Rob, Lisann... dovremmo essere amici!"

Rob scuote la testa mentre avanza verso Mia. "Il momento dell'amicizia è arrivato prima. Ora è tempo che papà e mamma rimboccano le coperte alla loro bambina per la notte."

Mentre Mia si ritira verso il letto si gira e vede che Lisann ora è quasi completamente spogliata; i suoi pantaloni sul pavimento con la maggior parte dei suoi vestiti, rivelando solo un perizoma nero che copre la sua figa bionda, mentre inizia a tirarsi su la maglietta, sul punto di esporre le sue brocche bianche come il latte. Mia guarda Rob, il cui cazzo sta cominciando a irrigidirsi...è quasi ipnotico per la ragazza giapponese, dato che non ha mai visto niente di così grosso su un uomo. Ma temendo che qualcosa di così grosso provi a infilarsi nella sua piccola fica stretta, e con una scelta di vie di fuga che le viene rapidamente interrotta, sceglie di provare ad aggirare Lisann sul letto. Mia salta sul letto e inizia rapidamente a strisciarci sopra, ma Lisann smette di togliersi la maglietta e si allunga velocemente, afferrando il braccio e la vita di Mia, trascinando la giovane donna verso di lei con una risata mentre le pianta un bacio giocoso. guancia.

"LASCIAMI ANDARE!" Mia urla, agitandosi e scalciando mentre Rob si unisce a loro sul letto, attento a tenere il suo mostro da 9 pollici fuori dalla portata dei suoi stivali go-go con la punta dura. Lisann, di gran lunga la più grande e forte delle due donne, attira Mia a sé con più forza, avvolgendole un lungo braccio attorno alla vita, bloccando le braccia di Mia lungo i fianchi mentre appoggia maggiormente il suo peso su di lei, mentre la stringe. mano libera intorno alla bocca di Mia, soffocando le sue urla. Rob riesce ad afferrare le caviglie di Mia, costringendole ad aprire le gambe mentre si arrampica più completamente sul letto. Mia geme pietosamente sotto la mano di Lisann mentre la donna più anziana e più forte si siede un po' eretta, portando Mia in una posizione semi-seduta con lei mentre Rob tiene le gambe di Mia immobili in una presa di ferro. Il suo cazzo, ora duro come la roccia, punta come una bacchetta da rabdomante verso la figa di Mia, ancora coperta dalla gonna.

Rob guarda negli occhi lacrimanti di Mia, ma nei suoi non c'è rabbia; solo un desiderio intenso e ardente. Preme una delle sue gambe su quella di Mia, il peso improvviso fa sì che la giovane donna gridi dolorosamente sotto la mano di Lisann. Allunga una mano, asciugando le lacrime di Mia con il pollice. Rob si sporge in avanti, baciandole il naso. "Rilassati, piccolo," dice pazientemente. "Farà un po' male perché sei così piccolo, ma sono sicuro che ti abituerai al cazzo di tuo papà molto velocemente."

Lisann bacia l'orecchio di Mia e gli sussurra: "E poi ti abituerai al sapore della figa bagnata di tua mamma".

Mia geme sotto la mano di Lisann, cercando di scuotere la testa in segno di protesta... ma la presa di Lisann è così salda che riesce a malapena a muovere la testa. Fa di tutto per lottare e liberarsi, ma è inutile; Lisann è semplicemente troppo forte. Rob si abbassa, afferra il fondo della gonna di Mia e la solleva, rivelando mutandine bianche con una macchia sul davanti. Tenendo ancora ferma una delle gambe di Mia con la mano mentre preme l'altra con la sua stessa gamba, Rob si china, attaccando il naso direttamente alla figa coperta di mutandine di Mia, annusando profondamente. Mia emette un grido mormorato sotto la mano di Lisann mentre Rob si rimette a sedere, ridacchiando divertito. "Povera piccola... se l'è fatta addosso."

Lisann ridacchia e bacia un lato della testa di Mia. "Ohh...! Non ha bagnato il letto, vero?"

"No, è solo un piccolo palleggio nervoso", dice Rob.

"Beh, c'è tutto il tempo per cambiarla più tardi", risponde Lisann, e fa un cenno alla fascia bianca di Mia. Rob posiziona con attenzione un'altra gamba sopra l'altra di Mia, costringendola a gridare ancora una volta mentre la preme. Con entrambe le mani libere, slaccia la fascia di Mia e strappa i due o tre piccoli fili che la tengono sollevata lateralmente. Raddoppia la fascia e fa un cenno alla moglie. È un'azione rapida e fluida quando Lisann toglie la mano dalla bocca di Mia, la loro piccola prigioniera inizia a urlare e Rob le infila rapidamente in bocca parte della fascia, se la tira attorno alle guance e la lega saldamente dietro, imbavagliandola.

Mentre Mia borbotta invano nella fascia, Rob ora la circonda e afferra la maglietta di sua moglie, tirandola su ulteriormente, appena sopra i suoi seni abbondanti, esponendoli completamente. Lisann si appoggia all'indietro, trascinando Mia con sé, posizionandosi sotto di lei in modo che la testa della piccola giapponese sia appoggiata al suo seno. "Lo vedi? Hai dei bei cuscini su cui riposare," dice Rob, e lui e sua moglie ridono insieme. "Stiamo facendo di tutto per farti sentire a tuo agio, tesoro, quindi rilassati." Lo dice mentre dà una leggera pacca sulla coscia di Mia. Poi le tira su completamente la gonna, afferra la cintura delle sue mutandine bianche macchiate di pipì e inizia a tirarle giù... facendola saltare un po' sul letto per farle passare attorno al suo culetto stretto, poi tirandole giù completamente fino a lei. caviglie.

Mia sbatte la testa da un lato all'altro, ma non riesce a liberarsi mentre Lisann la afferra per le braccia, tenendole strette mentre Rob solleva le gambe di Mia, facendo oscillare la parte superiore del busto in mezzo a loro. Afferra l'interno delle cosce di Mia, allargandole le gambe mentre le abbassa attorno al suo busto e posiziona il suo culetto piccolo ma ben rotondo sulle sue ginocchia mentre il suo mostro da 9 pollici preme avidamente contro l'ingresso umido della sua piccola e stretta caverna d'amore. Mia inizia a piangere, implorando Rob di smetterla, di non farlo, ma le sue parole sono incomprensibili sotto il suo bavaglio improvvisato. La finestra aperta e il balcone sono appena visibili oltre le spalle di Rob, e la città oltre. Mia non può fare a meno di pensare a quanto ironicamente bella sia la notte fuori, con questa cosa terribile che sta per accaderle.

Rob si china, baciando Mia sulla fronte. "Ti amo, tesoro," dice, poi inizia lentamente ad inserire il suo grosso, massiccio cazzo nella sua piccola passera stretta. Mia getta indietro la testa, appoggiandosi involontariamente alle brocche di Lisann mentre urla sotto il bavaglio. Il cazzo di Rob è più grosso di quanto avrebbe mai potuto immaginare, e il dolore dell'entrata, di avere la figa così allargata, è così intenso e sorprendente che Mia vede piccole esplosioni luminose di stelle dietro i suoi occhi, mentre si sente come se fosse su sul punto di svenire. Nel frattempo, mentre Rob preme la sua carne mostruosa nel suo canale improvvisamente inumidito, Lisann bacia la fronte di Mia e la zittisce dolcemente, ripetendo più e più volte: "Va bene, tesoro, va bene... ti abituerai ad avere papà dentro a presto."

"MMMMMPPPGGGHHH!!!" Mia piange sotto il bavaglio, mentre Rob finalmente finisce di far scivolare dentro di lei il suo palo duro come il ferro. Il respiro di Mia arriva in piccoli ansiti rapidi, la sua vista vacilla... anche se quando alza lo sguardo, riesce a vedere abbastanza dritto da poter dire che la faccia di Rob è quasi rossa come una barbabietola. "H...porca merda, questo bambino è stretto!" sussulta piacevolmente, felice di trovare il suo cazzo così comodamente avvolto dentro la loro bambina. Mia è a malapena consapevole di nulla, tutto il suo corpo è improvvisamente diventato un po' insensibile per lo shock. Può sentire Lisann che le passa delicatamente le dita tra i capelli inzuppati di sudore sulla sua fronte mentre Rob si china e condivide un tenero bacio con sua moglie... ma tutta la sua attenzione è in realtà sull'incredibile sensazione del cazzo di Rob che le riempie la figa stretta. Lui non l'ha ancora scopata e non le ha sparato un carico dentro, ma la figa di Mia è così piena fino in fondo, le sembra come se fosse nel suo terzo trimestre con un bambino in ritardo di 10 chili dentro di lei!

I sensi di Mia ritornano lentamente in sé mentre abbassa lo sguardo e vede Rob che slaccia i bottoni del suo vestito, aprendolo per rivelare il suo reggiseno di cotone bianco e il suo piccolo seno di coppa B. Lisann finalmente lascia andare le braccia di Mia, che cadono al suo fianco sul letto, è ancora così scioccata dall'avere questa cosa mostruosa dentro di lei. Adesso è indifesa, incapace di combattere o fare qualsiasi cosa mentre Lisann le afferra i polsi e le solleva le braccia, appoggiandole da sola mentre tira il vestito di Mia, tirandolo su e sopra la testa della giovane ragazza giapponese mentre Rob le allunga la mano dietro la schiena per guardarla. slacciano il reggiseno di cotone - loro due spogliano Mia come se fosse la loro bambina, preparandola per andare a letto prima di andare a scuola il giorno dopo.

Lisann prende il vestito e il reggiseno e li getta giù dal letto e sul pavimento. Poi si infila il top nero sopra la testa, rivelando finalmente le sue gloriose coppe a C per intero. Lisann e Rob sono completamente nudi adesso, ad eccezione del perizoma nero. Tutto ciò che Mia ha addosso adesso sono i suoi stivali neri con le mutandine bianche macchiate avvolte intorno ad essi.

Lisann si china su Mia, posandole un tenero bacio sul naso. Abbassa lo sguardo sugli occhi lacrimosi della giovane donna e sorride, asciugando delicatamente le lacrime con i pollici. Tiene le braccia di Mia sollevate sopra la testa, tenendola per le spalle in modo che non possa davvero muoverle, mentre Rob finalmente inizia a muovere il suo cazzo dentro il loro piccolo prigioniero, che grida scioccato sotto il bavaglio per lo stiramento della sua figa! Rob si tiene stretto alle cosce di Mia, tenendole ferme sulle sue gambe mentre fa scivolare il suo mostro da 9 pollici quasi completamente fuori, per poi lentamente rientrare nel tentativo di abituare la sua figa stretta e bagnata alla sua lunghezza e al suo spessore. .

"Sssh, va bene... va bene..." dice Lisann con calma, contrastando ciascuna delle grida angosciate di Mia mentre la carne di Rob riempie la sua calda figa giapponese, poi le concede un momento di tregua mentre si tira fuori quasi completamente. Lisann si allunga, accarezzando delicatamente i piccoli seni di Mia, strofinando i capezzoli tra il pollice e l'indice, rendendoli più duri mentre suo marito grugnisce di piacere mentre la figa di Mia non può fare a meno di fare del suo meglio per stringere il suo cazzo, che sta diventando scivoloso con lei. succhi.

"Cosa ne pensi, tesoro?" chiede Rob a Mia, guardandola negli occhi, socchiusi dal misto di dolore e piacere inaspettato che sta provando. "Io e Lisann non siamo poi così vecchi, ma pensi di poterci rendere nonni?" Ride mentre lo dice, spingendo il suo cazzo più profondamente e più forte dentro Mia di prima. La bambina guaisce sotto il bavaglio e Rob sorride a sua moglie. "Penso che sia un 'sì'!"

"A dire il vero, penso che saresti un papà e un nonno," dice Lisann mentre continua ad accarezzare le piccole tette di Mia, e ora a sputarle sui capezzoli. Rob si china, spingendo il suo cazzo ancora di più dentro Mia, punendo la sua figa mentre lecca la saliva di sua moglie dai capezzoli di Nip, leccandoli per assicurarsi di prendere ogni goccia, poi tirandoli leggermente con i denti, i gemiti dolorosi di Mia lo allettano. inoltre, facendo pulsare il suo cazzo più pienamente dentro di lei...

Il respiro di Lisann comincia ad accelerare, mentre si china per baciare suo marito, poi annuncia: "Non posso proprio farlo! Non posso più aspettare!" Fa un passo indietro dal letto, allontanando la testa di Mia dal petto per farla riposare sul comodo piumino e sul materasso, poi si toglie il perizoma nero, gettandolo da parte. Mia ora è distesa sulla schiena, i suoi fianchi appoggiati su quelli di Rob mentre lui si siede sul letto e le sue natiche saldamente tra le sue mani mentre continua a far scivolare il suo grosso serpente dentro e fuori da lei. Mia si abbassa debolmente, cercando di usare le mani per spingere contro i suoi avambracci, ma è inutile. Lisann allunga la mano sotto la testa di Mia, slacciando il bavaglio mentre mette un ginocchio accanto alla testa di Mia, posizionando la sua figa bionda inumidita sul viso. Gli occhi di Mia si spalancano alla vista e il bavaglio le viene tolto dalla bocca...

"HELLLLPPP-ggg-GHHGGH!!" Mia gorgoglia, la parola le soffoca in bocca mentre Lisann abbassa la figa per coprirsi la bocca aperta. Le braccia di Mia ora volano in alto, cercando di spingere la gamba della donna più anziana per allontanarla. Ma Lisann afferra entrambi i suoi minuscoli polsi, avvolgendoli facilmente con le sue stesse mani, e mette le mani della ragazza giapponese sulle sue grandi brocche, le sue stesse mani si intrecciano con quelle di Mia, costringendo le sue piccole dita a stringerle il seno mentre Lisann muove la sua figa bionda dentro un cerchio ritmico contro la bocca di Mia, i suoi succhi vi gocciolano lentamente.

Mia inizia a tossire, incapace di prendere abbastanza aria mentre lotta per non ingoiare il succo sorprendentemente dolce di Lisann. Nel frattempo, può sentire la sua figa asiatica allentarsi leggermente per permettere al cazzo di Rob di penetrarla più completamente, e le sue pareti interne iniziano a formicolare felicemente per la pienezza e l'attrito del suo cazzo bianco che la massaggia. Le cosce di Lisann coprono parzialmente le orecchie di Mia, ma riesce a distinguere Lisann che le dice: "... sii una brava ragazza, e inizia a leccare la figa di mamma, così potrai respirare".

Mia non riesce a credere di essere stata così umiliata e usata da due persone che considerava amiche! Ma sente di essere sul punto di svenire di nuovo, quindi non ha scelta...! Lentamente, Mia allunga la lingua, appoggiandola esitante contro l'apertura del cancello dorato di Lisann. Inizia a muovere la lingua avanti e indietro, mentre le grida di piacere soffocate di Lisann la raggiungono lentamente. Ansiosa di poter respirare, Mia inizia a strofinare la lingua contro la figa di Lisann sempre più velocemente, la sua lingua diventa liscia con i succhi di Lisann, che con sua sorpresa, fanno rivivere le sue papille gustative! Con un sussulto aspro, l'aria si riversa nei polmoni di Mia mentre Lisann smonta dal suo viso. Respirando affannosamente, in parte dall'aria nuova nei polmoni, ma anche dalla sua figa che finalmente accetta e ora accoglie l'enorme cazzo di Rob dentro, Mia guarda Lisann, che allarga le labbra della sua figa bionda e si posiziona di nuovo sul viso di Mia. "Ti lascio respirare, ma devi essere una brava ragazza e tenere la lingua fuori, capito?"

Debole com'è, Mia non può fare a meno di annuire in segno di accettazione delle sue condizioni. Comincia a tirare fuori la lingua, ma è sorpresa di ritrovarsi a gridare per l'orgasmo mentre il suo corpo trema improvvisamente al rilascio di un'improvvisa ondata di sperma caldo da parte di Rob nella sua piccola figa asiatica! Rob grida a sua volta, affondando le unghie nelle cosce di Mia, il suo stesso corpo trema mentre rilascia un altro torrente di sperma appiccicoso dentro Mia, dirigendosi dritto verso il suo grembo. Mia sta per riprovare a tirare fuori la lingua, ma Rob all'improvviso si sdraia sopra di lei, cercando di scoparla in stile missionario, ma il suo peso è troppo...!

"Stop! Stop! Sei troppo pesante, mi schiaccerai, cazzo!" Mia piange. Lisann si avvicina e dà a Rob una forte pacca sulla spalla. "Va bene, va bene," dice con rabbia, poi allunga la mano sotto la schiena di Mia, sollevando tutto il suo corpicino senza sforzo con una mano mentre si siede di nuovo dritto sul letto, ora impalandola sul suo cazzo mentre la fa sedere sul suo giro. Mia grugnisce pesantemente alla sensazione semi-sgradevole di questo movimento, ma poi appoggia semplicemente la testa contro il suo petto, senza più lottare mentre lui le tiene il culetto stretto con entrambe le mani e inizia a sollevarla su e giù sul suo cazzo come un giocattolo. . Mia geme debolmente, la sua figa si abitua alla sensazione di avere il suo cazzo che la riempie ancora una volta, poi sorride leggermente a se stessa mentre il suo respiro caldo inizia a corrispondere a quello di lui mentre lui la solleva su e giù ritmicamente, la sua figa sorprendentemente bagnata lo lubrifica completamente. cazzo, permettendogli un accesso più facile alla sua figa ormai allungata. In poco tempo, Mia si tiene sulle sue spalle per sostenersi mentre vengono insieme, Rob le fa esplodere un altro carico caldo di fertilizzante per uova!

Esausto, Rob finalmente adagia Mia sul letto e tira fuori lentamente il suo cazzo: la figa di Mia sembra quasi sospirare di delusione mentre il drago esce dalla sua caverna inzuppata di sperma. Solleva le gambe di Mia sopra la testa, poi delicatamente lascia che le sue gambe si drappeggino sul lato del letto, con le mutandine ancora penzolanti attorno ai suoi stivali da go-go. Lisann si siede sul letto accanto a Mia, guardandola amorevolmente mentre allontana teneramente alcuni capelli inzuppati di sudore dagli occhi della ragazza asiatica. "Chi è il tuo papà?" le chiede. Mia aggrotta la fronte, ancora un po' umiliata per essere stata trasformata in niente più che un giocattolo del sesso per questi due. "Rob," risponde tranquillamente. "E chi è la tua mamma?" chiede Lisann. Mia sospira leggermente. "Sei." Lisann si china, premendo le labbra su quelle di Mia e inserendo la lingua nella sua bocca. Mia scopre di non poter più combattere, né di volerlo fare del tutto, mentre strofina scherzosamente la sua lingua contro quella di Lisann. Lisann si tira indietro e accarezza la guancia di Mia. "Brava ragazza."

Lisann si sposta ulteriormente sul letto, tenendo d'occhio Mia per assicurarsi che stia guardando mentre Rob si arrampica accanto a lei. Lisann si sdraia, formando un semi-69 con Mia, e rotola sulla schiena. Rob si posiziona sopra sua moglie e inizia a masturbarsi...dapprima lentamente, poi con un'azione di pompaggio più forte. Alla fine spara diversi colpi bagnati di sperma su tutte le sue grandi tette, lo sperma gocciola lentamente su di loro, parte del quale si accumula nella sua scollatura. Lisann si siede velocemente, si riposiziona, poi si sdraia accanto a Mia... afferrando le gambe e il braccio della giovane ragazza, tirandola verso di sé. "Dai amore..."

Mia realizza ciò che vuole e scuote la testa in segno di protesta. "Per favore, no..." Ma una rapida, forte pacca sul sedere di Lisann, accompagnata da uno sguardo duro, la rimette in sesto. Con riluttanza, Mia apre le gambe, permettendo a Lisann di infilarne una tra di loro, e si gira su Lisann come desiderato. Lisann afferra la parte posteriore della testa di Mia, guidandole la bocca verso la tetta. Con un singhiozzo, Mia inizia a succhiare il seno di Lisann, lo sperma che lo ricopre le scorre lentamente in bocca mentre si nutre. Rob, con il cazzo ancora duro, si sdraia sul letto accanto alla schiena di Mia, preparandosi un panino formato famiglia mentre lui e sua moglie si infilano tra le gambe di Mia, entrambi inserendo un dito nella sua figa asiatica fradicia e masturbando la giovane donna mentre lei dolcemente beve lo sperma di Rob dalla tetta di Lisann.

Rob mette il suo cazzo all'ingresso dell'ano di Mia, facendola strillare spaventata. Ma Lisann la bacia sulla tempia in modo rassicurante, sussurrandole all'orecchio che papà sa cosa sta facendo e che deve semplicemente rilassarsi. Mia geme di nuovo, preoccupata, e Lisann le avvolge un braccio intorno alla schiena, tenendo la giovane ragazza più vicina mentre Rob preme la punta del suo cazzo e solo circa un pollice nel suo culetto stretto. Muove lentamente il pollice dentro e fuori dal culo di Mia, il suo cazzo ben lubrificato le inumidisce l'ano. Nel frattempo, Mia smette di succhiare la tetta di Lisann e si sposta sulla sua scollatura, leccando lo sperma tra le sue tette come un gattino. Deve tenere entrambi i seni di Lisann e spostarli leggermente per arrivare davvero al suo premio, il che fa ridere Lisann ad alta voce con gioia mentre passa le dita tra i lunghi capelli di sua figlia e continua a baciarla sulla fronte mentre Rob le spara delicatamente sperma nel suo Japass. Tirando fuori la testa del cazzo e spostandosi più in alto sul letto, Rob gira delicatamente la testa di Mia lontano dal seno di sua madre e le offre il suo cazzo. Gli occhi della piccola giapponese si spalancano davanti all'arduo compito di prendere la sua asta in bocca, ma riesce a infilarsi ben quattro pollici, alternando il succhiare l'asta di suo padre e il tornare a leccare il suo sperma dalle gloriose tette di sua madre.

Sì, ci è voluto del tempo, ma Mia Matsumiya ha finalmente imparato a essere la brava bambina di Rob e Lisann. Dopotutto riuscì a dormire nel suo comodo letto, schiacciata tra sua mamma e suo papà, e poiché c'era una pausa di circa due giorni tra l'arrivo della sua band nella città successiva in cui si sarebbero esibiti e quello in cui effettivamente Dopo aver lavorato al concerto, Mia ha optato per un volo successivo per raggiungerli.

Dopotutto, aveva ancora altre lezioni da insegnarle ai suoi nuovi genitori...

Storie simili

Diventare Zoe

La mia futura moglie Annie aveva accettato un lavoro fuori città e la vedevo solo ogni due settimane circa. Mi mancava così tanto. Lei ed io eravamo diventati amanti a distanza. Aveva un volo di ritorno a casa venerdì sera. Stavo andando a prendere suo figlio Zakk dal suo dormitorio e noi due saremmo andati a prenderla all'aeroporto e ci saremmo goduti il ​​fine settimana insieme. Zakk è al suo primo anno di college e sta studiando per diventare un truccatore per il teatro e lo schermo. Lui e io non ci siamo davvero conosciuti e questo doveva essere il fine...

1.1K I più visti

Likes 0

La banda pt1_(0)

La Banda. pt 1 Questa è la mia prima storia in assoluto, quindi per favore sii gentile nei tuoi commenti. Sono ben accette critiche costruttive. Sono Sarah, ho 26 anni e lavoro in una banca come consulente per piccole imprese. Ho lunghi capelli castani, sono 5'7 taglia 10 con seni piccoli ma impertinenti 32B. Vado in palestra almeno 3 volte a settimana quindi sono in buona forma e sono single da un paio d'anni, anche se mi sono divertito. Comunque ti racconto la mia esperienza con una gang di East Leeds. Era un venerdì e la mia migliore amica Vicky era...

923 I più visti

Likes 0

All'improvviso, tabù

All'improvviso, tabù Se sei un ragazzo abbastanza bello con una personalità gradevole, bravo a chiacchierare con le donne e a muoverti molto, trovandoti nei posti giusti al momento giusto avrai i tuoi momenti di sesso quando meno te lo aspetti; questo è previsto. Ma quando all'improvviso, all'improvviso, senza alcuna indicazione, senza alcuna preparazione, senza alcuna preparazione da parte tua, ti viene servita una figa di prima qualità, e quella figa appartiene alla tua bellissima madre; allora sei un figlio di puttana fortunato. Sono un figlio di puttana fortunato! Una parente di mia madre ci ha inviato un invito al suo matrimonio...

768 I più visti

Likes 0

Allenamento 07

Mi è davvero piaciuto essere usato da Jim. La mia figa del culo sembrava vuota senza il suo grosso cazzo nero dentro. Il sesso con mia moglie era ancora soddisfacente, su questo non c'erano dubbi, ma stare con Jim era diverso. Ammetto di aver avuto una distrazione abbastanza significativa nella mia vita pensando a lui. Ero assolutamente brava al 100% a farmi usare da lui per il suo piacere, essendo la sua cagna o fica, se vuoi. Il piacere che ho provato nell'essere usato come un giocattolo da scopare da Jim era difficile da descrivere, anche a me stesso. Il mio...

345 I più visti

Likes 0

Il weekend di una figlia Pt. 2

Erano passate un altro paio d'ore e Savannah aveva finito per addormentarsi. Ho accostato il vialetto di ghiaia e mi sono fermato davanti alla nostra capanna di famiglia. “Savannah,” le scossi la spalla, “siamo qui”. Gli occhi di Savannah si aprirono intontiti e sbatté le palpebre diverse volte mentre si riprendeva e si orientava. Mentre Savannah si stava svegliando dal suo pisolino, sono scesa dalla macchina e sono andata al portellone del camion per prendere i nostri bagagli. Non riuscivo a smettere di pensare a prima, a come mia figlia avesse preso il controllo e mi avesse effettivamente succhiato. Era sbagliato...

1.6K I più visti

Likes 1

Risvegli 5_(1)

Risvegli 5 -------------------------------------------------- ------------- Tahir e il Capitano stavano analizzando i rapporti che stavano arrivando. Apparentemente, le precedenti azioni di Tahir avevano interrotto per un po' i piani del gruppo del dottore. Ci stavano lavorando da un paio d'ore, quando Tahir notò il rapporto di un cadavere. Gli ci volle un momento per leggerlo, voltandosi verso il Capitano, attirò la sua attenzione. Questo rapporto descrive in dettaglio un corpo che è stato trovato, ciò che sembra strano è che il corpo non aveva alcun cervello. Era quasi come se la cavità cranica fosse stata pulita con l'aspirapolvere. disse Tahir, porgendo il...

1.3K I più visti

Likes 0

Sesso sul treno

Tom è stato a Edimburgo per un incontro di lavoro. Era stata prevista una bella giornata estiva, quindi è vestito con pantaloni chino beige, scarpe brogue marroni, una camicia aperta bianca e un blazer blu. Con la sua pelle abbronzata, sembra piuttosto elegante in città. Il suo incontro è scaduto e così ora è sull'ultimo treno per tornare a Leeds, nello Yorkshire, che sta per lasciare la stazione alle 21:30. Non ci sono molti passeggeri che salgono sul treno quindi sceglie un gruppo di 4 posti con tavolino, si siede nel posto di corridoio con le spalle al senso di marcia...

940 I più visti

Likes 0

DONNE ANZIANE_(1)

Storia di Fbailey numero 219 Donne anziane Quando ho compiuto sedici anni mia madre era impegnata con me. Papà non c'era mai e quando c'era, non c'era ancora. Era il tuo venditore ambulante preverbale. Era un donnaiolo, un ubriacone e una misera scusa per un essere umano. Ha fornito un tetto sopra le nostre teste, ma questo è tutto. La mamma lavorava per pagare il cibo che mangiavamo e i vestiti che avevamo addosso. Ho avviato la mia attività di giardinaggio quella primavera. Ho distribuito volantini in un bel quartiere appena fuori città e ho trovato subito un paio di lavori...

1K I più visti

Likes 1

LA FAMIGLIA DI KRISTI 4_(1)

CAPITOLO QUARTO Quando arrivarono nella sua camera da letto, Roger entrò per primo. Notò per la prima volta che Bob era seduto nella sua poltrona reclinabile, apparentemente a riposo. Guardando il letto, vide che Erin era inginocchiata sul letto e si aggrappava alle sbarre della testiera. Guardando più da vicino, si rese conto che non aveva scelta. I suoi polsi erano legati alla testiera, costringendola a inginocchiarsi, le sue tette penzolanti dal suo petto che gravitavano sul lenzuolo sotto di lei. Tieni quelle gambe aperte puttana! Mi piace guardare il tuo bel culetto. Saremo pronti per il secondo round tra un...

941 I più visti

Likes 1

La mia vera storia di vita: capitolo uno

Diverse persone mi hanno chiesto di raccontare la storia della mia vita poiché ho accennato ad alcune delle mie esperienze insolite. Quindi penso che il miglior punto da cui iniziare sia la notte in cui sono finiti i miei 10 anni di matrimonio. Era un venerdì sera e mio marito Tim è tornato a casa ubriaco. Questa era diventata la sua pratica abituale negli ultimi due anni. Ha affermato che il suo capo gli stava causando un aumento dello stress e ha dovuto fermarsi con i ragazzi per rilassarsi. All'inizio tornava a casa un po' brillo per quando portavo a letto...

799 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.