Sex Club 1 - Iniziazione

719Report
Sex Club 1 - Iniziazione

Sex Club livello 1 - Iniziazione

Era piena estate e l'unica via di fuga dal caldo della Florida era la piscina comunitaria, che era perfetta perché adoravo nuotare. E mostrare il mio corpo.
La piscina non era ancora aperta, ma mi piaceva arrivare presto per essere la prima ad entrare e avere i primi dieci minuti della giornata tutta per me prima che si riempisse fino a circa 200 persone. Mi sono appoggiato allo sportello dell'accettazione, aspettando che l'orologio segnasse le 10. Ero lì molto prima del solito oggi e mancavano ancora 15 minuti quando Elliot è uscito dalla stanza sul retro e, vedendomi, si è avvicinato allo sportello. .
"Ogni giorno arrivi qui sempre prima", ha riso.
"Sì."
Elliot era il ragazzo incaricato dell'ammissione e ogni giorno mi faceva entrare alle 10. Parlavamo tutto il tempo, solo un semplice avanti e indietro prima che potessi entrare. Dall'inizio dell'estate gli avevo raccontato molte cose di cose che nessuno sapeva. Fu durante un'altra lunga attesa che gli avevo confidato che non ero vergine e addirittura che ero gay. Inutile dire che eravamo molto vicini.
Elliot rise di nuovo, e poi dopo essersi guardato intorno disse, "A dire il vero, sono l'unico che lavora in questo momento, e Lori farà tardi quindi penso che andrebbe bene se entrassi un po' presto."
"Eccezionale!" Quella fu la prima volta che accadde; 15 minuti in più sarebbero fantastici. Potrei cambiarmi e non dovermi preoccupare di quanto tempo mi occorrerebbe per nuotare. Elliot mi ha aperto il cancello e mi sono diretto direttamente allo spogliatoio. Quando entrai sentii l'eco dei miei passi di corsa. Gettai la borsa a terra e tirai fuori i bauli. Mi sono tolto le scarpe da ginnastica e la maglietta e mentre stavo per togliermi i pantaloncini da basket ho sentito la porta della capanna aprirsi e chiudersi.
"Felice?" Era Elliot. È arrivato dietro l'angolo e il suo viso si è illuminato quando mi ha visto.
"Ciao, come va?" chiesi lasciando cadere i pantaloncini e lasciandomi in boxer. Non mi importava che mi vedesse quasi nuda. Come ho detto prima, sono uno spettacolo totale e lui aveva solo tre anni più di me. Non ne fu minimamente turbato e continuò la sua strada.
"In realtà oggi è il momento perfetto per chiederti una cosa."
"Che cos'è?" chiesi sedendomi sulla panchina, aspettando di spogliarmi completamente finché non se ne andò.
"Sei gay", ha affermato in tono interrogativo.
"Lo sai, eh." risposi alzando gli occhi al cielo scherzosamente.
"Allora... vorresti entrare in un club?" Sbottò.
Confuso, ho semplicemente chiesto: "Che tipo di club? Un club gay?" Fece qualche passo più vicino, trovandosi a pochi passi da me adesso.
"Un gay... sex club."
Questo mi ha sconvolto. Di tutte le cose che mi aspettavo dalla sua bocca, quella non era sulla lista.
"Io... non lo so davvero." dissi, ancora stordito e confuso.
"Tutto quello che voglio sapere è che ti fidi di me." Ora potresti pensare che ci avrei pensato di più. Ho incontrato quel ragazzo solo qualche mese fa. Ma io allora pensavo davvero che fosse il mio genere.
"Certo che lo so, ma..."
"Bene. Ti divertirai tantissimo, te lo prometto." disse, e ora mi stava sorridendo. Poi schioccò le dita. Da dietro ho sentito dei passi, e poi tutto è diventato nero.

Mi sono svegliato nudo su un letto nel mezzo di una stanza piuttosto grande. La riconobbi come la palestra del centro piscine. Veniva utilizzato solo quando il tempo non era adatto per nuotare, il che non accadeva affatto spesso. Di solito veniva tenuto chiuso a chiave. Ma ora dentro era tutto illuminato e io ero su un letto in mezzo. Non ero legato o altro, quindi mi sono seduto e ho dato un'occhiata intorno. Ciò che ho visto mi ha spinto a cercare di coprirmi. Circa 10-15 persone, con un'età compresa tra le 10 e le 18, erano sedute sugli spalti e mi guardavano. Erano tutti vestiti con tute rosse da nuotatore, quelle che i subacquei usavano tenere coperti finché non dovevano nuotare, ma a parte questo sembravano tutti diversi. Uno si alzò dalla prima fila e si avvicinò a me. Ho capito che era Elliot.
"Ehi, Sport," fu la frase con cui aprì. Solo lui poteva aprire questo scenario con tanta disinvoltura. "Questa è la club house. Questo è il Sex Club. Beh, circa la metà." Fece segno alle persone silenziose in tunica sugli spalti. "Quello che facciamo qui è puramente per divertimento, e per il godimento reciproco e del nostro corpo. Pensi che ti piacerebbe farne parte, Felix?" Mi chiese mettendomi una mano sulla spalla. "Non devi assolutamente farlo. Sei incredibilmente carino e mi piacerebbe se ti unissi a noi."
Ancora una volta, penseresti che questo mi scoraggerebbe. Ma no. Non me.
"Mi fido di te, Elliot. Voglio unirmi." Un sorriso spuntò sul suo viso, e un sorriso spuntò sul mio.
"Bene. Questa sarà la tua iniziazione." Scattò di nuovo, e sei delle figure sugli spalti si alzarono, inciampando e ridacchiando verso il campo. Non potevano avere più di 11 anni. "Questi sono i sei più giovani del club, tutti di circa 11 anni. Questo è il più giovane a cui permettiamo di entrare." I ragazzi erano tutti in fila di fronte a me mentre Elliot parlava, spostando le loro vesti in silenzio. "Per entrare a far parte del club, devi prenderli tutti in una volta finché non sono esauriti. E", ha aggiunto, "non puoi venire finché non sono finiti. Finché non ci riesci, il resto del club è vietato." E con un ultimo sorriso si voltò e si diresse verso la tribuna. Ho rivolto nuovamente la mia attenzione ai ragazzi.
Fino ad allora avevo fatto sesso solo poche volte e solo con un fidanzato temporaneo. Mai sei contemporaneamente, e non aveva 11 anni! Ma mi sono detto che sarebbe stato divertente. Mi piaceva masturbarmi. La maggior parte dei giorni era almeno due volte. Ma non questo fine settimana. Un sovraccarico di faccende domestiche e di compiti estivi arretrati aveva fatto sì che fossi troppo stanco per renderlo duro. Questo mi metterebbe alla prova e adoro le belle sfide.
Da qualche parte sugli spalti, Elliot schioccò le dita.
All'improvviso i ragazzi lasciarono cadere le loro vesti dietro di sé. Accidenti, erano già tutti nudi!? Uno era biondo, 4 avevano i capelli castani e uno aveva i capelli rosso dorato. Tutto questo dovevo raccontarlo dalle loro teste perché, a parte il ragazzo biondo, erano tutti calvi dal collo in giù. Il biondo aveva un minuscolo cespuglio marrone chiaro di circa 5 pollici rispettabili. Era il più grosso di tutti, quindi immagino che avesse più di 12 che 11 anni. Tutti quei piccoli eretori stavano sull'attenti, puntando quasi dritto verso le travi. Poi mi sono reso conto che non saremmo stati tutti adatti al letto e ho notato che eravamo in piedi su un enorme tappeto da wrestling blu, il letto king-size al centro dell'anello rosso. Senza ulteriori indugi, saltai sul letto a quattro zampe, agitando il sedere in aria.
"Chi lo vuole?" ho scherzato. Si sono precipitati tutti verso di me e da lì è stato un turbinio di culi, bocche e cazzi pelati. Ne ho avuto uno nel culo fin dall'inizio, sputando apparentemente il lubrificante preferito. Entrò senza esitazione e sapevo che era uno dei ragazzi più piccoli. Ho dato una rapida occhiata indietro e ho visto il ragazzo dalla testa di rame che scopava. Ha martellato dall'inizio, ma sono stato riportato in avanti quando altri 4 pollici mi hanno colpito le labbra. L'ho risucchiato e gli ho fatto girare la lingua. Tremò e rise, così mi fermai e cominciai a dondolarmi addosso mentre si sedeva in ginocchio davanti a me. Quello che mi ha scopato si stava divertendo tantissimo laggiù, a quanto pare. Grugniva come un matto e prima che fossero trascorsi 2 minuti dall'inizio si è allontanato e si è tirato fuori. Mentre quello nella mia bocca sussultava e lasciava andare il suo piccolo carico (qualche rivolo di sostanza appiccicosa insapore). Ho pensato tra me e me che sarebbe stato un gioco da ragazzi. Qualcuno ha sostituito il primo ragazzo nel mio culo, ma questa volta la sensazione è stata diversa. Questo deve essere stato il ragazzo biondo.
Quando questo toccò il fondo, sentii i peli fini solleticarmi il buco. Sì, era lui. Un altro ragazzo prese il palo nella mia bocca, poi un altro si inginocchiò accanto a lui e cominciarono a baciarsi. Voglio dire, baciarsi VERAMENTE. Mi ha eccitato. Non potevo negarlo. Questi due undicenni mi stavano facendo eccitare e infastidire. Ma non mi arrendevo. Ho preso in bocca anche il cazzo del nuovo ragazzo, sorprendendo tutti e tre. Si sfregarono l'uno contro l'altro nella mia bocca, scivolando avanti e indietro mentre continuavano a baciarsi. Li guardai e vidi che ansimavano, con gli occhi chiusi e la bocca serrata. Non sarebbero durati affatto a lungo. Avevo questo nella borsa.
Con questo pensiero un altro diavoletto si insinuò sotto di me sulla schiena e mi prese in bocca. Ho quasi allacciato e impalato il povero ragazzo, scioccato dal primo piacere dopo giorni. Anche lui sapeva quello che faceva, il piccolo succhiacazzi. La sua bocca era un vuoto e lo adoravo. Troppo. FOCUS, ho pensato tra me. Non permetterei che mi tengano fuori dal club, nemmeno da un gruppo di ragazzini. Quindi ho messo insieme le cose e ho fatto schifo come se non ci fosse un domani per i due che ora ci stavamo praticamente addentando l'uno con l'altro. Un ultimo succhiotto e vortice e l'hanno rovinato, letteralmente. Tutti insieme 6 bei schizzi di succo dolce mi hanno inzuppato la lingua. Nel frattempo Blondie mi stava addosso da almeno 5 minuti. Il suo viso si contorse per il piacere, ma adesso stava martellando, l'ultimo sforzo di un ragazzo che perdeva il controllo. Ho guardato di nuovo il ragazzo sotto di me, e lui si stava facendo una sega, praticamente vincendo per me! Poi ho capito che quello era il ragazzo dai capelli rossi. Stava andando per secondi! Ho sottovalutato la sfida? Avevo completamente dimenticato quante volte i ragazzi di 11 anni potevano provarci.
Quando il ragazzo biondo ha grugnito, ha spinto dentro un'ultima volta e ho sentito il primo vero COLPO di sperma della giornata. 4 colpi di ragazzo caldo che mi sono venuti dentro e un altro ragazzo doveva ancora essere sballato. Blondie è uscito con un piccolo rumore pop e ha preso il posto della mano furiosa dei Rossi. Entrambi i ragazzi gemettero attorno ai cazzi che avevano in bocca, mentre Red raggiungeva il suo secondo orgasmo della giornata. Stavo ancora resistendo con forza quando ha lasciato cadere il mio cazzo dalle sue labbra e si è alzato. Ho visto l'ultimo ragazzo saltare sul letto e spingermi nel culo, seppellendosi fino in fondo con facilità. Blondie mi aveva allungato bene e speravo che ci fosse abbastanza trazione per far scendere il ragazzo velocemente. Mi chiedevo dove fossero i ragazzi che avevano sperma, e ho ottenuto la mia risposta mentre 4 saltavano davanti a me, con i cazzi che dimenavano.
Mettendomi l'idea, li ho portati uno alla volta fino alle palle. Avevo altri due carichi di sperma in bocca quando Blondie si è presentata di nuovo, questa volta sul mio cazzo, succhiando più forte, più velocemente e molto, molto meglio dell'ultimo ragazzo. Preso dal panico, presi gli ultimi due contemporaneamente. Succhia, gira, gira, succhia, succhia SUCCHI, GIRA, SUC--- INGOIA! e quando i due nella mia bocca si liberarono, il ragazzo nel mio culo accelerò il ritmo. Giusto in tempo, perché il biondo ha soffocato il mio cazzo da 6 pollici in gola, facendomi andare in una spirale di piacere. Spingi, succhia, spingi, spingi, succhia, succhia, SUCCHIA, TH------RUGGINE!! e l'ultimo ragazzo esplose, giusto in tempo. Nemmeno 5 secondi dopo ho ceduto alla pressione crescente nelle mie palle da adolescente, uscendo dalla bocca del ragazzo giusto... in... tempo! "uggghhhhh!!!" Ho ringhiato, rilasciando il mio bollente sperma adolescenziale su tutta la faccia di Blondie per tre giorni.
Rotolai su un fianco, ansante. È stato l'orgasmo più intenso che avessi mai avuto. Avevo avuto la sensazione che dei veri e propri proiettili caldi salissero lungo la mia asta. Ero sudato. Lo eravamo tutti. Lo amavo. Era così crudo. E lo ero anch'io, a quanto pareva. Sussultai mentre mi sedevo e presi coscienza del resto del club. Guardando sbalordito, cazzi in mano. Anche se i dettagli mi sfuggivano da lontano, sapevo cosa stavano facendo. Poi scoppiarono applausi, mentre tutti si alzavano, le vesti si richiudevano. Uno si fece avanti dalla prima fila.
"Molto carino Sport-O. Benvenuto al Sex Club."

Storie simili

Give Me Some Sugar Part 1 - Prova di Rochelle

​ La vita è sicuramente divertente è come si svolge. Non sono mai stato un uomo religioso, e ancora non lo sono, ma ascoltavo il tipo di Joel Olsteen quando i tempi erano brutti. Era così positivo, che ha aiutato, ma ha anche parlato di come Dio potrebbe recuperare decenni di merda, in pochi anni attraverso un aumento super naturale. Come ho detto, non sono un cristiano e sono agnostico sull'esistenza di una divinità, ma devo ammettere che come minimo, la vita può rimediare a molte sofferenze molto rapidamente. In effetti, penso che ti faccia godere ancora di più della tua...

2.3K I più visti

Likes 1

Amore nerd

Mentre i giovani corpi caldi si contorcevano intorno Jimmy stava accarezzando il suo cazzo duro di 17 anni, 6 pollici e mezzo il più velocemente possibile. Quando è entrato nel suo calzino Jimmy ha pensato che sarebbe stato fantastico essere l'uomo nel porno che stava guardando, avere una ragazza che lo avrebbe davvero scopato è il suo sogno. Jimmy non ha molte abilità sociali, vedi, va a scuola online il che significa che non può incontrare nuove ragazze e anche se lo facesse probabilmente non lo prenderebbero nemmeno in considerazione a causa del suo essere eccessivamente magro e della sua goffaggine...

2.5K I più visti

Likes 0

Il weekend di una figlia Pt. 2

Erano passate un altro paio d'ore e Savannah aveva finito per addormentarsi. Ho accostato il vialetto di ghiaia e mi sono fermato davanti alla nostra capanna di famiglia. “Savannah,” le scossi la spalla, “siamo qui”. Gli occhi di Savannah si aprirono intontiti e sbatté le palpebre diverse volte mentre si riprendeva e si orientava. Mentre Savannah si stava svegliando dal suo pisolino, sono scesa dalla macchina e sono andata al portellone del camion per prendere i nostri bagagli. Non riuscivo a smettere di pensare a prima, a come mia figlia avesse preso il controllo e mi avesse effettivamente succhiato. Era sbagliato...

1.7K I più visti

Likes 1

HOBO Capitoli 12 e 13

CAPITOLO DODICI Mi sono svegliato presto la mattina successiva e sono stato in grado di alzarmi dal letto senza svegliare Michelle. Sono andato in cucina, ho preparato una tazza di caffè. Ho poi cucinato uova strapazzate, pancetta e salsiccia e stavo finendo quando Michelle è entrata in cucina strofinandosi gli occhi. “Cosa stai facendo?”, chiese sbadigliando. “Ci sta preparando la colazione. Per favore, siediti sullo sgabello”, mi sorrise, fece il giro del bar e si sedette. Le ho preparato un piatto e l'ho posato davanti a lei, poi le ho versato una tazza di caffè. Poi ho aggiustato il mio piatto...

1.3K I più visti

Likes 1

Regina Yavara: Capitolo 37

Capitolo trentasette BROCCO Per favore! L'esploratore elfo urlò. Non capisco perché ti lamenti, dissi mentre lo caricavo sul trabucco, ti riporto al tuo esercito. Tieniti stretto questo, Imperiale, e non rilasciarlo troppo presto. Trenok grugnì, legando le cinghie del paracadute ai polsi dell'uomo terrorizzato. Non funzionerà! Lui pianse. Mi inginocchiai al suo livello e gli posai una mano compassionevole sulla spalla. “I progressi si fanno mettendo a tacere i dubbiosi, piccolo imperiale. Tutti i grandi scienziati del nostro tempo una volta erano chiamati pazzi per le loro idee. Grandi scienziati? Trenok rise: Che calcoli hai fatto? Non hai bisogno di nessuna...

1.4K I più visti

Likes 0

Diventare Zoe

La mia futura moglie Annie aveva accettato un lavoro fuori città e la vedevo solo ogni due settimane circa. Mi mancava così tanto. Lei ed io eravamo diventati amanti a distanza. Aveva un volo di ritorno a casa venerdì sera. Stavo andando a prendere suo figlio Zakk dal suo dormitorio e noi due saremmo andati a prenderla all'aeroporto e ci saremmo goduti il ​​fine settimana insieme. Zakk è al suo primo anno di college e sta studiando per diventare un truccatore per il teatro e lo schermo. Lui e io non ci siamo davvero conosciuti e questo doveva essere il fine...

1.2K I più visti

Likes 0

RIPENSANDO pt2

Per chi è nuovo a questa storia, lascia che ti raggiunga. Avevo perso mia moglie, Tina più di un anno fa, a causa di un asino che guidava ubriaco, avevo comprato una nuova bici e mi ero messo in viaggio, il mio modo di farcela credo, mi sono imbattuto in Jenny lungo l'autostrada con il suo ragazzo violento e lei ha guidato via con me e abbiamo iniziato una meravigliosa vita di avventure. Mentre giravamo l'angolo verso la casa del suo ex fidanzato, potevo sentirla irrigidirsi e tenermi molto più stretta, cosa che non mi importava perché i suoi capezzoli duri...

963 I più visti

Likes 0

Sesso sul treno

Tom è stato a Edimburgo per un incontro di lavoro. Era stata prevista una bella giornata estiva, quindi è vestito con pantaloni chino beige, scarpe brogue marroni, una camicia aperta bianca e un blazer blu. Con la sua pelle abbronzata, sembra piuttosto elegante in città. Il suo incontro è scaduto e così ora è sull'ultimo treno per tornare a Leeds, nello Yorkshire, che sta per lasciare la stazione alle 21:30. Non ci sono molti passeggeri che salgono sul treno quindi sceglie un gruppo di 4 posti con tavolino, si siede nel posto di corridoio con le spalle al senso di marcia...

1K I più visti

Likes 0

Fantasy-mores un mistero

*nota: questa storia include personaggi e comportamenti immaginari, non messi in realtà allo scopo di praticare o non partecipare a feste, qualunque cosa significhi. puoi ridere, piangere o persino scagliarti, ma nessuna colpa può essere attribuita all'autore per i tuoi sentimenti Ehi, ti piace davvero giocare con quella piccola cosa sexy lì, vero? Sei un dolce piccolo idiota, vero? Dai, te lo succhio subito qui e ora. I 18 anni. la vecchia ragazza nera si è tolta il reggiseno, e poi le mutandine, poi è scesa davanti al quattordicenne. vecchio ragazzo bianco, e lo ha davvero succhiato, succhiando via lì sulla...

999 I più visti

Likes 0

Atto di fantasia gay travestito 2

Mi aveva chiesto di farlo di nuovo. Non c'è voluto niente per convincere. Mi era davvero piaciuta la nostra prima volta insieme. Mi ha dato un così bel abbattimento dentro. Letteralmente. Mi sentivo come se mi possedesse. In qualche modo volevo sentirmi come la sua piccola moglie. Rimasi da solo nudo in camera da letto. Sul letto c'erano calze bianche e sul pavimento tacchi alti rossi. Mi sono seduta al comò davanti allo specchio per applicare il fondotinta. Avevo grandi orecchini a cerchio. Li ho messi su ogni orecchio. Ho indossato la mia parrucca castana e l'ho posizionata in modo che...

1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.