Stanze dell'orrore e delle delizie stanza 2

1.1KReport
Stanze dell'orrore e delle delizie stanza 2

Jennifer stava camminando con i suoi amici nel centro commerciale e stava facendo battute per il divertimento dei suoi amici. Giovani adolescenti le passavano accanto e le facevano cenni del capo, o strizzatine d'occhio, flirtando con lei. Le piaceva l'attenzione. Un ragazzo le fece cenno di avvicinarsi. Era perfetto: capelli biondi e occhi azzurri, alto un metro e ottanta e muscoloso.

La raggiunse per parlare, quando improvvisamente si trasformò nella creatura che lei temeva di più: l'enorme uomo deforme con il cazzo enorme. Si lanciò verso di lei...

Jennifer sussultò e si svegliò con un grido terrorizzato.

Ancora ansimante, improvvisamente ricordò cosa le era successo e dov'era. Si guardò intorno e vide che si trovava in un'altra stanza, quasi identica a quella in cui l'uomo deforme l'aveva violentata. Indossava ancora la camicia bianca, parte dell'uniforme scolastica, ma la gonna e le mutandine erano state strappate durante la scopata.

“Buonasera ancora Jennifer”

Jennifer iniziò e si guardò intorno in cerca dell'altoparlante. Lo trovò, ancora una volta in alto nell'angolo.

“Ti abbiamo fatto un'iniezione per tenerti addormentato per diversi giorni, permettendo alla tua figa di stringersi di nuovo” disse l'uomo compiaciuto.

"Ti supplico", gridò Jennifer! "Lasciami andare! Giuro che non lo dirò a nessuno! Non lo dirò mai a nessuno! Mai!"

"Scusa, ma non ti lasceremo andare finché non avrai finito tutte le cinquanta stanze che abbiamo"

Le ginocchia di Jennifer cedettero. Aveva ancora quarantanove stanze prima di essere rilasciata?

"Nooooooo," gemette.

"Beh, divertiti con la tua prossima sorpresa!" l'altoparlante si spense.

Di nuovo, la porta all'altro capo della stanza cominciò ad aprirsi. Entrarono tre uomini in uniforme nera.

Jennifer indietreggiò, urlando, ma gli uomini la afferrarono e la trascinarono verso il centro della stanza. Un altro uomo è entrato trascinando una panca corta con spesse imbottiture in cima.

L'hanno costretta a scavalcare la panchina, in modo che fosse a faccia in giù con il culo per aria. Le sue mani e i suoi piedi erano incatenati a terra.

Jennifer singhiozzò, aspettando il suono dei vestiti che si aprivano.


Non è arrivato. Gli uomini uscirono, lasciando lì Jennifer, ancora legata alla panca. Era di fronte alla porta, e tese il collo, guardando attraverso di essa. E poi gli uomini sono tornati. Ma non erano soli.

Stavano conducendo verso di lei due enormi gorilla silverback al guinzaglio.

Jennifer era così scioccata che la sua mente si svuotò. Non riusciva a credere a quello che stava vedendo.

L'oratore ha cliccato di nuovo: “Questi sono due gorilla che abbiamo catturato quando erano bambini piccoli. Li abbiamo addestrati per imparare a provare piacere nel sesso e come fare sesso quasi come un essere umano. Ma faresti meglio a stare attento. Sono ancora animali e ti uccideranno se non collabori. Il più grande si chiama Bruto e l'altro Samuele. Entrambi sono molto, molto... insistenti quando c'è qualcosa che vogliono".
“Abbiamo avuto ragazze che hanno resistito e sono sempre finite con il collo rotto. Oh e inoltre, assicurati di fare schifo se vogliono un pompino. Diventano molto infelici se non lo fai"

Jennifer iniziò a urlare e urlare. Gli uomini slegarono i guinzagli ei due balzarono in avanti verso di lei. Gli uomini se ne andarono e si chiusero la porta alle spalle.

Samuel si avvicinò a Jennifer e mise la sua faccia davanti alla sua. Jennifer urlò di nuovo e il gorilla ruggì e strillò, battendo le braccia anteriori a terra. Si è impennato e Jennifer ha visto il cazzo della cosa per la prima volta. Era nero scuro lungo l'asta e rosa in testa, che si contraeva in attesa. Era lungo circa un piede e spesso tre pollici.

Jennifer chiuse la bocca più forte che poteva. Samuel strillò forte e afferrò i capelli di Jennifer, sollevandole bruscamente la testa. Il dolore la fece sussultare e Samuel ne approfittò per infilarle il cazzo duro come una roccia in bocca. Jennifer ha lottato per assorbire tutto. Le è sceso lentamente in gola ed è stato quasi completamente dentro. Jennifer ha iniziato a piangere, in silenzio, le lacrime che le scendevano sulle guance.

Samuel fischiò il suo piacere e si stava godendo immensamente la sensazione. La sua gola era stretta e costrittiva intorno al suo cazzo. iniziò a spingere avanti e indietro nella sua bocca, usando i fianchi e anche usando le mani per spingere e tirare la testa dell'umano su e giù sul suo cazzo. Jennifer è stata costretta a respirare attraverso il naso, assorbendo l'odore della scimmia.
Puzzava come un cane bagnato. Le gigantesche palle nere e grigie di Samuel le schiaffeggiarono il mento e il collo mentre le scopava la gola.

Jennifer si era completamente dimenticata dell'altra scimmia, Brutus. lei improvvisamente si ricordò e si guardò intorno per lui. Lui era in piedi di lato, a guardarla mentre veniva scopata alla gola. Bruto iniziò improvvisamente a camminare verso di lei e intorno al suo culo. Ha piagnucolato e pianto attraverso i 12 pollici di cazzo di scimmia che è stata costretta a succhiare.

Sentì mani enormi e ruvide posarsi improvvisamente sulle sue chiappe, prima di afferrarle improvvisamente e separarle per rivelare il suo buco del culo raggrinzito.

NOO ha cercato di urlare, ma era totalmente impotente contro di loro con mani e piedi legati.
Sentì qualcosa di umido che le pizzicava il culo, e poi fu nel suo buco. Bruto spinse con tutta la sua forza.

"AAAAHHHHHHHHHH"

Bruto ruggì e iniziò a martellare. Anche Samuel strillò e la colpì forte in faccia. Aveva smesso di succhiare quando Bruto si era avvicinato. Il dolore era terribile e ricominciò a piangere. Continuò a succhiare e Samuel iniziò a spingere più a fondo, più forte e più veloce ora.

Schiaffo, schiaffo schiaffo. Le sue palle continuavano a schiaffeggiarle il collo.

Jennifer poteva sentire il cazzo di Brutus salire su per il culo, squarciandolo. Il dolore era terribile, ma lentamente svanì quando Brutus iniziò a produrre enormi quantità di precum. Il cazzo da 14 pollici ha iniziato a scivolare più facilmente ora.

"Ohhhh" gemette Jennifer, meglio che poteva attraverso il cazzo di Samuel. Anche quella di Samuel stava cominciando a trasudare abbondanti quantità di precum, facendogliela scivolare più facilmente in gola. Aveva un sapore salato, ma non terribile, in confronto allo sperma dell'uomo deforme che era stata costretta ad assaggiare prima.

Ha iniziato a godersi davvero il suo cazzo. e cominciò a spingere indietro il culo verso Brutus, mentre succhiava più forte Samuel.

I due cazzi sono diventati sempre più veloci, mentre lei ha iniziato a provare a scoparli entrambi con i suoi due buchi. era così bello per lei. Le due scimmie ora grugnivano a ritmo con le loro scopate. Brutus si chinò e appoggiò il petto contro la sua schiena, afferrandole le spalle mentre cominciava a scopare ancora più velocemente.

Improvvisamente la porta si aprì ed entrò di corsa un uomo con le chiavi. slegò le mani ei piedi di Jennifer e tornò di corsa attraverso la porta.

Brutus, senza smettere di scopare, la sollevò dalla panca, mentre Samuel improvvisamente tirò fuori tutto il suo cazzo in un colpo veloce.

Jennifer sussultò quando improvvisamente la sua gola si schiarì. Bruto le circondò il petto e le braccia con le sue armature, quindi si sdraiò, in modo che fosse a faccia in su verso il soffitto. Bruto ha continuato il suo cazzo ritmo veloce. Jennifer ha iniziato a urlare e gridare di piacere.
"OHH YESSSSSS!!!!, OH, OH, OHH! SCOPAMI PIÙ FORTE BRUTO"

Improvvisamente, Samuel era sopra di lei e affondò il suo cazzo liscio fino in fondo alla sua figa stretta.
Questa volta Jennifer non ha provato dolore, solo piacere.

"AHHHHHHH SISSS!!!"

Poteva sentire i suoi seni premere contro il petto duro del gorilla, mentre veniva scopata in entrambi i buchi.

All'improvviso, i due iniziarono ad andare così veloci, che se qualcuno li avesse guardati, sarebbe sembrato sfocato.

Jennifer poteva dire che stavano raggiungendo il loro climax, e lo era anche lei.

"OHHH SISS!!!!!"

Lei esplose in ondate di piacere e, nello stesso momento, arrivarono le scimmie, ruggendo allo stesso tempo.
Sembrava che qualcuno avesse infilato un tubo in entrambi i suoi buchi e si fosse acceso a tutto volume. Poteva sentirlo riempirla, e salire nel suo grembo, e su per il culo, Samuel tirava fuori ancora venendo, e le andava su tutto il petto e lo stomaco, prima che lui lo puntasse sul suo viso.

Brutus aveva lasciato andare le sue braccia e si era disteso, continuando a venire. Jennifer allungò la mano e afferrò il cazzo di Samue e diresse il flusso di bianco verso la sua bocca. Samuel ha infilato i primi tre pollici nella sua bocca aperta e ha lasciato che il flusso di sperma bianco caldo e appiccicoso le scendesse in gola. Jennifer lo ha segato allo stesso tempo, assaporando ancora il suo continuo orgasmo.


"Mmmmmm" gemette attraverso lo sperma e il cazzo. La sua bocca era piena così iniziò a deglutire, prendendo tutto.
Dopo alcuni minuti passati a succhiare, deglutire e masturbare Samuel, Bruto finalmente smise di venire e si alzò, portandola su con sé. Si tirò fuori e Cum uscì dal culo di Jennifer. Anche Samuel le tirò fuori dalla bocca e le mandò gli ultimi spruzzi sul viso e sui capelli. I due poi si voltarono e attraversarono la porta aperta, e la porta si chiuse.

Jennifer è crollata nella pozzanghera di sperma e ha pensato tra sé, non è poi così male. Potrei anche godermelo finché posso...

Storie simili

Diventare Zoe

La mia futura moglie Annie aveva accettato un lavoro fuori città e la vedevo solo ogni due settimane circa. Mi mancava così tanto. Lei ed io eravamo diventati amanti a distanza. Aveva un volo di ritorno a casa venerdì sera. Stavo andando a prendere suo figlio Zakk dal suo dormitorio e noi due saremmo andati a prenderla all'aeroporto e ci saremmo goduti il ​​fine settimana insieme. Zakk è al suo primo anno di college e sta studiando per diventare un truccatore per il teatro e lo schermo. Lui e io non ci siamo davvero conosciuti e questo doveva essere il fine...

1.1K I più visti

Likes 0

La banda pt1_(0)

La Banda. pt 1 Questa è la mia prima storia in assoluto, quindi per favore sii gentile nei tuoi commenti. Sono ben accette critiche costruttive. Sono Sarah, ho 26 anni e lavoro in una banca come consulente per piccole imprese. Ho lunghi capelli castani, sono 5'7 taglia 10 con seni piccoli ma impertinenti 32B. Vado in palestra almeno 3 volte a settimana quindi sono in buona forma e sono single da un paio d'anni, anche se mi sono divertito. Comunque ti racconto la mia esperienza con una gang di East Leeds. Era un venerdì e la mia migliore amica Vicky era...

923 I più visti

Likes 0

All'improvviso, tabù

All'improvviso, tabù Se sei un ragazzo abbastanza bello con una personalità gradevole, bravo a chiacchierare con le donne e a muoverti molto, trovandoti nei posti giusti al momento giusto avrai i tuoi momenti di sesso quando meno te lo aspetti; questo è previsto. Ma quando all'improvviso, all'improvviso, senza alcuna indicazione, senza alcuna preparazione, senza alcuna preparazione da parte tua, ti viene servita una figa di prima qualità, e quella figa appartiene alla tua bellissima madre; allora sei un figlio di puttana fortunato. Sono un figlio di puttana fortunato! Una parente di mia madre ci ha inviato un invito al suo matrimonio...

768 I più visti

Likes 0

Allenamento 07

Mi è davvero piaciuto essere usato da Jim. La mia figa del culo sembrava vuota senza il suo grosso cazzo nero dentro. Il sesso con mia moglie era ancora soddisfacente, su questo non c'erano dubbi, ma stare con Jim era diverso. Ammetto di aver avuto una distrazione abbastanza significativa nella mia vita pensando a lui. Ero assolutamente brava al 100% a farmi usare da lui per il suo piacere, essendo la sua cagna o fica, se vuoi. Il piacere che ho provato nell'essere usato come un giocattolo da scopare da Jim era difficile da descrivere, anche a me stesso. Il mio...

345 I più visti

Likes 0

Il weekend di una figlia Pt. 2

Erano passate un altro paio d'ore e Savannah aveva finito per addormentarsi. Ho accostato il vialetto di ghiaia e mi sono fermato davanti alla nostra capanna di famiglia. “Savannah,” le scossi la spalla, “siamo qui”. Gli occhi di Savannah si aprirono intontiti e sbatté le palpebre diverse volte mentre si riprendeva e si orientava. Mentre Savannah si stava svegliando dal suo pisolino, sono scesa dalla macchina e sono andata al portellone del camion per prendere i nostri bagagli. Non riuscivo a smettere di pensare a prima, a come mia figlia avesse preso il controllo e mi avesse effettivamente succhiato. Era sbagliato...

1.6K I più visti

Likes 1

Risvegli 5_(1)

Risvegli 5 -------------------------------------------------- ------------- Tahir e il Capitano stavano analizzando i rapporti che stavano arrivando. Apparentemente, le precedenti azioni di Tahir avevano interrotto per un po' i piani del gruppo del dottore. Ci stavano lavorando da un paio d'ore, quando Tahir notò il rapporto di un cadavere. Gli ci volle un momento per leggerlo, voltandosi verso il Capitano, attirò la sua attenzione. Questo rapporto descrive in dettaglio un corpo che è stato trovato, ciò che sembra strano è che il corpo non aveva alcun cervello. Era quasi come se la cavità cranica fosse stata pulita con l'aspirapolvere. disse Tahir, porgendo il...

1.3K I più visti

Likes 0

Sesso sul treno

Tom è stato a Edimburgo per un incontro di lavoro. Era stata prevista una bella giornata estiva, quindi è vestito con pantaloni chino beige, scarpe brogue marroni, una camicia aperta bianca e un blazer blu. Con la sua pelle abbronzata, sembra piuttosto elegante in città. Il suo incontro è scaduto e così ora è sull'ultimo treno per tornare a Leeds, nello Yorkshire, che sta per lasciare la stazione alle 21:30. Non ci sono molti passeggeri che salgono sul treno quindi sceglie un gruppo di 4 posti con tavolino, si siede nel posto di corridoio con le spalle al senso di marcia...

940 I più visti

Likes 0

DONNE ANZIANE_(1)

Storia di Fbailey numero 219 Donne anziane Quando ho compiuto sedici anni mia madre era impegnata con me. Papà non c'era mai e quando c'era, non c'era ancora. Era il tuo venditore ambulante preverbale. Era un donnaiolo, un ubriacone e una misera scusa per un essere umano. Ha fornito un tetto sopra le nostre teste, ma questo è tutto. La mamma lavorava per pagare il cibo che mangiavamo e i vestiti che avevamo addosso. Ho avviato la mia attività di giardinaggio quella primavera. Ho distribuito volantini in un bel quartiere appena fuori città e ho trovato subito un paio di lavori...

1K I più visti

Likes 1

LA FAMIGLIA DI KRISTI 4_(1)

CAPITOLO QUARTO Quando arrivarono nella sua camera da letto, Roger entrò per primo. Notò per la prima volta che Bob era seduto nella sua poltrona reclinabile, apparentemente a riposo. Guardando il letto, vide che Erin era inginocchiata sul letto e si aggrappava alle sbarre della testiera. Guardando più da vicino, si rese conto che non aveva scelta. I suoi polsi erano legati alla testiera, costringendola a inginocchiarsi, le sue tette penzolanti dal suo petto che gravitavano sul lenzuolo sotto di lei. Tieni quelle gambe aperte puttana! Mi piace guardare il tuo bel culetto. Saremo pronti per il secondo round tra un...

941 I più visti

Likes 1

La mia vera storia di vita: capitolo uno

Diverse persone mi hanno chiesto di raccontare la storia della mia vita poiché ho accennato ad alcune delle mie esperienze insolite. Quindi penso che il miglior punto da cui iniziare sia la notte in cui sono finiti i miei 10 anni di matrimonio. Era un venerdì sera e mio marito Tim è tornato a casa ubriaco. Questa era diventata la sua pratica abituale negli ultimi due anni. Ha affermato che il suo capo gli stava causando un aumento dello stress e ha dovuto fermarsi con i ragazzi per rilassarsi. All'inizio tornava a casa un po' brillo per quando portavo a letto...

799 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.